Archive for the 'Tom Waits' Category

Settimana 285: 24/11 – 29/11

Serie TV
The Leftovers. Stagione 2. Episodio 8.
8. Eccoci alla risoluzione del colpo di scena. Lindelof e soci ci regalano un episodio onirico e, per questo motivo, mi son dovuto trovare a sfidare i miei fantasmi. Ho sempre fatto fatica ad apprezzare sogni o soluzioni alternative, ma qui le prove degli attori e un plot estraneo mi hanno affascinato. Holy shit [cit.]. (9/10)
The Walking Dead. Stagione 6. Episodio 7.
7. Torna Glenn così a caso e tra un mostra dentro – mostra fuori non è che succeda niente di che. Questo è il solito TWD un po’ spaesato, in attesa del midseason finale che parte col botto. (6/10)

Reality
Ink Master: Redemption. Stagione 1. Episodio 6.
6. Episodio con il format che cambia leggermente assumendo un piccolo senso. La scelta al buio è buona e come colpo di scena ecco un tatuaggetto a Navarro. Meglio così. (8/10)
Survivor: Cambodia. Stagione 31. Episodio 10, 11.
10. Bell’episodio che mostra, come ai vecchissimi tempi, un bel po’ di vita da campo, anche grazie al meteo. Colpi di scena a raffica, soprattutto quello finale. Episodio comunque puzzerino. (9/10)
11. Tanto spazio dedicato a Fishback era in effetti sospetto. Joe scampa da quella che doveva essere l’eliminazione più ovvia di sempre, il voting block lascia aperti sempre mille scenari. Kelly con un altro idol, Jeremy che alla fine ha sprecato uno dei suoi due, Tasha dalla bocca larga… Troppe cose, ma ok. (8/10)

Musica
Tom Waits – Big Time (1988)
Live necessario da ascoltare, per capire la bravura del whiskey e con sé di Tom, con qualche pezzo storico riarrangiato in maniera gradevole. Tanto per cambiare orecchio, c’è anche della simpatia.
Tom Waits – Bone Machine (1992)
È passato qualche annetto dall’ultimo anno in studio ed esplodono le sperimentazioni in quello che sembra essere un Tommaso Aspetta sul punto di rivisitare sé stesso. Il prodotto non stona con il resto ed è un piacevole ammodernamento.

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 282: 02/11 – 08/11

Serie TV
Homeland. Stagione 5. Episodio 5.
5. Beh, la storiona piena di doppiogiochisti e casini meschini va avanti bene, anche se tutto è ancora confuso. Le due o tre rivelazioni tengono alto l’interesse, ma sono pronto a calare il voto al primo segno di squilibrio. (8/10)
Les Revenants. Stagione 2. Episodio 1.
1. Beh che dire: l’attesa è stata lunghissima, ma subito ritroviamo le vecchie atmosfere e i vecchi posti inquietanti. Il cast è sparso lungo tutto l’episodio, con qualche elemento incomprensibile dopo il salto temporale. È una nuova introduzione, non è potente come il debutto ma potremmo esserci. (8/10)
Seinfeld. Stagione 3. Episodio 19.
19. Non male dai: Jerry si destreggia bene tra le gnocche anni novanta, George imbarazza come sempre e Kramer fa il giullare in maniera esagerata. Calssico Seinfeld. (7/10)
The Good Wife. Stagione 7. Episodio 5.
5. Un po’ caotichino ma ci troviamo di fronte all’ennesimo cavillismo legale. Divertente la fola di Howard e il suo pigliare per il culo tutti i soci, un po’ meh la causa, soprattutto Eli (che si salva allo scadere). Vogliamo di più. (8/10)
The Grinder. Stagione 1. Episodio 5.
5. Che gnocca Mary Elizabeth Ellis, stenta a decollare. Questa volta abbiamo anche situazioni e battute prevedibili e la scrittura è più frenetica e allunga brodo del solito. Serve un salto di qualità. (6/10)
The Leftovers. Stagione 2. Episodio 5.
5. Altro ottimo episodio che pecca di quello che sembra il difetto principale della stagione: esagerare, ed esagerare col misticismo. Straziante quello che si è visto, ma ci sono anche momenti sottointesi forzati. Ps: le ripetizioni mi fan sentire stupido. (8/10)
The Walking Dead. Stagione 6. Episodio 4.
4. Episodio paccone lunghissimo, a là Karate Kid, ma funziona: abbiamo un altro spaccato della vita nell’apocalisse. I dialoghi non sono malaccio, la storia funziona e c’è qualche momentino lacrimino. Per me buon lavoro e poi dai, ricordiamoci la fattoria. (8/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 32.
32. All’inizio e nel finale si ride forte, nel mezzo solito spaccato USA, quasi pauroso, preciso e diretto. (8/10)

Reality
Survivor: Cambodia. Stagione 31. Episodio 7.
7. Episodio caotico: un merge così enorme dovrebbe essere studiato meglio post-prova. Kass delude non muovendosi in risposta a Tasha (che odio), il resto sono bamboline con Savage che cerca di saltarci fuori e Spencer banderuola. Joe vince e se va così le vince tutte. (8/10)

Musica
Tom Waits – Nighthawks At The Dinner (1975)
Primo live ufficiale del nostro Tom: bello ma soprattutto, e non me l’aspettavo, molto molto divertente. Musicalmente non si può discutere.
Joanna Newsom – Divers (2015)
A differenza degli altri lavori enormi, questo è più piccolo ma fa più fatica ad entrare nelle orecchie. Quando ce la fa. è la solita Joanna da amare.

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 281: 26/10 – 01/11

Serie TV
Brooklyn Nine-Nine. Stagione 3. Episodio 5.
5. Se il finale non fosse stato iperprevedibile sarebbe stato il classico episodio perfetto super divertente. Battute una dopo l’altra, assurdità, clamorosità e quel velo di idiozia a condire il tutto. Mitico Scully. (9/10)
Catastrophe. Serie 2. Episodio 1.
1. Davvero raffinato l’inizio, col secondo bimbo inaspettato. Episodio gradevolissimo ed estremamente divertente, vuoi per la famiglia tutta riunita, vuoi per l’affiatamento tra i due protagonisti, vuoi per i plot futuri. I’m in. (8/10)
Homeland. Stagione 5. Episodio 2, 3, 4.
2. Leate le ragnatele del debutto, ritroviamo il solito Homeland, stracolmo di poliica, intrighi, misteri, azione e un fottio di personaggi dei quali si capisce poco o nulla. La serie potrebbe finire con Carrie che dice basta, ma va avanti. Il suo volerla morta… Che sia uno spettatore? (7/10)
3. Il ritorno forzatissimo di Carrie la pazza non passa inaspettato: la Danes è autrice di una prova di alto livello. Le storyline avanzano in maniera confusina, il finale regala un colpo di scena prevedibile e un Peter che fa finta di ammazzare Carrie. (8/10)
4. Colpi di scena ne abbiamo? Carrie la pazza in fuga prevedibile con ero Quinn, Saul figura stranissima si rivaluta un po’. La fola con Syriano interessante per i giochi che ci son dietro. Hacker pff. (8/10)
The Good Wife. Stagione 7. Episodio 2, 3, 4.
2. Dai, cos’è quell’investigatore!! Il caso fa venire sonnolino anche se sono interessanti gli escamotages, benella la diatriba tra Cary e Howard. Eli pfff, puoi fare meglio. (7/10)
3. Già meglio: lo studio vecchio e le incomprensioni con Alicia, il caso carico, Eli che traffica di nascosto ma soprattutto la prova di cucina. Sembra comunque che TGW sia annebbiato, ma lo fossero tutti così. (8/10)
4. Solito mood di questi primi episodi: un’aula che va in modalità turbo e Alicia rompe, la campagna, l’altro studio che orami chissene: i casi sono comunque interessanti e la qualità è sempre altissima, anche su argomenti come l’eutanasia. (8/10)
The Last Man On Earth. Stagione 2. Episodio 5.
5. Si capiva subito cosa stesse facendo Todd, ma la questione è risolta in maniera divertente e intelligente. Manca un punto d’arrivo, ma nel frattempo questi episodi sono gradevoli. Il nuovo vecchio Tandy deve migliorare, resta incagabile. (8/10)
The Leftovers. Stagione 2. Episodio 4.
4. Ecco il primo episodio non introduzione della stagione. Ci sono momenti ottimi, tipo tutti quelli riguardanti Nora (Carrie Cook <3). L’unico difeto è l’eccessiva dose misteriosa di Lindelof, ma lo si può perdonare volentieri. (8/10)
The Middle. Stagione 7. Episodio 5, 6.
5. Mi han tirato fuori a caso il reverend Timtom con l’ukulele *_*. Episodio moscio per colpa di Sue con il tizio fico a caso, ma il resto è divertente, con Axl che finalemente torna a splendere. (7/10)
6. Episodio leggermente caotico ma costruito decentemente. Ogni storyline fa pan per conto suo, ma Birck e Axl dominano la scena con un bel po’ di sana ignoranza. Voglia di guardare The Twilight Zone. (7/10)
The Walking Dead. Stagione 6. Episodio 3.
3. A leggere le critiche potevo dare qualcosina in meno, ma non posso ora lamentarmi di quello che abbiam visto: azioni emozioni e il mistero Glenn. Per me è vivo e quel momento, assieme a Rick sempre idolo, vale il prezzo del biglietto. Ok, gli Alexandriani sono lofi, ma orsu, ci vuole della carne da macello. (9/10)
You’re The Worst. Stagione 2. Episodio 8.
8. Dopo il problemone ci regalano l’episodio col mood giusto, anche se jimmy credulone e poi marpione un po’ stona. Tutto sembra esagerato, ma la casa degli orrori spacca il culo, anche come pretesto per muovere le situazioni e mostrarci Lindsay in mutande bagnata. (8/10)

Reality
Ink Master. Stagione 6. Episodio 17.
17. Tutto fatto apposta per far vincere Rock. Bei tatuaggi, livello alto, il tizio della stagione 1 è bravo. Evitabile comunque. (8/10)
Survivor: Cambodia. Stagione 31. Episodio 6.
6. Nooo Terry nooooo! Episodio molto buono: uno switch, due addii, due prove e KaosKass che torna a farsi vedere. Il salto di Abi fa ridere, ma non dimentichiamo che non vedeva l’ora di cacciare Woo. La prova del cibo fa schifo come sempre. (8/10)

Musica
Tom Waits – Bounced Checks (1981)
Prima raccolta del Tom, un misto di live e ri-arrangiamenti. The Piano Has Been Drinking è top, sarebbe un buon disco per iniziare.

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 280: 19/10 – 25/10

Serie TV
Brooklyn Nine-Nine. Stagione 3. Episodio 4.
4. Ehh come prevedibile, il cambiamento iniziale viene cancellato ed ora abbiamo rimesso le cose a posto, si può tornare a ridere forte. Molto bene e divertente il caso, il sergente ciccio fa il resto. (8/10)
The Grinder. Stagione 1. Episodio 4.
4. Che gnocca Mary Elizabeth Ellis, solito plot. Grinder sembra avere difficoltà ad ambientarsi e il suo love affair come pretesto non funziona. Bene tutto il resto: il rapporto fama-gente, la relazione episodio finto-storia vera. Ha un potenziale, questo è rodaggio. (6/10)
The Last Man On Earth. Stagione 2. Episodio 4.
4. Questa dai, fa sorridere. Carina tutta la messinscena e interessanti le idee. Sembra ci sia stato anche un tentativo di inserimento di trama orizzontale e questo è bene. Ovvio che Tandy è un personaggio di merda. (8/10)
The Leftovers. Stagione 2. Episodio 3.
3. L’episodio è bello, regge bene, stupisce e appassiona fino al crollo della catena, con Laurie strangolatrice e Tommy che is the new Wayne, mosse che non mi hanno convinto più di tanto, anche se i traumi ok, possono mandarti in pappa il cervello (traumissimo essere violentati dal Liv Taylor). Nelle recenze ho letto e aperto gli occhi sul risorto australiano: PUZZA DI MARCIO. (8/10)
The Middle. Stagione 7. Episodio 4.
4. Finalmente Mike sembra dare un senso alle proprie storyline. Bene Sue col coming out di Brad, Axl sottotono con un comportamento da mongoloide troppo nel personaggio anche per lui. (7/10)
The Walking Dead. Stagione 6. Episodio 2.
2. Episodi connessi gli uni agli altri, tanta azione e poche pippe. Personaggi con carisma che vengono fuori, quelli inutili ridicoli come sempre e una situazione che più esplosiva non si può. Io per adesso mi godo l’ottima partenza e i colpi in testa. (9/10)
You’re The Worst. Stagione 2. Episodio 6, 7.
6. Si sorridacchia ma bisogna che accada qualcosa alla svelta a tutti, se no ci si continua a rigirare in alcune trame trite e ritrite. Lindsay se la tira giustamente, ma bisogna salvarla. (7/10)
7. Eccoci finalmente all’episodio che aspettavamo. Prendendo atto che giunge tutto a caso (io pensavo fosse piena), la scrittura di questo bottle episode e l’enorme prova di Aya Cash hanno portato alla rivelazione che temevamo. Il tutto farcito con gli altri malati che colorano la storia. Bravò. (9/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 30, 31.
30. La main story non mi ha appassionato e il resto è il classico John Oliver: fa ridere e informa, ma può essere molto più idiota anche con gli argomenti tosti. (6/10)
31. Ecco, qua mi è già piaciuto di più: intro fresca e folle, satira sul Canada e sul presidente che per dire, il mondo ne è pieno. Il finale è super serio e fa riflettere, internet demmerda. (7/10)

Reality
Survivor: Cambodia. Stagione 31. Episodio 5.
5. Eliminato un personaggio misterioso, per un motivo che più stupido non si può: hai i numeri dalla tua parte e vuoi cambiare le cose… Boh. Bellino il resto, solite storie un po’ trite e ritrite ma ci si diverte anche con le due prove. (7/10)

Musica
Tom Waits – Swordfishtrombones (1983)
Ennesimo disco molto potente e ben strutturato: ballate, pezzi quasi rock e melodie canticchiabili e memorabili. Siamo nella fase matura.

Alla prossima settimana,
Boss.


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite