Archive for the 'Oneohtrix Point Never' Category

Settimana 316: 27/06 – 03/07

Serie TV
Game Of Thrones. Stagione 6. Episodio 10.
10. Va bene, cosa possiamo volere di più. Bomba immensa e Cersei ok, Jon e le sue origini nonché King In The North, i draghi che arrivano, Varys che viaggia alla velocità del vento, Arya e la vendetta… Un sacco di confusione per qualcosa. Stona solo la velocità degli eventi. (9/10)
Orphan Black. Stagione 4. Episodio 1, 2, 3, 4, 5.
1. Ecco tornati al manifesto di Tatiana Maslany! La quarta stagione inizia con un inaspettato e intrigato tuffo nel passato che necessita dell’andare a leggersi qualcosina. Fila tutto liscio, funziona, e ci si gasa per il proseguio avendo ottenuto tasselli importanti. (8/10)
2. L’intreccio col passato si fa leggermente complicato, ma funziona e fa passare in secondo piano le varie casualità. La storia è un bell’intrigo e Tatiana gnocca forte. Si stanno gettando le basi. (7/10)
3. Noiosettino diciamolo: la storia si aderisce sul guardare i filmati della vecchia Beth, sul bego nella guancia e su qualche wtf di vecchie conoscenze. Bene Alison, sempre spassosa. (6/10)
4. Incastri di storie, passato, cloni a go-go, non un deciso punto di arrivo. Il mood dell’inizio stagione si sta perdendo e l’eccessiva intricatura della trama fa un po’ perdere il filo. Tatiana in grado di tenere altissima l’attenzione. (6/10)
5. Finiamo nell’istituto magico dei bambini per vedere lo show della bionda (BONA TATIANA, BONA) con Paul, mentre fuori Sarah e le sue menate con Felix. Avrà ragione lei, scommettiamo? Bacio finale no comment. (6/10)
Preacher. Stagione 1. Episodio 5.
5. Cold open da professionisti, tizi dall’alto che parlano con Preacher (potevano parlarci subito), si scopre che Tulip è la ex e il potere sembra non funzionare col pelato. Un po’ poco. (6/10)
Silicon Valley. Stagione 3. Episodio 10.
10. Oh, non ci si può lamentare per un episodio finale così, ma ho trovato un’eccessiva velocità degli eventi: utenti comprati, sgamata, probabile vendita no, tutto a rotoli, compra con colpo di scena, siamo da capo con un’altra cosa. Un po’ troppo inidirizzato. Potenziale futuro. (7/10)
Voltron: Legendary Defender. Stagione 1. Episodio 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8.
1. Il primo episodio è un pippone incredibile che serve a presentare l’ambiente, recuperare i leoni e inquadrare il nemico. I ricordi sono tanti, le battute anche carine, seppur sembra paese il tentativo di imitare l’anime. Un’ora e dieci È TROPPO. (6/10)
2. Il formato da cartone rende più giustizia, buono il comparto comico e quello riguardante l’inquadratura dei caratteri. Accade il nulla, sembra già fillerone. (7/10)
3. Prima battaglia da sfida classica di cartone animato. Ok complessivamente, bene le scene d’azione. (7/10)
4. Interessante lo sviluppo della trama orizzontale, gestito bene l’attacco al castello in un episodio non autoconclusivo. Molto bambinesco. (7/10)
5. Seconda parte dell’episodio con qualche buona scena d’azione del pià classico buoni contro cattivi. Mi sono addormentato tanto causa anche trip mentali e familiari della ragazza-uoma. (6/10)
6. Prima insufficienza in un episodio che in sé non è tremendo, ma va a parare dove ci si aspetta fin da subito. Per questo c’è poca inventiva e la risoluzione risulta scontata. (5/10)
7. Risoluzioni banalotte di una situazione complicata e poco spazio a Voltron, ma episodio cartonescamente decente, con buone scene d’azione. I dialoghi sono semplici ma efficaci. (6/10)
8. Battaglia decente, design del mostro intelligente e Voltron per ora si dimostra scarso… La chiude il pianeta. Ma ok, è originale. (7/10)
Wayward Pines. Stagione 2. Episodio 6.
6. Con non so quanti episodi di ritardo, i nostri capiscono che gli Abbies sono più intelligenti di loro. Ciò non cambia che ci si annoia a morte pura avendo sangue a go-go. Muore uno degli ultimi rimasugli della prima stagione (madre senza mai senso) e il finale preannuncia guerra. Yawn. (5/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 3. Episodio 17.
17. Argomenti interessanti anche se profumano di guerra fredda mascherata dai propri casi di doping. Spot finale carino, battuta su Friday Night Lights TOP. (7/10)

Musica
Oneohtrix Point Never – Garden Of Delete (2015)
Troppo complicato per me, pur avendo momenti interessanti.

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 84: 16/01 – 22/01

Serie TV
Friends
. Stagione 3. Episodi 21, 22, 23, 24, 25.
21. Il pucci pucci tra Ross e Rachel ricomincia, bene. Tanto carina quanto assurda la storyline di Chandler e Joey. Bene anche Monica che si affaccia ad una nuova delusione. La cucina la ricordavo, ho paura che la rivedrò spesso. (8/10)
22. Episodio di transizione, ottimo soprattutto per il finale dell’opera di Joey. Il resto varia tra gag ben scritte e lascia in disparte Phoebe, rendendo il tutto molto più gradevole. Ottima l’anatra, come al solito. (8/10)
23. Bella la soryline di Phoebe. Ho detto tutto. Anche Monica mi è piaciuta molto, si prospetta un finale di stagione interessante, speriamo senza troppo Ross-Rachel. (8/10)
24. Non tanto sensata tutta la manfrina di Pete, messa in atto per fare del male al mio amore Monica. Ottimo Chandler (ma va?) e ancora pucci pucci tra Ross e Rachel: ho paura per il finale. Sto rivalutando Phoebe, sparatemi. (7/10)
25. Ahhh, er mistero! Finale con super segreti: Ross-Rachel, madre di Phoebe (chissenefrega) e primi segnali di Monica e Chandler?! Stagione solida e finale degno. (8/10)
Once Upon A Time. Stagione 1. Episodio 9.
9. Davvero interessante l’innesto di Hansel e Gretel ma troppo pacchiano il racconto della loro favola. Nella realtà il tutto si muove dentro canoni e ambienti prevedibili, semplificando il discorso con scene col vile intento di commuovere. Non ci riesce ma porta a casa la pagnotta, ricoperta di mistero INTENSO sul finale. Per fortuna non è il padre di Henry. (6/10)
How I Met Your Mother. Stagione 7. Episodio 14.
14. Ci sono punti di alto livello-risata (le sigle e qualche piccolo sketch), il resto soffre un po’ i problemi della stagione: alto potenziale che non ingrana né dal punto di vista della comicità, né dal punto di vista dell’emozione. Karl Penn inguardabile, osceno, fuori ruolo e pessimo attore. (7/10)
Boardwalk Empire. Stagione 2. Episodi 6, 7, 8.
6. Finalmente si contrabbanda un po’ di alcol. Interessanti gli intrighi tra le gang, interessante la politica del caso Nucky, interessante anche la parentesi di Van Alden e di Paz che partorisce da sola (godendo). Alcune cose sono prevedibili, ma il macellaio, Pitt e Buscemi tengono alto il livello e l’interesse. (8/10)
7. Episodio che apre alcuni fronti e getta nuova benzina sul fuoco. Apre al rapporto tra Margareth e la sua famiglia (e apre le gambe a qualcun’altro), apre a nuovi scenari malavitosi e apre alla reazione di Nucky, che scampa alla morte. Questa scena, la più intensa, soffre di prevedibilità: la morte di Buscemi avrebbe potuto sconvolgere il baraccone, ma si è deciso di non giocare questa pesante carta. (Da notare il foro nella mano di Nucky dopo lo sparo: tecnicamente un capolavoro). (8/10)
8. Ecco qua quello che ci vuole. In una puntata dove vengono toccati i sentimenti di Nucky attraverso la morte del padre (Buscemi piange, scena HORROR), riescono a smuovere la situazione con una mossa azzardata. Le dimissioni del tesoriere sembrano un’arresa, ma sono solo un pretesto per venare il personaggio di sana cattiveria. Il resto passa inosservato. (8/10)
Alcatraz. Stagione 1. Episodi 1, 2.
1. Hype (non fortissimo a dir la verità) per il solito nuovo prodotto bollato il solito JJ Abrams. Buon potenziale, buona protagonista, buon Garcia (anche se nerd): il problema sta nel solito difetto di tutti i pilot. Spiegone, trovate WTF e sospensione della credulità. (6/10)
2. Il secondo non si discosta dal precedente, ma saltano all’occhio dei difetti: scrittura più frettolosa del solito e sceneggiatura con qualche buco. L’ex Jurassic Park è completamente fuori luogo e non basta il cliffangherone finale per aumentare l’ansia e la tensione. Vedremo se crescerà l’affinità con i personaggi. (5/10)
Fringe. Stagione 4. Episodio 8.
8. Dopo la cavalcata-recupero dei mesi scorsi, eccomi al primo episodio “in diretta”. Il senso di smarrimento in questa stagione, è per me personalmente amplificato da un’astinenza che non ho mai provato. Fatico a destreggiarmi tra situazioni e storyline, trovando alcune scelte discutibili. Non ci sono più i personaggi che amavo e non posso far altro che sperare in un ritorno alle origini. Mi serve tempo per metabolizzare. (6/10)
Enlightened. Stagione 1. Episodio 1, 2, 3, 4.
1. Prima comedy HBO che guardo dopo Sex And The City (che per me era super-comedy). Sono sconcertato. Non critico le doti dell’attrice e della braracca, ma questa serie non fa ridere. Il pilot non inquadra la situazione come dovrebbe e non riesco a capire dove si voglia andare a parare. (6/10)
2. Continuo ad apprezzare l’attrice ma a non capire il senso di questo prodotto. Mi mette in uno stato di pseudo angoscia rilassata ed è una sensazione strana. Certo che se i nuovi colleghi devono far ridere hanno sbagliato alla grande. (5/10)
3. Mi sbilancio? Mi sbilancio. Decisamente l’episodio migliore fin’ora, tocca tutti i tasti che possono suonarmi graditi: demenza, sentimenti, trama perfetta e una conclusione degna. Qui si vede finalmente il potenziale: è già qualcosa. (8/10)
4. Episodio amarissimo, colpa di una trama non convincente e di un marito che non mi convince per nulla. Altra caduta dopo quello che pensavo fosse un picco che avrebbe potuto lanciare la serie. Niente davvero da segnalare. (5/10)

Musica
Camille – Ilo Veyou (2011)
L’unica cosa francese che mi piace. Il nuovo lavoro è un caleidoscopio di emozioni e sperimentazioni, supportate da una voce degna di essere chiamata tale. Non si discosta dai lavori precedenti, anche se si semplifica rispetto all’ultimo prodotto. Promosso a pienissimi voti.
Katy B – On A Mission (2011)
Decisamente non il mio suono. Un pop-dance che fa sanguinare le orecchie, degno dei peggiori club del mondo. Niente di innovativo, si salva la voce ma non basta.
Oneohtrix Point Never – Replica (2011)
Già non avevo capito il precedente, questo men che meno. Confusione allo stato puro, sperimentazioni fallite e solo un brano degno di essere definito come tale. Da ascoltare in mezzo alla nebbia per trovarci un senso.

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 28: 20/12 – 26/12

Serie TV
30 Rock
. Stagione 2. Episodi 6, 7, 8, 9.
6. Questo ha delle chiare influenze politiche che, decontestualizzato e delocalizzato forse non rende al massimo. Certo che di guest star in questa serie ce ne sono un beeeel po’!
7. Episodio carino, in linea con la stagione.
8. Edie Falco mi piace un sacco, ma so che non durerà. Episodio delizioso.
9. Puntata natalizia con un messaggio di Tracy memorabile: “per essere normali bisogna diventare pazzi”.

Musica
Robyn – Body Talk Pt. 2 (2010)
Un bel cesso valà. Successo immeritato, a pare un brano il resto è feccia.
Robyn – Body Talk (2010)
Questo doveva essere il lavoro finale? Poteva tranquillamente evitare di fare un progetto del genere. I pochi pezzi che si salvano sono così tanto pop che fanno storcere il naso.
Erykah Badu – New Amerykah Part Two (Reurn Of The Ankh) (2010)
Sì ok, ha una bella voce e magari ha fatto un pezzetto di storia, però l’album non colpisce e non esalta.
No Age – Everything In Between (2010)
Di dischi così ne sentirò venti all’anno. Monocorde e senza picchi. Proverò ad ascoltarlo meglio.
Oneohtrix Point Never – Returnal (2010)
Questo non ho capito cosa fa.

Alla prossima settimana,
Boss.


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite