Archive for the 'Fuck Buttons' Category

Settimana 215: 21/07 – 27/07

Serie TV
The Last Ship. Stagione 1. Episodio 5.
5. Primo episodio insufficiente. La ricerca delle scimmie avrebbe potuto creare tasti molto più divertenti da premere, il risultato è un’accozzaglia di scene prevedibili e noiose, con un finale americanissimo ma da poracci. Così va male. (5/10)
The Leftovers. Stagione 1. Episodio 4.
4. Mah, cosa c’è di convincente in questo prodotto? Poco. Già al quarto episodio si salvano pochi elementi e di questi alcuni sono troppo stupidi (i gemelli e la loro fuga in macchina). Bene il finale con il furto di foto o il regalo dell’accendino, ma manca coralità e uno scopo. (6/10)
Under The Dome. Stagione 2. Episodio 4.
4. Oh, la storia fa schifo, sia chiaro, per colpa del virus meno credibile dell’umanità e della scienziata più inculenta della storia, ma il deciso passo avanti sulla madre di Junior e sui misteri della cupola si fa sentire e giunge al momento giusto. Attori cagnissimi. (5/10)
Defiance. Stagione 2. Episodio 6.
6. Esiste qualcosa di più brutto del finale? Tommy viene scaricato dalla morosa SUPERBITCH che si fa trombare da Nolan che oramai se le è trombate tutte. Nei bianchi si muove il sistema “donne alla ribalta”, un plot interessantissimo nel 2014. Il resto è una caccia a una tizia di energia che serve a spendere dei soldi in CGI. Ma perché?! Addio, Churchill, eri l’unico che salvavo insieme alle tette della Benz. (3/10)
Rectify. Stagione 2. Episodio 6.
6. Continua la cavalcata della perla. Il nuovo tizio continua ad essere un’ottima spalla per Daniel, impersonato magnificamente da un Aden Young da applausi. Bene anche Ted Jr. alle prese con la gravidanza, ma personaggio troppo facile da odiare. Festa di compleanno bomba anche se prevedibile negli sviluppi. (8/10)
Utopia. Serie 2. Episodio 3.
3. Un filo di caos con le varie parti, ma tanti elementi da salvare: gli omicidi, la fuga e il complotto di laboratorio. Bene anche la rivelazione finale seppur prevedibile, colori straordinari come al solito. (8/10)

Musica
Fuck Buttons – Slow Focus (2013)
Ascoltato solo ed esclusivamente per prepararmi un po’ al “concerto” in zona. Che dire: mi aspettavo molto peggio, il sound è duro e non proprio assimilabile, ma si gusta bene in sottofondo e in cuffia, ideale anche per l’ascolto dettagliato. Live regge bene.
Vasco Rossi – Liberi Liberi (1989)
Oh, io ci provo e ci metto della volontà per capire il fenomeno. Qui mi trovo ad ascoltare l’album solo per capire il senso di alcuni brani che sì, sono storici orecchiabili e funzionano, ma il personaggio turba l’ascolto, non c’è niente da fare. Album comunque solido.

Alla prossima settimana,
Boss.


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite