Archive for the 'The Amazing Race: Season 12' Category

Settimana 122: 08/10 – 14/10

Serie TV
Forbrydelsen III. Episodio 1.
1. Dopo il finale della seconda stagione (incasinato, difficile ma potente), torna Sofie Grabol assieme a tutto il baraccone. Si torna sui livelli del primo Forbrydelsen, ma si aumenta la dose. Oltre all’angosciante sparizione della bimba, spuntano altri omicidi in un calderone che riguarda ancora una volta la politica, ma anche i sindacati, una ditta, la crisi e un porto. Qualcuno ha detto The Wire? Davvero un buon inizio. (9/10)
Revolution. Stagione 1. Episodio 4.
4. Mi sbilancio, miglior episodio della stagione. Revolution porta con sé una quantità indescrivibile di piccoli WTF e di elementi senza senso (il tornado, il parco giochi infinito, in tira e molla di Miles, le facce di Charlie), ma nel complesso sembra funzionare. I flashback danno spessore ai personaggi, la Mitchell illumina la scena e il finale aggiunge ancora più carne al fuoco. Unico neo: la morte dell’inglese non aggiunge phatos all’episodio. Con una storia così strappacuore, avrebbe dovuto sconvolgere molto di più. Carta giocata troppo presto. (7/10)
How I Met Your Mother. Stagione 8. Episodio 3.
3. Neanche malaccio. È significativo il ritorno ad una qualità decente coincidente con un ritorno di Barney single. Tutta la sua trama regge, così come quella di Lily e Marshall alla ricerca di una babysitter. Agghiacciante Ted (Victoria è disordinata e lurida? Una pasticcera?) imbrazzante Robin. Ma preferisco vada avanti così piuttosto che lammerda degli scorsi episodi. (6/10)
The Mob Doctor. Stagione 1. Episodio 4.
4. Sarò buono, ma l’episodio è gradevole. Ha i mille difetti di base dei medical drama e la prevedibilità è dietro l’angolo, ma la parte mob con il ritorno di BIRRA Moretti è almeno interessante. Né carne né pesce, ma un’insalatina lo è. (6/10)
Go On. Stagione 1. Episodio 6.
6. Puccioso, funzionale, carino e a tratti profondo. Ha un solo problema: mette sì serenità, ma non fa ridere. Lascia il morale alto, mette di buon umore ma non fa ridere. Gli attori si stanno amalgamando e i personaggi stanno prendendo forma, ma la vena comica ancora latita. (7/10)
Battlestar Galactica. Stagione 3. Episodi 5, 6, 7, 8, 9.
5. Riprendo in mano Battlestar dopo uno hiatus auto-indotto. Si torna a veleggiare sulla flotta e l’argomento principale è la giustizia, oltre alla nuova condizione politica. La storyline di Baltar non convince, ma tutto funziona e c’è spazio anche per qualche lacrima. (9/10)
6. Ottime le interrelazioni tra i personaggi, in un turbinio di sentimenti contrastanti. Ottimo il plot generale con la ricerca del pianeta Terra da parte di tutte le forze in causa, meno bene tutto l’arco di Gaius. Una palla al piede, sempre sull’orlo del sogno e senza davvero mai convincere. (7/10)
7. Episodio dal finale scontato. Un peccato per via del buon sviluppo riguardo il raggiungimento della Terra. Ottimo tutto il resto, dall’identificazione del virus all’ideazione del piano di sterminio (al quale tutto il mondo era arrivato subito). Episodio che pecca di troppa prevedibilità. (7/10)
8. Spunta il collega di Sydney Bristow per dare una ventata di aria fresca ad un episodio centrale della narrazione. Si scopre l’origine dell’attacco dei Cylon, con qualche ombra che rimane per dare il giusto peso emotivo alla vicenda. Il resto non è nulla di esaltante, ma la solidità dell’episodio e dei suoi personaggi oramai è vincolante. (8/10)
9. Ecco un bell’episodio del quale non si sentiva il bisogno. Fillerone tremendo incentrato sul complicato rapporto tra Starbuck e Apollo. Si salva facendoci vedere qualcosa di New Caprica, ma non è abbastanza. Dopo l’inizio turbolento della stagione, i sentimenti fregano meno di zero. O forse sono io che sono arido. (6/10)
The Neighbors. Stagione 1. Episodio 3.
3. Si ride e si ride forte. Trama ancora dozzinale e scontata, ma la trasformazione in real housewife è spettacolare. Più debole la parte maschile, ma il baraccone funziona. (8/10)
30 Rock. Stagione 7. Episodio 2.
2. Inizio sfolgorante e guest star da urlo, ma nella seconda metà l’episodio perde potenza invischiandosi in un complicato win-lose. Si ride di gusto in alcune scene (Liz sessualmente attiva), ma la parte di Jenna è davvero povera di mordente. Ottimo Tracy, sembra un altro attore quest’anno. (7/10)
Last Resort. Stagione 1. Episodio 3.
3. La qualità di regia e fotografia è davvero alta, mai visto tanta nitidezza nelle riprese come qui. L’episodio è tosto come i precedenti, finalmente si vede anche il pazzo narcotrafficante che interagisce con Chaplin. Non ho capito due cose: la missione del sottomarino (perché si è incuneato tra le rocce) e la francese (perché torna indietro). Il fatto che non abbia riguardato per capire  un brutto segno, ma non ditelo in giro. (7/10)
Fringe. Stagione 5. Episodio 3.
3. Mhhh. Incomincia la caccia alle videocassette e la ricerca porta i protagonisti in un campo hi-tech di raccoglitori di storia (mi piace chiamarli così). Il rapporto tra i personaggi e la recitazione è MAESTOSA, ma la trama lascia tanto a desiderare. Una preparazione lunghissima per un finale velocissimo e chiaramente tirato via. Fillerone del quale, a pochi episodi dalla fine, non si sentiva il bisogno. (6/10)
Boss. Stagione 2. Episodio 9.
9. Episodio enorme. Tom, come al solito, torna a tirare fuori incredibili assi dalla manica e a  risollevarsi dopo la batosta del voto. Il racconto è leggermente superficiale (il progetto nasce troppo in fretta) e qualche piccolo sotterfugio non visto complica lo sviluppo. Il finale non lascia intendere nulla di buono ma c’è ancora tanto da raccontare, da Kitty a Sam, da Meredith a Mona, da Zajack al nigga assassino. Ottima la morte della lesbica. (9/10)
It’s Always Sunny In Philadelphia. Stagione 8. Episodio 1.
1. Viene dato respiro alla continuity, ma la gang dopo otto anni è sempre la stessa: nazismo, eutanasia, droghe con una demenza sempre folle. De Vito fa meno schifo del solito e questo è un passo indietro. (7/10)

Reality
Survivor. Stagione 25 (Philippines). Episodio 4.
4. Episodio bomba. La tribe gialla inizia ad essere interessante grazie all’inculenta brasiliana e al ragazzo sbarbato. La rossa mette in piedi alleanze ma resta la meno gradevole (pur essendoci Penner). La blu è una delle migliori tribe della storia. Perdono la prova per pura sfiga (trovarsi alla fine contro un giocatore di baseball) ed eliminano un disperato Russell. Mi mancherà. Jeff in formissima durante la prova. (8/10)
The Amazing Race. Stagione 12. Episodi 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 1o, 11.
1. Mi butto in una nuova avventura. Avevo idea di cosa potesse trattare questo reality e devo dire che l’idea di base non è per niente male. Alcune piccole critiche da neofita che non conosce la serie: presentatore leggermente freddo, caos a non finire con tutte le coppie mischiate tra loro e regole non proprio nitidissime (i pezzi di cacca li contavano alla fine?). Il finale non lascia spazio a riflessioni e la coppia ultima viene eliminata senza se e senza ma. Vediamo se migliora. (6/10)
2. Lo stile resta caotico e le prove sono assurde. Spesso viaggiano tutti insieme e ancora una volta le regole non sono chiarissime. Sarà un problema delle prime puntate? Ottima l’analisi dei rapporti tra le varie coppie, dona un tocco umano al reality. Lacrime per il finale, ma le eliminate erano super tonte seppure simpatiche. (7/10)
3. Si arriva in Africa (ADORO) e ancora una volta la gara è decisa da un animale. Epica la crisi isterica della tizia che si fa rovesciare tutto il latte, come epici i bimbi che imparano le parole in inglese per far vincere la coppia di turno. Fastidiosi all’ennesima potenza i giapponesi, bravi i fratelli di colore con due vittorie su tre. (7/10)
4. No va beh, l’U-turn è una carta troppo facile da giocare per eliminare una coppia dalla gara. Non so se sia colpa del fatto che corrono tutti alla stessa distanza uno dall’altro, ma se il mandare indietro qualcuno equivale a salvarsi non penso sia una gran trovata. Divertenti le prove, commovente la tizia rosa che si mette a piangere: l’avrei fatto anche io. Odiose le bionde e i giappi, incagabili. (7/10)
5. Allora i due fidanzati che litigano sempre e si odiano sono IL TOP. Salutiamo le bitches che si levano dai coglioni con gioia e iniziamo ad odiare nipote e nonno, uno più pirla e odioso dell’altro. Bella la tappa in Lituania, anche se le prove erano molto MEH. (8/10)
6. Eliminata una delle mie coppie preferite per colpa di un aereo. Ottima la cassiera troia che fa ritardare il vecchio col nipote (ben vi sta, siete odiosi), bene tutti gli altri, con la coppia che litiga ancora sugli scudi. I giappi vincono la tappa generando sconforto nell’umanità. (8/10)
7. Enorme colpo di scena! Si arriva in Italia, dove troviamo code in autostrada, gente che non sa l’inglese e le Fiat si scassano tutte. Ho riso dall’inizio alla fine. I gothic non ce la fanno, ma un colpo di scena clamoroso li salva consentendogli di continuare a gareggiare. Carine le prove, giappi sempre odiosi e tizio barbuto con fidanzata minuscola sono troppo degli idoli. (8/10)
8. Fantastico. Episodio adrenalinico (anche grazie al montaggio) e ancora una volta i ghotic non ce la fanno, questa volta per davvero. Peccato che se ne vadano dato che sicuramente erano due dei più tosti della stagione. Bene il resto, con un’incazzatura del padre giappo e gli idoli ancora più idoli. (9/10)
9. Episodio stranissimo. Gli idoli viaggiano con tre ore di ritardo e a loro viene dedicato un commovente segmento finale. Per fortuna si salvano ma con un handicap mostruoso. I giappi stanno migliorando, ma a questo punto tifo per la coppia sempre incazzata nera che litiga di continuo, visto che gli altri non si possono affrontare. (8/10)
10. YES! Tk e Rachel ce l’hanno fatta e ora il mio tifo va verso di loro in maniera sconsiderata. Bene i giappi, più gradevoli del solito e ottimi anche Nate & Jane con i loro litigi ENORMI. Vengono eliminati e questo porterà alla noia nella tappa finale, ma sono ansioso di vedere chi vincerà. (9/10)
11. Il finale è frenetico e meno intenso del previsto. Vincono i miei preferiti e questo giova alla stagione. Prove un po’ meh, ma il gusto di vedere con l’ansia chi taglia il traguardo per primo è davvero tanto. Viene un po’ il magone sul finale, un po’ troppo pucci pucci. (8/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite