Archive for the 'Survivor 30: Worlds Apart' Category

Settimana 258: 18/05 – 24/05

Serie TV
Brooklyn Nine-Nine. Stagione 2. Episodio 23.
23. Bel finale dove si vede che Jake probabilmente soffre meno quando si deve rapportare a un personaggio pressoché serio. Fa sorridere e la parte pucci non disturba. Su tutte vince la storyline di Holt e del suo addio: comico, ben scritto e ben pensato dall’inzio alla fine. Un po’ di hype per l’anno prossimo. (9/10)
Community. Stagione 6. Episodio 11.
11. Ancora una volta Community alle prese con il paintball. Viene gestita bene la storyline principale, con qualcosa di leggermente ridondante e qualche ristrettezza di scrittura. Fila liscio, ci si diverte anche se il neo principale rimangono i personaggi. Piattissimi. (7/10)
Game Of Thrones. Stagione 5. Episodio 6.
6. Ci sono delle svolte: Arya, Tyrion, Sansa che viene violentata in maniera un tantino macabra, Tyrell… Tutto amalgamato bene ma lento, che annega gli sviluppi in una sorta di episodio di transizione. Ok, la scena di Sansa vale il prezzo del biglietto. (8/10)
Helix. Stagione 2. Episodio 3, 4, 5, 6, 7.
3. Oh, io mi aspettavo molto, molto di peggio. Il canovaccio è sempre lo stesso: virus misterioso, luogo chiuso, mostri strani e un bel po’ di mistero. Il calo dei sussurri di Alan però fa rimanere alta l’attenzione. Se ci mettiamo anche l’orda di bambini lapidatori… (6/10)
4. C’ho provato a salvarlo, ma… La musichetta durante la scena di pesca, la ridicola morte di Hataki con tanto di battaglia samurai che col fungo c’entra NULLA, il tizio in mezzo alle api a caso… Tutte scene top, si inizia a fare il giro. (4/10)
5. Inizia a calare l’interesse visto che il disegno si fa troppo largo con Ilaria mica Ilaria. I fratelli si scontrano, la vecchia muore palesemente, il miele chissene e il pelato fa casino per delle seghe. Il finale mi ha colto disattento: non mi aspettavo l’immortalità prolungata. (5/10)
6. Boh. Tizio immortale è il padre di tutti e scopa con le figlie. Una non vuole allora avvelena tutti. Tutto mentre il fratello è chiuso nella botola e gli altri fanno analisi su campioni di non si sa cosa. Fuori dall’isola siamo al livello di Utopia fatto male. (5/10)
7. La scena finale è effettivamente inquietante, ma ho perso un po’ il filo del discorso. Alan attacca sotto droghe la tizia che sembra aver perso il bambino. Altra gente si imprigiona e si libera a caso poi c’è l’omicidio di massa. Boh. (5/10)
Inside Amy Schumer. Stagione 3. Episodio 5.
5. Soliti spezzoni: Amy dimostra di avere un problema con i culi (son d’accordo) e fa una parodia geniali dei concorsi di bellezza per bimbe. L’insieme di donne che sparlano sa di già visto e l’intervista è un po’ fottesega. (7/10)
Louie. Stagione 5. Episodio 7.
7. Questi sono i veri e propri racconti di Louie. Sembra autodescriversi come un frustrato spocchioso, ma i momenti surreali correggono il tiro: la distruzione della valigia e l’autista in lacrime mi hanno steso. (8/10)
Mad Men. Stagione 7. Episodio 14.
14. La fine di un’era. L’episodio finale funziona benissimo, è quasi perfetto: molti personaggi trovano una conclusione di quello che è stato un arco narrativo non legato agli ultimi minuti. L’unico neo è Don: arzigogolato dentro qualcosa che non è mai stato suo, regala un sorriso che sembra essere l’inizio del cambiamento. Dà speranza, lo semplifica ma ecco… Un Don che fa yoga e via non me lo sarei aspettato. Grazie per Peggy. (8/10)
Silicon Valley. Stagione 2. Episodio 6.
6. Mi sbilancio: sarebbe un episodio da otto ma credo si meriti di più. Funziona tutto: l’opportunità, i problemi emotivi, l’aspetto comico e il finale col colpo di scena. C’è solo da sperare che si possa fare ancora meglio. (9/10)
The Following. Stagione 3. Episodio 14, 15.
14. Boh, l’ho appena finito di guardare e manco mi ricordo cosa sia successo. Ah sì: ci si avvicina alla fine quindi Theo deve per forza vendicarsi nell’ultimo episodio e quindi fa un po’ di casino e scappa. Mike non si sa come stia, viene rispolverato un personaggio in disuso. Muore una cattiva inutile, per il resto inseguimenti e sparatorie ridicole. (4/10)
15. Finale WTF come solo The Trollowing sa fare. La capa dell’FBI svolta improvvisamente il partito e inizia a caso a lavorare per gli avversari. Tra un prendi e molla che veramente, l’FBI andrebbe sciolta per manifesta incapacita, Ryan Hardy si salva da un tuffo da un ponte e decide di darsi per morto onde sconfiggere un’organizzazione spuntata fuori l’ultimo quarto d’ora. Ne avrebbero avuto ancora per un’altra stagione, per fortuna È ARRIVATA LA MERITATA CANCELLAZIONE. CHE. SCHIFO. (4/10)
Wayward Pines. Episodio 2.
2. Continua a ricordarmi Persons Unknown. L’unica cosa che non mi convince è la figura del protagonista: imprigionato all’interno di un luogo senza senso, dove se scappi ti ammazzano, la prima cosa che fai è scappare? Boh, mi convince solo il cast e l’atmosfera, il finale è duro. (7/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 14.
14. Si sputa ancora un po’ su Blatter e sull’Australia e il segmento centrale tratta un argomento interessante come gli allevatori di galline. Ci siamo intrattenuti bene. (7/10)

Reality
Survivor: Worlds Apart. Stagione 30. Episodio 14, 15.
14. Cheppalle, fola lunghissima con gente di cui comunque fottesega. Sono arrivato a fare il tifo per Mike che per fortuna vince tutto a mani basse, senza rivali. Il resto è blanda strategia condita da ottime prove. (7/10)
15. DATEMI JIM DI NUOVO. La sua non collocazione ha rovinato tutto, anzi no: la reunion oramai è una tristezza se non fosse per DAN DEMOLITO DA JEFF (godo). Il resto ha fatto schifo come il cast, così come lo schoolyard pick per quelli con la seconda chance. (5/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 257: 11/05 – 17/05

Serie TV
Brooklyn Nine-Nine. Stagione 2. Episodio 22.
22. Bel finale grazie a un finalmente attivo e gasante captain Holt. L’indagine diverte grazie a lui visto che le battute di Peralta & co. rindondano su loro stesse. Bene al distretto. “Colpo di scena” finale prevedibile, ma con sorpresa. Vedremo il season finale cosa regalerà. (8/10)
Community. Stagione 6. Episodio 10.
10. Adesso proverò a leggere qualche recensione in giro perché ho paura di non essere in grado di comprendere episodi del genere. Tutta la trafila di Abed, con tanto di futuro e passato non diverte manco per un secondo. Il resto del cast opera nel camper che dà spunti interessanti ma mal gestiti. La mano è un momento pucci, ma anche no. (5/10)
Game Of Thrones. Stagione 5. Episodio 5.
5. Episodio scollatissimo, moscio e con poco mordente. Cosine accadono sempre: la barriera, Khaleesi, Sansa e il nano… Ma a qualcuno frega qualcosa? La malattia poi degli uomini di pietra, cazzo fa? (6/10)
Girls. Stagione 4. Episodio 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10.
3. Bravi tutti: dialoghi ascoltabili (a parte il solito drama letterario di Hannah), Marnie quasi accettabile e la coppia che scoppia Jessa-Adam. Non si capisce bene dove si voglia andare a parare, ma le strade sembrano stabilite. (7/10)
4. Cos’è, c’han messo anche il colpo di scena? Episodio solido: shopping, Hannah che soffre quel corso senza gran senso, Marnie sempre più odiosa e il colpo di scena finale. C’è anche una buona sfera comica nel tutto… Boh, mi è piaciuto. (8/10)
5. Chi se l’aspettava? Hannah abbandona il corso e torna a NY, ovviamente per palesi motivi di trama e ambientazione. Al suo ritorno trova Britta come nuova fiamma di Adam e ci troviamo spiazzati quanto lei. Gradevole la gestione del dramma, MARNIE MIODDIO CHE ODIO. (8/10)
6. La storyline più interessante è quella di Ray tutta la vita. Quella di Hannah evolve, le altre continuano a muoversi sempre all’interno degli stessi confini, c’è rischio di ridondanza ma per la pochezza delle stagioni precedenti ci si accontenta. (8/10)
7. Ho paura che Mimi-Rose abbia già rotto la minchia. L’episodio parte bene, ma cade nella solita serata Newyorkese fatta di posti a caso e dialoghi a casissimo. La lavanderia è la scena più assurda ma almeno c’è poca Marnie. (7/10)
8. Dai va beh Marnie che si sposa è RIDICOLA. Le altre storyline parlano di relazioni: Sosh, la madre e soprattutto il padre che si scopre gay. Va beh. (7/10)
9. Non male: l’episodio porta avanti le proprie storyline in maniera divertente e perlomeno coerente con il mood della stagione. Contento per Ray, in balia per Hannah, agghiacciato da Jessa e Adam, ODIO MARNIE. (8/10)
10. Forse il miglior episodio della stagione: fa ridere, fa riflettere su cose con un senso, fa fare passi avanti ai personaggi, pone qualche paletto. Mi sbilancio col voto come premio a una stagione capace di risvegliare le potenzialità della serie. (9/10)
Helix. Stagione 2. Episodio 1, 2.
1. Mah, guarda, se devo essere intrigato dal mistero e dal checcazz’è posso anche esserci dentro. Se devo guardare a quanto mi interessa sapere come tireranno avanti la pagliacciata dell’anno scorso mi vien da piangere. Cast meno orribile del solito, sbalzi temporali re della confusione. (6/10)
2. Beh, il mood resta lo stesso: tante cagatine a caso e mosse senza senso, copiate spudorate dalla prima stagione ma ancora così schifo non fa, soprattutto grazie all’iper mistero uoooo che c’è dietro. (6/10)
Inside Amy Schumer. Stagione 3. Episodio 4.
4. Dopo l’exploit nello scorso episodio, torna la struttura classica fatta di spot, spezzoni satarici, spezzoni comici e l’intervista. Regge bene, benissimo e nessun passo falso. Han pensato tutti di chiavarsi una birra, quindi ok. (8/10)
Louie. Stagione 5. Episodio 6.
6. Quanto amo le figlie di Louie. Episodio magnifico dall’inzio alla fine, trama lineare e momenti comici in ogni angolo. A me piace Louie in qualsiasi sua forma, ma questa è quella che mi piace di più. (10/10)
Mad Men. Stagione 7. Episodio 13.
13. Ma povera la mia Betty. Dico solo una cosa in mezzo al dramma emotivo: mi turba la linea temporale. I salti nel tempo non credo riescano a stringere il racconto ma incuriosiscono dal punto di vista narrativo. Viva Mad Men, povera Betty. (9/10)
Silicon Valley. Stagione 2. Episodio 5.
5. Oh, questo mi è piaciuto forte perché si nerdizza, si ride col tedesco e c’è un problema tecnico tattico che viene risolto in maniera coerente. L’agenzia di modelle sarebbe stato il TOP. (8/10)
The Following. Stagione 3. Episodio 12, 13.
12. Ryan sbronzo che beve in ogni angolo fa riderissimo perché è praticamente sempre lucido. L’indagine va avanti a caso ma giusto nel finale abbiamo un bello scambio di ostaggi che porterà ad un nulla di fatto. Prevedibile. Niggaz morto malissimo idolo. (4/10)
13. Un episodio intero per scambiare due ostaggi in un teatro (?) con tanto di ammanettamenti a cadaveri (?), sparatorie e vodka. Esito più scontato dell’hamburger dell’EXPO. Morti due cattivi, di cui uno ha resistito tipo due stagioni. (4/10)
The Good Wife. Stagione 6. Episodio 22.
22. Un filino caotico l’andirivieni dei personaggi, con il palese scopo di dire addio a Kalinda (che non saluta Cary) e porre le basi per la prossima stagione. Niente di esaltante, ma serviva proprio un episodio così per chiudere una stagioncina controversa. Ma sempre straordinaria. (8/10)
The Middle. Stagione 6. Episodio 24.
24. Ancora piango per il bellissimo e pucciosissimo finale incredibile. Qui abbiamo tutto The Middle: mille problemi, tanto casino MA alla fine tutto torna. Ci rivediamo l’anno prossimo, sarà l’anno di Sue. (10/10)
Wayward Pines. Episodio 1.
1. Come pilot non è neanche tanto terribile: il cast è ottimo (a parte moglie e figlio), la storia è ben costruita e il mistero è tantissimo. La rivelazione finale mi sa di Persons Unknown che alla fine non mi dispiaceva. (7/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 13.
13. Oh, non c’è un cacchio da fare: gli Stati Uniti o tanto bene o tanto male. Vincono gli spezzoni brevi ad interessere e comicità pura, le mascotte un po’ troppe. (7/10)

Reality
Survivor: Worlds Apart. Stagione 30. Episodio 13.
13. Madò che cast orribile… E dire che mi piaceva tantissimo all’inizio. L’episodio sarebbe potuto essere una fucina di emozioni, ma lo zero interesse per questi personaggi rende tutto leggero. Reward col solito piagnino, immunity senza storia e tribal con due colpi di scena. Ma chissene, peccato. (6/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 256: 04/05 – 10/05

Serie TV
Brooklyn Nine-Nine. Stagione 2. Episodio 21.
21. Un nuovo personaggio viene aggiunto senza che rovini l’atmosfera. Senza dubbio la storyline migliore è quella di Terry, compreso il giubbotto che si rompe. Jake e Amy con le loro pucciosità spero che non stanchino. (8/10)
Community. Stagione 6. Episodio 9.
9. Siamo tornati a vedere un episodio brutto. Storyline di base A CASO, un tentativo di creare una trama con colpo di scena finale non riuscito e un cast che sembra non crederci nemmeno più lui. Allo sbaraglio. (5/10)
Game Of Thrones. Stagione 5. Episodio 4.
4. Ser Barrestan crepa assieme a verme grigio? La battaglia finale è ok, ma fondamentalmente fottesega. Le avventure di Jamie che in ogni stagione va a zonzo con qualcuno, aggiunte alle solite trame e tramotte, fanno andare avanti il baraccone con la solita dose di noietta. (7/10)
Girls. Stagione 4. Episodio 1, 2.
1. Buon debutto: storia che fila, si riprende in mano da dove si era arrivati e sembra voler andare in una direzione. Marnie si fa schiavazzare e poi giustamente piange, la odio fortissimo. (8/10)
2. Bene l’arrivo di Hannah in Iowa. Confidenza col nuovo posto, il nuovo corso con discussioni Dunhamesche sulla scrittura e finale con party Girlstyle. Bene. (7/10)
House Of Cards. Stagione 3. Episodio 10, 11, 12, 13.
10. Episodio nel quale sì, ok, succedono cose ma con una cornice di staticità che stona leggermente. Cerco di spiegarmi: tanti piccoli pezzi che portano anche a cambiamenti importanti (Doug, Claire, il tizio spione, Frank sessualmente intrigato) ma che non sembrano muovere più di tanto lo status quo. (7/10)
11. Eccoci al primo episodio prepotente della stagione. Il dibattito mi è piaciuto, Frank non si può tifare e inizia a far crollare il proprio castello. Ora siamo davvero incuriositi da come andrà. Benissimo Robin, davvero maestosa. Remy cazzo fai? (9/10)
12. Finalmente Frank un po’ cazzuto e finalmente il ritorno di Doug che GASA. Si inizia a spingere ed ora fremo nel vedere l’annuncio di Claire. Tante sfaccettature di una storia quest’anno lenta, ma incastrate bene. (8/10)
13. Finalino con parentesi su Doug cruda ma non necessaria e una serie di situazioni che servono a far sbrottare Claire: tutto è in discussione, ma anche chissene. Vogliamo Claire presidente brocca. (7/10)
Inside Amy Schumer. Stagione 3. Episodio 3.
3. Questo andrebbe guardato a prescindere… Al di là del cast che è spettacolare, fa ridere, è scritto da dio, ha senso ed è capace di analizzare in maniera completa la posizione della donna in TV. Brava davvero, Amy. (10/10)
Louie. Stagione 5. Episodio 5.
5. Forse è la prima volta che Louie si butta in maniera così esplicità nel mondo onirico. Fa spesso ridere, soprattutto la battuta sulle api. Carinissimo il finale. (7/10)
Mad Men. Stagione 7. Episodio 12.
12. Peggy e Roger sono molto ok, soprattutto l’entrata finale. L’episodio è Mad Men, sia chiaro, ma la gestione dei tempi della narrazione mi manda in subbuglio: il cambio di uffici è quasi repentino, quello di Joan stupisce nella sua fretta. Don fatica a trovarsi e fa un viaggio della speranza, infranta? (8/10)
Silicon Valley. Stagione 2. Episodio 4.
4. Stupisce sempre la sua capacità di raccontare cose sempre nuove. Regge bene alle varie interazioni ma paga l’aspetto sempre troppo macchiettistico dei personaggi. (7/10)
The Following. Stagione 3. Episodio 11.
11. Oramai in vacca superpesa, gli autori ci regalano Ryan Hardy alcolizzato che indaga a caso e fa terra bruciata intorno a sé… Però riesce ad evitare che ammazzino una! Tutto un po’ a caso, ma il finale è bellissimo: il tizio dell’FBI che ammazza quella che lo scopre per aver rubato il pc e Ryan invitato a bere dal fantasma di Joe. WOW. (3/10)
The Good Wife. Stagione 6. Episodio 21.
21. Siamo a meno uno da quello che tutti speriamo non sia l’ultimo episodio di sempre. Ci viene gettata una luce sul futuro guardando al passato, in un caso che può appassionare grazie ai suoi mille cavilli. La centricità di Alicia è sempre gradita. (8/10)
The Last Man On Earth. Stagione 1. Episodio 13.
13. Salviamo il momento puccio, ma c’è da dire che l’episodio regge bene come season finale. È solido, pone dei punti e delle questioni sfruttando anche i personaggi. Serviva un maschio alpha per creare del casino. Il fratello astronauta fa riderissimo. (8/10)
The Middle. Stagione 6. Episodio 23.
23. Solita pucciosità finale che alza il livello di un episodio comunque divertente, soprattutto grazie a Mike su internet e ad Axl col suo libretto. Ancora rido. (8/10)
The Red Road. Stagione 2. Episodio 6.
6. Finalone da tanti punti di vista: la fuga, il dramma psicologico, la rivelazione e il finale cruento e cattivo: finisse così sarebbe veramente uno spreco. Quest’anno, con una strada delineata han fatto un buon lavoro. (9/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 12.
12. Meno male che non devo fare quei test lì del cazzo. Solito episodio di John Oliver, del tipo un po’ in sordina ma poi arriva la scimmia. (7/10)

Reality
Survivor: Worlds Apart. Stagione 30. Episodio 12.
12. Sufficienza perché le prove sono ok, ma il cast è veramente ORRIBILE. Ron col suo merdoso compleanno, Dan, WILL… Agghiaccianti. Mama C è odiosa, ma fa una cosa che dà speranza: gioca. (6/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 255: 27/04 – 03/05

Serie TV
Brooklyn Nine-Nine. Stagione 2. Episodio 20.
20. Rosa e il comandante, quella sgnoccola di Amy e Jake che per una volta, pur essendo ridondante come al solito, non disturba. Si dimostra solido anche dopo una pausa così lunga. (8/10)
Community. Stagione 6. Episodio 8.
8. Tralasciando il momento bazinga, ampiamente compensato dal momento Annie con le mani nelle tette, l’episodio per me regge bene, fa ridere e trasuda il giusto ammontare di genio che mancava da un po’. Chang iper montato è il top. (8/10)
Game Of Thrones. Stagione 5. Episodio 3.
3. Finale molto WTF, ma il resto procede bene: Jon Snow domina la scena mentre Sansa fin’ora serve a qualcosa. Le altre storyline sembrano corollarie, soprattutto quella di Arya che rischia di stancare subito. (7/10)
House Of Cards. Stagione 3. Episodio 7, 8, 9.
7. Il lasso temporale che va e viene. L’episodio mi è piaciuto soprattutto grazie ai monaci che c’entrano poco, ma fanno qualcosa di incredibile. L’episodio regge bene sulla coppia presidenziale e, pur essendo troppo puccioso, manda avanti tutto con stile e classe. (8/10)
8. Finale prevedibilino, ma è gradevole il ritorno di Frank oltre che la palese posizione di Doug (tenuta in disparte). Politicamente episodio gradevole, srittore interessante. (7/10)
9. Episodio politicissimo, ma sono gasato per i casini che si possono generare con la russia. Il dramma di Doug duole, il nigga fermato fa dispiacere e Meechum idolo. Altro episodio solido. (8/10)
Inside Amy Schumer. Stagione 3. Episodio 2.
2. Video incredibile, spezzoni divertenti in stile Amy (il rapper mi ha steso). Inutile l’intervista che non apre tanto la mente ma intrattiene giusto quei due minuti. Voglio la bambola di Amy. (8/10)
Louie. Stagione 5. Episodio 4.
4. Louie picchiato da una donna e ovviamente chiunque lo piglia per il culoahahah. Meraviglioso Louie prima e dopo: alla veglia, a casa del fratello e con Pamela in versione DONNA. TOP. Della serie gufiamocela. (8/10)
Mad Men. Stagione 7. Episodio 11.
11. Ho sempre amato le dinamiche lavorative di Mad Men e, per l’ennesima volta, il cast si trova a superare una situazione difficile. Suona in maniera agrodolce, ma i rapporti tra i personaggi brillano di luce propria. Toccante Peggy, enorme Roger, fantastici Don e Joan. Vecchie sensazioni. (9/10)
Silicon Valley. Stagione 2. Episodio 3.
3. C’è sempre un rischio quando viene inserito un personaggio con un carattere del genere all’interno di un sistema oliato. In questo caso il lavoro è stato fatto in maniera egregia: la storia va avanti in maniera convincente, con alcune trovate funzionali. (8/10)
The Following. Stagione 3. Episodio 10.
10. Attenzione, forse siamo al punto di svolta. Sarebbe episodio da nove per tutte le risate che mi han fatto fare: la fintissima scazzottata in prigione, i drammi di Ryan Hardy alla fine trollato dall’alcolismo e un confronto con Joe RIDICOLISSIMO. Quasi quasi spero non finisca più. (3/10)
The Good Wife. Stagione 6. Episodio 20.
20. Ennesimo episodio enorme, soprattutto dal punto di vista delle emozioni: Alicia e la diatriba con Diane & co, gli addii di Kalinda, vittima per troppo tempo di una struttura labile intorno a sé. Alicia distrutta, povera donna. (9/10)
The Last Man On Earth. Stagione 1. Episodio 12.
12. La scena finale di sesso mi ha fatto ridere e il resto dell’episodio è meno fastidioso del solito, se non fosse che TUTTI vogliono scopare e vogliono scopare e lo scopo finale è che qualcuno scopi. Altro no? (7/10)
The Middle. Stagione 6. Episodio 22.
22. Classico episodio themiddleiano, con i personaggi implicati nelle loro storyline. Ridere quella di Frankie, fantastica quella di Brick e Axl, un po’ a caso ma ben fatta (con Eden Sher in versione topa). Pucciosità ok. (8/10)
The Red Road. Stagione 2. Episodio 4, 5.
4. Oh, cosa volete: a me piace. La questione del casinò intriga grazie al nuovo personaggio tanto quanto le rivelazioni sullo scarto di rifiuti tossici. Ok, sono storyline banali, ma fatte bene. Momoa ancora una volta nel posto sbagliato al momento sbagliato. (8/10)
5. Episodio che intrattiene bene. Dalla vernice nella montagna alla fuga di Junior, gradevole, alla caccia nel bosco e alla moglie pazza che scopre non essere così pazza. La schizzofrenia non deve essere facile da gestire su schermo, qui è ok. (8/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 11.
11. John Oliver ci regala la solita intro incredibile con argomenti a caso e un approfondimento sulla “moda a basso costo”. Cose che si sapevano, ma ora si sanno meglio. (8/10)

Reality
Survivor: Worlds Apart. Stagione 30. Episodio 11.
11. Tribal council da urlicchio, la mossa di Mike gli fa guadagnare tantissimi punti. Peccato che il cast faccia così pena da far passare quasi tutto in secondo piano. Odio chiunque, su tutti Dan. (8/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

 


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite