Archive for the 'Duck Dynasty' Category

Settimana 218: 11/08 – 17/08

Serie TV
The Last Ship. Stagione 1. Episodio 8.
8. Può avere mille difetti (il piano perfetto pur improvvisato) ma questo è stato un episodione per gli standard della serie. Tanta azione, un po’ di ansia e adrenalina e un finale che puzza di fine stagione a due dalla fine. Americanissimo alla massima potenza ma la nave dei russi (stupidi e puzzolenti) KABOOM BANG RATTATATA. (9/10)
The Leftovers. Stagione 1. Episodio 7.
7. Mhh, dove vuole andare a parare ancora non si sa, ma in questo episodio abbiamo comunque qualche bel passo avanti: tizio con padre pazzo sembra pazzo pure lui, il tizio scopre che l’abbraciatore ha un harem di cinesi incinte e si ribella, si vedono le tette di Nora. Cosa è successo quella notte? Tanto mistero, avanti così. (7/10)
Under The Dome. Stagione 2. Episodio 7.
7. Ancora tutti schiavi dell’UOVO ROSA. La voragine si rivela essere il prevedibilissimo portale verso la città fuori dalla cupola. L’attenzione si divide quindi tra dentro e fuori: dentro fottesega, fuori si incontra chiunque, tra gente ovviamente viva e genitori che non c’entrano un cazzo. Ah: c’è pure una botola! (4/10)
Defiance. Stagione 2. Episodio 9.
9. Do la sufficienza anche a questo episodio solo per due motivi: la tristissima prova di Miona Kirshner, alle prese con interpretazioni imbarazzanti dell’amnesia, e il colpo di scena che non mi aspettavo. Addio Mia, è stato bello rivederti al volo così a caso. (6/10)
Rectify. Stagione 2. Episodio 9.
9. Siamo vicini alla fine e dobbiamo dirlo: l’episodio che ha come cardine il litigio tra Tawney e Teddy aveva un potenziale noia infinito. Invece si è dimostrato più solido del previsto, appassionante e coinvolgente. Bene anche tutto l’aspetto legale e relazionale, vero punto di forza della serie. (8/10)
Daria. Stagione 2. Episodi 1.
1. Riprendo in mano Daria con la seconda stagione che inizia nel migliore dei modi. Un bel contest artistico, con tanto contenuto e qualche bella trovata geniale in profondità. Il messaggio è chiaro ed è ben riuscito. (8/10)
Utopia. Serie 2. Episodio 6.
6. Mhh, ecco lo sapevo: finale prevedibile con Wilson che diventa il nuovo villain. Il nuovo piano per la prossima stagione non convince, anche se il finale regge con i suoi colpi di scena non di grande impatto ma solidi. La morte di qualche personaggio tattico mantiene alta l’attenzione, ma la puzza di brodo allungato si sente, eccome. (7/10)

Reality
Duck Dynasty. Stagione 6. Episodio 9.
9. Doppio episodio come finale di stagione e ci troviamo di fronte al compleanno di Willie. Il premio lo vince Goodwin a prescindere, ma è qui che DD esprime il suo massimo potenziale: le follie dei redneck ricchi fatte per la famiglia. (8/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

 

Annunci

Settimana 217: 04/08 – 10/08

Serie TV
The Last Ship. Stagione 1. Episodio 7.
7. Do un voto alto solo perché nel finale ci sono casato. La ciurma trova una tizia immune su una barca nell’esatto momento in cui spuntano fuori i Russi (sempre graditi). Il resto son le solite scene di comando. (7/10)
The Leftovers. Stagione 1. Episodio 6.
6. Ecco, questo direi essere il primo episodio che funziona davvero, dall’inizio alla fine. Splendido cold open, buon sviluppo (anche se un po’ dispersivo, tutta la fola del party), finale a sorpresa, ma che incastra alcune pedine inaspettate in maniera credibile. Così è ok. (8/10)
Under The Dome. Stagione 2. Episodio 6.
6. È tornato a spuntar fuori l’uovo rosa. Poi boh, assistiamo all’ennesima rivelazione inutile, all’ennesima morte (che poi morte non sarà) e all’ennesima crisi all’interno della cupola, risolta da un Big Jim che non serve a un cazzo. L’ho già detto che odio Karla Crome? (3/10)
Defiance. Stagione 2. Episodio 8.
8. Fa sempre tutto cagarissimo, ma ragazzi… Non me lo sarei mai aspettto: È TORNATA MIA KIRSHNER!! EVVIVA! Torna quindi l’unica ragione per la quale guardavo Merdiance, speriamo che adesso si aprano storyline decenti e con un senso. Non se ne può più di Iriza e delle sue visioni pippa. (6/10)
Rectify. Stagione 2. Episodio 8.
8. Bello scontro tra Daniel e Tawney, bene le dinamiche familiari di Teddy e di Amantha alle prese con un plea deal che speriamo muova le acque nel finale. Conclusione leggermente confusa, ma di quelle confusioni stilisticamente impeccabili, con la confessione da urlo. (8/10)
Utopia. Serie 2. Episodi 5.
5. L’episodio mi è piaciuto da tutti i punti di vista, tranne due: il colpo di scena finale che incasina tutto all’ennesima potenza e la fuga del trio Pietre/Carvel/Grant in un luogo sperduto, nel quale arrivano TUTTI. Non si scherza con nient’altro. (8/10)

Reality
Duck Dynasty. Stagione 6. Episodio 8.
8. Mezz’ora per vedere esplodere una diga di castori, ma il vero tempo perso è stato vedere quel pagliaccio di Willie alle prese col Karate… E con un’altra figlia scema. (6/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 216: 28/07 – 03/08

Serie TV
The Last Ship. Stagione 1. Episodio 6.
6. Non ci aspettiamo mai niente di esaltante dal punto di vista della trama, ma qui abbiamo UN GIURAMENTO AMERICANO, il capitano americano che sgrida la gente in maniera americana e una febbre che fa cagare sotto tutti. Tranne me. (6/10)
The Leftovers. Stagione 1. Episodio 5.
5. Bellissimo e crudissimo cold open che, inaspettatamente, dà un punto di svolta alla trama: abbiamo un inizio per un eventuale punto di fine e l’incastro dei vari personaggi funziona, anche dal punto di vista della scrittura. Sembra tutto così maledettamente acerbo, ma questo mood funziona. (8/10)
Under The Dome. Stagione 2. Episodio 5.
5. Quanto odio Karla Crome lo so solo io. Episodio imbarazzante come al solito: da un lato Julia protagonista di una raccolta cibo senza senso, con tanto di gang di comparse del controllo del cibo. Pagliaccesca la situazione dei ragazzi, in un triangolo amoroso tra un pirla, una stronza e una morta. Patetico Junior alle prese con lo zio assassino che trova un tunnel nell’armadietto (sa la combinazione e lo sfascia… Va beh). Finale con tutti liberi a caso. (3/10)
Defiance. Stagione 2. Episodio 7.
7. A parte i travestiti che fan sempre tantissimo ridere e a parte le cornazze e a parte Julie Benz che tornerà sindaco e a parte Irisa che incontra un tizio appena lo disegna, l’episodio regge. No aspetta: a parte questo c’è solo un tizio che cava gli occhi alla gente. Bah. (5/10)
Rectify. Stagione 2. Episodio 7.
7. Il succo dell’episodio è diluito, ma ragazzi: la lunghissima scena finale (a prescindere dall’alcool e dalle pastiglie) quanto è stata potente? Le dinamiche tra i pochi personaggi sono sempre ottime (Amantha in botta che va a scroccare merendine da Teddy? TOP). Su tutti la menzogna dello stesso Teddy, che riesce a guadagnare punti: li perderà. (9/10)
Utopia. Serie 2. Episodio 4.
4. Inizio bomba poi perfettamente incastonato nel resto. Tanti cambi di scenario e di accoppiate, di dialoghi e di personaggi: tutto funziona alla perfezione. La trama ha un deciso boost con Anton che finalmente inizia a spiegarsi e farsi capire. Ognuno finalmente ha uno scopo e una missione. Bel finale. (9/10)

Reality
Duck Dynasty. Stagione 6. Episodio 7.
7. La versione webrip è agghiacciante, ma il plot sembra essere tornato sensato. Una gara di “sopravvivenza” e Si alle prese con dei coupons: ci si passa il tempo bene senza pretese. (7/10)

Alla prossima settimana,
Boss

Settimana 214: 14/06 – 20/06

Serie TV
The Last Ship. Stagione 1. Episodio 4.
4. Quando non c’è un problema esterno, ci sono i guai tecnici a tenerci con l’ansia. L’episodio non è adrenalinico, anzi: lo sparo dei paracaduti o il countdown col termometro non sono sufficienti neanche da lontano. Bello il finale col cinese schiavizzato mentre gli altri fan festa. Alla fine, comunque, il tempo passa. (6/10)
The Leftovers. Stagione 1. Episodio 3.
3. La prima metà era pronta a farmi gridare al capolavoro: i ritmi erano giusti, il protagonista in formissima e la storia procedeva lenta e con carattere. Poi la svolta. Tutto diventa improvvisamente WTF e tremendamente prevedibile. Della parte onirica poi non ne parliamo, era necessaria tutta questa confusione? (6/10)
Under The Dome. Stagione 2. Episodio 3.
3. Ho guardato l’episodio mezz’ora fa e non mi ricordo cazzo sia successo. Ah sì, è piovuto sangue acido, è stato introdotto un vecchio “che ci sa”, è tornato a funzionare l’internet e la tizia sembra risorta. Me ne fotte qualcosa? Sempre no. (4/10)
Defiance. Stagione 2. Episodio 5.
5. Escludendo il fatto che odio tutti e non mi frega un cazzo di nessuno, l’episodio è stato così WTF che si è rivelato interessante, soprattutto grazie al commoventissimo finale (?). Amanda si droga, quello bianco BOH, ah sì, c’è la tizia sulla radio che cerca di guzzarsi la moglie del figlio del bianco. Insomma: cose a caso. (5/10)
Rectify. Stagione 2. Episodio 5.
5. Solito racconto che si prende i suoi spazi e i suoi tempi, nel raccontare anche poco. Piccoli passi avanti e fino al finale, la solita classe e la solita profonda delicatezza. La festa mi è sembrata troppo occasionale, anche se trova i propri punti di ancoraggio. (8/10)
Daria. Stagione 1. Episodi 8, 9, 10, 11, 12, 13.
8. Mah, dal babysitteraggio mi aspettavo qualcosina in più, anche se ci si diverte abbastanza bene. Daria non è però come me la immaginavo e questo sta iniziando a stancarmi un po’: troppo cadenzata. (7/10)
9. Carino un bel po’, anche se Quinn centrico. Tutto il discorso sul carino/non carino è troppo american/adolescenziale, ma il quaterback brutto è impagabile. (7/10)
10. Il miglior episodio fin’ora: tutti i personaggi si muovo bene con in bocca le parole giuste. Il padre giudice è stellare, così come la gara di Hockey e Quinn. Benissimo, e si ride anche grazie a qualche bella frecciata. (9/10)
11. Road trip nel quale vediamo per la prima volta Daria alle prese con la sua cotta per Trent. Ci si diverte soprattutto grazie ai dialoghi ben orchestrati, ma sarebbe potuto andare meglio. (7/10)
12. Le bacche allucinogene mi han steso e hanno migliorato un episodio iniziato benissimo ma un po’ legnoso nella sua parte centrale. Carina però la divagazione di Jane col fratello. (8/10)
13. Il tizio che muore a caso scatena una marea di eventi e battute taglienti su quello che può essere l’introspezione sul dolore. Il mood non varia, ma la discussione con Jane vale il prezzo del biglietto. (8/10)
Utopia. Serie 1. Episodi 4, 5, 6. Serie 2. Episodi 1, 2.
4. Mi aspettavo qualcosina di più concreto. Ok le scene forti e il colpo di scena finale, ma trovo un po’ di difficoltà nel percepire i movimenti dei personaggi. Tutti sempre al posto giusto nel momento giusto, non va. Bene però il plot mistero, siamo sinceri. (7/10)
5. Ecco, questo è completamente diverso dal precedente: adrenalina, scene forti, colpi di scena e soprattutto una serie di punti sparsi in giro che trovano un collegamento forte e ben preciso. I personaggi si muovono secondo un criterio e inizio a pensare che quel manoscritto lo voglio pure io. (9/10)
6. Bel finale di serie, anche se il caoticisimo torna a farla da padrone. Movimenti dei personaggi leggermente abbozzati confondono le location e alcune situazioni. La cospirazione funziona a modo, anche se il cliffangherone finale sconvolge le carte in tavola e porta al reset totale. Vedremo come tireranno i fili. Bene i colori, benissimo. (9/10)
1. Cosa si può dire di un ritorno del genere? Solo elogi. Si svela il passato di Carvel, la nascita di tutto con una coerenza, precisione e con in intercalare storico MAI VISTO PRIMA. Un opera a parte, incastrata nel disegno con una classe paurosa, in 4:3 ma con la saturazione che mi fa innamorare come sempre. Incredibile. (10/10)
2. Il secondo episodio è molto meno potente del primo, ma bastano poche mosse per tornare nell’ambientazione tipica della serie. I personaggi ci vengono presentati di nuovo senza troppi giri di parole e in certi casi senza tanto soffermarsi sul vivo/morto. Vince Peter, come al solito. (8/10)

Reality
Duck Dynasty. Stagione 6. Episodio 6.
6. Finalmente si torna a vedere un episodio decente di DD. I nostri cari redneck devono togliere gli insetti dai rifugi e tra cetrioli scaduti, mini alligatori e formiche ci si diverte. L’autolavaggio non convince, ma non puzza di filler. (8/10)

Musica
Worm Is Green – To Them We Are Only Shadows (2014)
Aspettavo questo lavoro da qualcosa come cinque anni. Forse l’attesa è stata talmente lunga che il trovarsi di fronte a queste dieci tracce così diverse tra loro mi ha spiazzato. Il disco è buono e cresce ad ogni ascolto, ma siamo lontani da Glow. Molto lontani.

Alla prossima settimana,
Boss.


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite