Archive for the 'The L Word' Category

Settimana 7: 26/07 – 01/08

Serie TV
Alias. Stagione 1. Episodi 5, 6, 7.
L’intrigo della trama è direttamente proporzionale alla figaggine di Jennifer Garner. È una serie da guardare col blocknotes
sottomano.
Family Guy. Stagione 5. Episodi 7, 8.
Non male come sempre. Poveretta Meg che resta il mio personaggio preferito in assoluto.
Persons Unknown. Stagione 1. Episodio 7.
Niente, questa serie è andata. Episodio brutto, mosse senza senso dei personaggi e parti ambientate in Italia veramente ridicole. Che lo zampino della Rai sia stato decisivo?
The L Word. Stagione 6. Episodi 5, 6, 7, 8.
Come dicevo una settimana fa, c’era tanta carne al fuoco ma è rimasta a cuocere senza motivo. La serie si è chiusa definitivamente senza stupire e, nel mio caso, lasciando venire il nervoso. La sesta stagione è iniziata con un cambiamento stilistico che lasciava sperare in più azione, in più sconvolgimenti e in più colpi di scena. Ci si è trovati invece in un mistero lasciato irrisolto. Mah. Se l’avessi guardata tutta di fila, mi sarei incazzato di brutto per un così pessimo finale. Ora come ora resto indifferente. Rimarrà nella mia mente la genialità di 71 episodi dal titolo che inizia con una “L”.

Musica
Ruxpin – I Wonder If Is This The Place (2010)
In piena fotta da “Worm Is Green”, la loro pagina di Facebook segnalava la presenza di un remix in questo album. Ascoltato dopo averlo scaricato gratuitamente dal sito della sua etichetta, il lavoro di questo Jónas Thor Gudmundsson andrebbe ascoltato in versione non remixata, dato che così si ascolta ma non impressiona (a parte il remix dei Worm Is Green, ovviamente).
The Books – The Way Out (2010)
Ascoltato un loro pezzo in radio durante la mia comparsata nella trasmissione del mio amico dj, mi hanno impressionato da subito. Il disco è di una ecletticità unica, colpisce e stupisce. Urge un controllo della discografia.

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

Settimana 6: 19/07 – 25/07

Serie TV
Family Guy. Stagione 4. Episodi 28,29,30. Stagione 5. Episodi 1, 2, 3, 4, 5, 6.
Eheheh. La fine della quarta stagione è uno speciale di un’ora su Stewie. Ridere ma non tanto. La quinta, invece, ho iniziato a guardarla in inglese senza censure. È difficile da seguire per via della parlata veloce e dello slang, ma le scene che ricordavo in italiano fanno mooooolto più ridere in lingua originale!
The L Word. Stagione 5. Episodi 10, 11, 12. Stagione 6. Episodi 1, 2, 3.
Niente da fare, è la mia serie del momento. La quinta stagione è stata un po’ prevedibile mentre la sesta è iniziata col botto. C’è tanta carne al fuoco.
Persons Unknown. Stagione 1. Episodio 6.
Negli USA non va molto bene questa serie. Io l’ho sempre “difesa”, ma in questo specifico episodio ho trovato delle debolezze che non mi hanno convinto. Malino, non prevedo un futuro roseo.
Alias. Stagione 1. Episodio 4.
Ho guardato solo un episodio per via di The L Word, ma il livello non cala. Me la tengo per serate più intense e magari senza studio.
Pretty Little Liars. Stagione 1. Episodio 7.
Meno male che hanno creato questa serie. Trash sempre più, espressioni delle “attrici” sempre più imbarazzanti, tanto da lasciarmi con la pelle d’oca. Colpi di scena che generano sempre una spasmodica attesa dell’episodio successivo.

Musica
Arcade Fire – The Suburbs (2010)
L’attesa per questo nuovo disco era alle stelle. Appena saputo dell’uscita, non potevo attendere ancora per ascoltarlo. Purtroppo è un lavoro che richiede molti ascolti per essere compreso. Suona bene ma forse, essendo lungo nei contenuti, non è di impatto facile. Non mi ha colpito come i precedenti, i picchi in positivo sono pochi e quelli in negativo non si fanno notare. È un ottimo lavoro, ma richiede metabolizzazione.
Charlotte Gainsbourg – IRM (2009)
Non conoscevo nulla di questa artista. Ascoltato per caso, non rimane impresso nella mente.
Four Tet – There Is Love In You (2010)
Questo sembra essere un buonissimo lavoro. Sonorità ponderatamente confuse, spettro musicale ampio e profondità da auricolare ben studiata. Entrare nei mie best-of.
Raffaella Destefano – Filologica (2008)
Che dire… Deluso. Dagli artisti italiani forse mi aspetto sempre troppo. Ero curioso di sentire il lavoro elettropop rivelazione degli ultimi anni, ma il fatto che mi sia capitato sotto mano ora un lavoro del 2008 vuol dire che non ha inciso tanto sulla scena. E non ne sono stupito, è appena sufficiente.
Surfer Blood – Astro Coast (2010)
Neanche a dirlo, un album surf-rock che non stupisce. Qualche buon singolo, ma mi è passato inosservato. Non da buttare, diciamo da appoggiare sotto altri dischi.
Titus Andronicus – The Monitor (2010)
Il primo album indie rock che ascolto con tracce lunghe (anche da sette minuti). È pesante da ascoltare concentrati, non dispiace ascoltarlo in sottofondo a qualche attività (dormire)?

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 5: 12/07 – 18/07

Serie TV
Alias. Stagione 1. Episodi 1, 2, 3.
Dopo l’esperienza di Lost, ho deciso di approfondire le opere del sommo J.J.Abrams. Alias è una pietra miliare della sua prouzione che mi ha piacevolmente colpito fin dai primi episodi. È un po’ difficile da seguire per via dei millemila nomi di personaggi da ricordare, ma la figaggine di Jennifer Garner fa passare tutto in secondo piano. La trama è ottima, gli intrighi e i misteri non mancano.
The L Word. Stagione 5. Episodi 5, 6, 7, 8, 9.
Che dire. Episodi arrapanti come i precedenti, seguiti da un buon sviluppo della storia. Alcuni personaggi danno da fare per via del loro atteggiamento, ma tutto ha un senso. Vedremo come finisce.
Pretty Little Liars. Stagione 1. Episodio 6.
Mah, questa serie regala solo in presenza di balli o feste. Scene da OMMIODDIO in ogni dove, trash a go-go. Però colpi di scena importanti e l’episodio mi è piaciuto.
Family Guy. Stagione 4. Episodi 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27.
Eheheheh, ne ho guardati troppi per ricordarmi tutti gli aneddoti. So solo che al posto di
Camera Cafè i Griffin ci stanno da Dio.

Musica
Big Boi –
Sir Lucious Left Foot: The Son Of Chico Dusty (2010)
Non è che l’Hip Hop sia il mio genere (qualche disco ce l’ho) e non è che io ne capisca molto, ma questo album è orecchiabile. Buone basi e il nigga rappa (reppa?) bene.
Misero Spettacolo – L’inconcepibile (2009)
Oddio, sono molto critico per la roba italiana, ed essendo che di questo ne han parlato bene, la curiosità era al massimo. Sono deluso… Sonorità precise ma per me confuse.
Nicola  Ratti – Prontuario  Per Giovani Foglie (2006)
Molta musica, poco cantato. Molto anonimo, poco bello.
Sleigh Bells – Treats (2010)
Per fortuna ho taggato questo album. Suono leggermente
noise, cantato femminile ottimo. Gran bel lavoro.

Film
Twin Peaks: Fire Walk With Me, David Lynch – 1992
Chiudo così l’opera di Lynch. Il film tratta i tre giorni prima dell’uccisione di quella gnocca zozzona di Laura Palmer. Essendo un opera fatta dopo che racconta un prima, fila alla perfezione anche se, alcuni problemi di contratto con il cast originale, smussano e semplificano la trama. L’aspetto comico è decisamente lasciato da parte per favorire atmosfere scure quasi da film noir. Un’opera che chiude degnamente il ciclo capolavoro di Twin Peaks.

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 4: 05/07 – 11/07

Serie Tv
How I Met Your Mother. Stagione 5. Episodi 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24.
Che dire. La rapidità con cui ho divorato la quinta stagione lascia ben immaginare il mio livello di gradimento. Emozione per il tallone della madre e per la “Suit Song” al centesimo episodio. Ora si freme nell’attesa della sesta stagione.
Twin Peaks
.
Stagione 2. Episodi 20, 21, 22, 23.
Chiusa la visione di questo capolavoro. Ora capisco il perché è stata una serie basilare per le opere seguenti. Mai un calo di tensione, mai una puntata errore. Peccato per il finale aperto, ma per quello che si è visto non lascia l’amaro in bocca.
Persons Unknown
. Stagione 1. Episodio 5.
Oh, a me questa serie non dispiace per niente. Ha dei grossi limiti oggettivi nel recitato e qualche buchino nella trama, ma si guarda agevolmente. Soprattutto sembra ben congeniata nei colpi di scena, simbolo di una base pensata.
Pretty Little Liars
. Stagione 1. Episodio 5.
Sta calando il livello di trashaggine e lo sviluppo si è un po’ piantato. Tremo per il futuro, altri 17 episodi possono essere TANTI.
The L Word
. Stagione 5. Episodi 1, 2, 3, 4.
Ahhhh, The L Word. Dopo anni dalla visione della quarta stagione, non ricordavo più nulla delle vicende raccontate. Il primo episodio mi ha lasciato perplesso, ma poi ho capito il perché mi piaceva: ora come ora le scene di sesso lesbo durano più del 50% del totale…
Family Guy
. Stagione 4. Episodio 17.
Sempre magnifici. Scena del dottore storica.

Musica
Broken Social Scene – You Forgot It In People (2002)
Questo album, il secondo della band, ma ha lasciato perplesso. Un po’ acerbo, meno male che sono migliorati.
Emeralds – Does It Look Like I’m Here? (2010)
Recensito bene dalla critica, l’ho ascoltato poco. Sembra essere davvero un buon album, molto sperimentale e odorante di post-qualcosa.
I Wonder What’s For Dinner – Quest For Zateria [EP] (2010)
Genere: Progressive Hyrulian Ambient Electronica. Mica male, ma si sente troppo il tocco Hyruliano… Troppo Link e Zelda nella grotta.
James Blake – CMYK [EP] (2010)
Buona elettronica. Si aspetta al varco di un album.
Love Through Cannibalism – Energy Drink Dream (2010)
Era da un po’ che non ascoltavo roba 8-bit. Si ascolta ma non fa la differenza e non rimane in testa.
M.I.A. – /\/\ /\ Y /| (2010)
Procurato e ascoltato per via del titolo strambo, è un album cantato al femminile che sì propone qualcosa di alternativo, ma che dopo un po’ fiacca.
Sufjan Stevens – The Avalanche: Outtakes And Extras From The Illinois Album (2006)
Questo si sente che è post-“Illinois”. Sonorità quasi allo stesso livello, le versioni acustico alternative di “Chicago” mi fanno andare giù di testa.
Sufjan Stevens – Song For Christmas;
Noel: Songs For Christmas, Vol. I [EP] (2006)
Primo (e ultimo?) Ep di Natale che ascolto di questa super compilation natalizia. MAH.

Alla prossima settimana,
Boss.


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite