Archive for the 'Friday Night Lights' Category

Settimana 270: 10/08 – 16/08

Serie TV
Brickleberry. Stagione 1. Episodio 1, 2.
1. La cattiveria di questo primo episodio è veramente una cosa da gente con dei problemi. L’orsetto violentato, gente morta, orfani, razzismo, sessismo e chi più ne ha più ne metta. Ovviamente io ci sto. (8/10)
2. La cattiveria rimane costante grazie ai bimbi ciechi, il prete peofilo e il nigga che va a vecchie. La parabola dell’orso è prevedibile ma fa da buon contraltare al delirio del ranger. Bene il lesbicone con la patata in evidenza. (7/10)
Defiance. Stagione 3. Episodio 11.
11. Per provarci ci provano con costruzioni temporali intricate, bugie e controbugie. Le scene d’azione fanno pena così come la risoluzione finale. Nolan e gli altri l’imbarazzo, Alak peggio e mi son perso il perché sia finito nell’astronave. (5/10)
Friday Night Lights. Stagione 5. Episodio 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13.
5. Il migliore della stagione, compreso il Julie Taylor is a bitch. Tanto football, tanto machismo, tanto coach e Buddy Junior già idolo di sempre. (9/10)
6. Mhhh, la storia malavitosa di Vince, Cafferti bidone inverecondo, Julie troia con i sensi di colpa ma ancora il fantasma di Tim Riggins che rompe le scatole: solito carino FNL. (7/10)
7. Come al solito un bel velo di prevedibilità che non guasta. Caffery mongolissimo, derby con molte meno pretese a parte il ritorno alla carica di Jason Street a cui sembra andare tutto bene. Non ci credo. Padre di Vince fa una brutta fine garantito. (8/10)
8. Finale da millemila cuoricioni, un po’ me l’aspettavo ma un po’ anche no. La situazione a Dillon è esplosiva e non vedo l’ora che il Coach faccia un po’ di sano casino e metta tutto a posto. Il padre non è morto, Tami ha un po’ rotto con il suo spirito da crocerossina. (8/10)
9. La corsa di Matt <3. Episodio con un bel po’ di football e questo ci piace, aspettiamo con calma il momento di rinsavimento di Vince e la morte del padre. Bene tutto il resto: l’arresto, il secondo figlio e Luke mammoletta. (8/10)
10. Momenti mescolino in un paio di occasioni anche se spero che Coach vada in Florida e mandi affanculo tutti, Vince in primis. Episodio FNLtiano, si gode con una scrittura decisa e solida, soprattutto grazie alla faccia di Tim Riggins libero. (8/10)
11. Momenti mescolino e lacrimino uno dopo l’altro ziocaro. Andiamo ancora una volta a State, tra mille dubbi e mille cambiamenti di prospettiva possibili. Il ritorno di Tim è sempre drama, mai una gioia per lui ma gli vogliamo bene lo stesso. Viva la coach donna, viva il padre che torna in galera. (8/10)
12. Mescolino incredibile per colpa di Matt che torna a casa dalla nonna. Situazione incasinatissima con i Lions che verranno spazzati via e Coach-Tami in crisi decisionale. Ottimo il saluto pisciatina di Tyra, ottimo Tim allo sfascio. (8/10)
13. Finale prevedibilmente perfetto. In un’ora densa di mescolini e lacrime vengono sciorinati tutti i finali nel modo giusto e ogni tassello va al suo posto senza stridere. Matt fa la cosa giusta, Coach fa la cosa giusta, Tim beve ma con del criterio, Vince sbraccia il lancio della vita e via andare. Mancherà. Clear eyes. Full hearts. We’ll work on that. (10/10)
Mr. Robot. Stagione 1. Episodio 8.
8. Che bellezza: finalmente arriviamo al momento rivelatorio in anticipo (secondo me) ma costruito alla perfezione. Tutti i dubbi vengono spazzati via da un momento all’altro, ma il bello è che qualche briciolo di WTF rimane  incuriosisce. L’omicidio è l’ulteriore cigliegina. (10/10)
Review. Stagione 2. Episodio 1, 2, 3.
1. Finalmente è tornata questa chicca non cagata da nessuno ma spassosa, geniale e irriverente. Si inizia con il solito abbattimento della quarta parete e tre recensioni assurde e divertenti. Bene i richiami e i controrichiami. Avanti così. (8/10)
2. Curare il gay non mi ha fatto impazzire ma mi ha gasatissimo il sesso in alta quota. La concatenazione degli eventi mi fa morire, anche se non essendoci una figura fissa come la moglie perde un po’. Ma io rido per le cinture d’aereo. (8/10)
3. Quando ne fa tre mi gasa di più e questa volta sono tutte e tre talmente stupide che mi ha colpito per l’ignoranza profusa. Soffre la buona prima stagione, ma il livello è sempre alto. (8/10)
The Last Ship. Stagione 2. Episodio 9.
9. Così a caso The Last Ship caga un episodio top. Guerriglia urbana a caso, missili dalla nave, tanti discorsi sulla cura col finale shock e il presidente che vive il dramma e poi fa piangere. C’è anche spazio per la solita bandiera americana. (9/10)
True Detective. Stagione 2. Episodio 8.
8. Diciamo che il finale qualche bel momentino di ansietta lo regala bene, poi rimane vittima del casino precedente: un gran caos che può finire solo in un modo. Pizzo ha esagerato: semplificando le cose, avrebbe ottenuto un finale con più gioie, ma così vuol dimostrare che al troppo non c’è nulla da fare. Niente gioie, tutti a casa e alla prossima stagione. Dai soldi in poi s’è tornato a capire poco e si è tirata la corda con qualche WTF, l’ho già detto che poteva andare solo così? (6/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 24.
24. Ohhh, finalmente torna un bell’argomento interessante che sono in USA può essere così WTF. Il video finale è una gioia per gli occhi. (8/10)

Reality
Ink Master. Stagione 6. Episodio 7.
7. Al di là della follia nel vedere la gente che si fa fare la pelle di animale ovunque, da urlo la sfida Chris/St.Mark: due dei migliori si sfidano strategicamente per mandarsi a casa. E i tatuaggi son belli. (9/10)
Tattoo Nightmares. Stagione 3. Episodio 22.
22. Nulla di particolare a parte Tommy che fa davvero un bel lavoro, gli altri oramai sono ordinaria amministrazione. (6/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

Settimana 269: 03/08 – 09/08

Serie TV
Defiance. Stagione 3. Episodio 10.
10. Nolan allucinato che vede sé stesso scemo fa riderissimo. Il resto è di una palla assurda, con il ritorno di Datak a rompere ulteriormente i coglioni. L’unico personaggio interessante è la nigga viola che vuol mangiare tutti… e questo è tutto dire. (5/10)
Friday Night Lights. Stagione 4. Episodio 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13. Stagione 5. Episodio 1, 2, 3, 4.
1. Cambiano tutti gli scenari e i protagonisti devono trovare la loro nuova dimensione. Come odiare i Panthers nel giro di cinque minuti, come ridere per Tim che molla tutto dopo averci spaccato le balle tutta la stagione precedente. Viva Coach. (8/10)
2. Gradevole,soprattutto la scena del falò anche se si sapeva sarebbe andata a finire così. Tami soffre, poveretta, i McCoy odiosi a manetta e Tim ancora una volta non sa dove vivere. Mhhh. (7/10)
3. Oh a me dà delle sensazioni strane, ma si vede tanto football e tanto allenamento. I Lions strappano la prima meta e i problemi di soldi sembrano portare tutti nella stessa direzione. Tim per una volta è utile, Saracen con l’artista fa un po’ ridere. (8/10)
4. Carino, a parte le ovvietà di Learch che brutto come la fame si fa tutte le gnocche. Ancora tanto football, ancora risse che Taylor mette a posto. Da oggi, ci sarà un nuovo Sfigacen. (8/10)
5. Eccolo il primo dieci di FNL e non poteva non essere per la straziante morte del padre di Saracen. Pianto tanto, Sfigacen gestisce il lutto in maniera commovente e gli autori fanno apposta a farci frignare gran parte del tempo. Povero Cristo. (10/10)
6. Dopo la precedente bomba un episodio così va più che bene: Texas, football e drammi di Saracen in viaggio di nascosto. Tim e Lyla spero per l’ultima volta. (8/10)
7. Classico il discorso di Taylor con il QB, solita roba. Tim sempre più pesce fuor d’acqua, l’infortunio del bianco mi fa gridare come Landry a figa. (7/10)
8. Cosa vuol fare Tim Riggins della sua vita tra birra e cazzeggio? Cercare un lavoro a caso anzi no: smontare le macchine. Landy sentimentale è inverosimile, storie di niggaz, prima partita vinta EVVIVA. (8/10)
9. Cosa mi combini Saracen? Torna tra noi, Julie va con un muratore! Episodio di football, nigga e ragazze incinte a caso. Non c’è una grande via, si va un po’ a caso. (7/10)
10. La maledizione del QB. Questo c’ha la madre drogata e per pagarle il rehab torna a rubare macchine con la pistola. Julie allo sbando, tizia incinta speriamo sparisca. Bene il niggaz grigliatore. (7/10)
11. È tornato Saracen con una missione impossibile: tornare con Julie iper pugnetta. Bene il football, con Luke finalmente out per infortunio e Vince erede morale del premio QB sfigato: questo vede un suo amico morire in una sparatoria. Un po’ rido. (8/10)
12. Episodio denso di drama: lo scontro tra Phanters e Lions ovviamente si gioca fuori dal campo, con tanto di Tami che soffre come coach. Male Vince con la sua scampagnata nella malavita. Tim e Billy fan ridere, mai una gioia per loro. (8/10)
13. Ok, la partita è quello che volevo vedere e il fatto che i McCoy l’abbian preso nel culo vale da solo il prezzo del biglietto. Tami fa una fine prevedibile, il ritorno di Saracen è un po’ drama ma son convinto che per lui arriverà la gioia. Stagione controversa, ma alla fine è FNL. (9/10)
1. È un ritorno che non mescola troppo le carte in tavola. Si va a caccia di un giocatore, Tim è al gabbio, Tami inizia il nuovo lavoro e la vecchia generazione dà l’addio a Dillon. Un po’ ho piagneruto. (8/10)
2. Ancora solido, a parte Julie con la solita trama da pesce fuor d’acqua. Quello che esalta è Vince, nuovo eroe depre, e il football. Andiamo a State, Beppe. (8/10)
3. Non mi piace il filone di Julie e quello di Vincent è molto tirato. Mi piace però il tanto football di questa stagione e le piccole dinamiche che si muovono. Vedremo cosa ne esce fuori. (8/10)
4. Tutto ciò che riguarda i Riggins inizia a stancare, così come la storia di Julie la poraccia. Tra varie prevedibilità, il football appassiona quasi quanto la prima stagione: ben fatto. (8/10)
Mr. Robot. Stagione 1. Episodio 7.
7. Post trauma gestito alla perfezione. L’oniricità di certe scene mi fa pensare che non sia successo nulla, per poi piombare nella tristezza. La bega legale non entusiasma molto ma è palesemente importante. Bene i corollari Fsociety e “Pete”. (8/10)
The Last Ship. Stagione 2. Episodio 8.
8. Se metti una tonnellata di marines americani di fronte al Presidente, cosa vuoi che succeda? Un episodio del genere! Molte chiacchere, i momenti con i dialogoni annoiano un po’: diciamo che episodi così non sono il loro forte. (6/10)
True Detective. Stagione 2. Episodio 7.
7. Eccoci al controverso episodio spiegone: se non fosse stata necessaria la lettura di un recap per capirci qualcosa e se non ci fosse stato il momento scopatina da telenovelas messicana, sarebbe stato anche gradevole tutto l’intrigo. Forse Pizzo si è un po’ montato la testa, in ogni caso RIP Tim Riggins, Texas Forever. (7/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 23.
23. Si salva nel finale per colpa di un argomento leggermente complicato. La canzoncina però, vale la pena. (6/10)

Reality
Ink Master. Stagione 6. Episodio 6.
6. La comparazione col professionista è imbarazzante. Si vedono dei bei giapponesi, ma nulla che faccia gridare al miracolo. Se ne va uno scarso per fortuna. (7/10)
Tattoo Nightmares. Stagione 3. Episodio 21.
21. Niente di particolare da segnalare anche questa volta, tatuaggi classici coperti alla bene e meglio. (6/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 268: 27/07 – 02/08

Serie TV
Defiance. Stagione 3. Episodio 9.
9. Banale e scontato. Dopo l’azione precedente assistiamo al momento introspettivo, con tanto di indagine procedurale. Peccato che tutte le cose che succedono si capiscono con enorme anticipo… ’na palla. (5/10)
Friday Night Lights. Stagione 3. Episodio 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12 ,13.
1. Si torna con un salto temporale: Connie preside (a caso), Smash ancora lì dopo un infortunio, Saracen con dei drammi e Lyla insieme a Tim. Gasato per Tyra. Niente Street: si ricomincia. (7/10)
2. Contento per Smash, ma qua si è tornati indietro di parecchio con i drammi di Saracen e il tira e molla di Tim con Lyla. Salvo Tami nel nuovo lavoro (a caso) e il rinascere del rapporto Julie-Matt. Ma così. (7/10)
3. Episodione in salsa FNL. JD si rivela nella sua potenza, i drammi di Saracen dipendono da una giocata e ne soffre anche il coach facendoci tifare ancora di più per lui. Male Tim e Lyla: BASTAAA. Però ok, a Tim VB. Julie e Matt forever and ever. (8/10)
4. Se piagneeee. Finalmente Smash ce la fa e i discorsi del Coach, uniti al ringraziamento di Smash FANNO LACRIMARE. Il resto è un insieme di cose: Tyra troietta, Saracen con i drammoni e Tami sempre più adorabile. (9/10)
5. Torna il mio idolo vero Jason Street con una storyline imbarazzante: è padre, senza soldi, compra una casa per far soldi e la madre del bimbo se ne va. Abbiamo poi il dramma di Saracen che vale l’episodio e il tatuaggio di Julie che manco si fosse fatta un tatuaggio nero. (7/10)
6. J.D. Si rivela essere una pugnetta vittima del padre, nelle mani di Tim ne prevedo delle belle. Bene Saracen e Julie pucciosissimi, Tyra la zozza e Street sempre patetico. (7/10)
7. Sembra ci sia un abbozzino di cambio generazionale: il nigga che dà fuoco ai capelli fa ridere, J.D. Soffre ma coach è sul pezzo, Tim col video fa ridere ma parliamo di Street: troppe gioie per lui in un episodio. (7/10)
8. Regaz speriamo sia la volta buona che Jason Street si levi dai coglioni. Il sogno della casa, il nuovo ruolo di Saracen e Tyra a zonzo sanno di banale. Ma il banale di FNL va bene. (7/10)
9. Rido fortissimo per Tyra e il cowboy che da golden man passa a indebitato violento nel giro di quaranta minuti. Bene Saracen nel nuovo ruolo, la fola dei Riggins due balle. (7/10)
10. Oh, finalmente JD fa qualcosa di furbo. Benissimo Buddy in galera, benino Tyra con Learch ancora una volta con ‘sto tira e molla, bene Saracen beccato a trombare. Poi c’è il coach espulso e quindi va bene. Go Panthers. (8/10)
11. Ohhh, finalmente il padre di JD mena il figlio per fargli capire bene chi comanda! Episodio che ha senso, anche se la partita sott’acqua s’è già vista. Bene comunque la costruzione del tutto, la preparazione al momento JD è stata ottima. (9/10)
12. Tanto football, una sconfitta che brucia ma tanto Saracen, il saggio di Tyra che poi torna da Learch, ovviamente, e Tim che sembra dire addio a tutto. Bell’episodione solido. (9/10)
13. Bel finale: tutti più o meno sembrano aver trovato la propria strada, compreso il coach che è un bel campione di sfighe anche lui. Ansia per Saracen, ma Panthers vs. Lions già mi gasa. Matrimonio orribile. (8/10)
Mr. Robot. Stagione 1. Episodio 6.
6. Dopo Steel Mountain, Mr Robot trova subito una nuova veste: si butta dentro Elliot e ci fa vivere un episodio carico di tensione. Angela nn disturba, Mr Robot sembra non esistere e quel finale. CHE BOMBA. Quanto è bravo Rami Malek, quanto è fatto bene il tutto. (10/10)
The Last Ship. Stagione 2. Episodio 7.
7. Diciamo che senza battaglie in mare non è che sia il massimo, ma questa volta la missione a terra regala anche momenti di battaglia “alla Banshee”. Fuga ovvia, cattivo ora non più credibile. (7/10)
True Detective. Stagione 2. Episodio 6.
6. Solito True Merdective: tanta confusione, tanto caos, l’indagine che fa dei passetti avanti. Da contraltare all’orgiona ridicola, con la detective drogata malissimo che trova guardacaso la sua mp, abbiamo Colin Farrell che svetta in qualche dialogo. Troppo poco comunque. (6/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 22.
22. Un filino sottotono per colpa della selezione notizie (il video su Ottawa è scarso). La storia principale è un po’ montata male, il finale niente di che. Abbiam visto di meglio. (6/10)

Reality
Ink Master. Stagione 6. Episodio 5.
5. Bell’episodio. La flash m’ha divertito molto, soprattutto per l’inventiva, i tatuaggi nelle zone strambe m’han divertito anche per la bruttezza. Eliminazione finalmente giusta, chissene della prova. (8/10)
Tattoo Nightmares. Stagione 3. Episodio 20.
20. Niente di particolare da segnalare. (6/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 267: 20/07 – 26/07

Serie TV
Defiance. Stagione 3. Episodio 8.
8. A caldo questo episodio mi ha gasato. Poi l’ho analizzato con calma e ho visto tutti i soliti difetti, solo che… Questa volta non han pesato. La bomba nel tunnel, la lotta con tanto di buoni all’ospedale e il finale col taglio del braccio fanno da contraltare alla CGI imbarazzante. ‘Sto giro mi son divertito. (7/10)
Friday Night Lights. Stagione 1. Episodio 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22. Stagione 2. Episodio 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15.
15. Eccoche finalmente spunta il razzismo. Tema difficile da affrontare ma missione compiuta. Bene anche Julie QB e Street ad un passo dall’ennesimo fallimento. Son pronto. (8/10)
16. Ecco le prime lacrimucce, se non fosse per Julie ribelle tutta la fola del razzismo si risolve in maniera prevedibile ma OK. Adesso aspetto il pianto vero. (8/10)
17. Ecco brava Julie che non la spadelli via così facilmente. Saracen idolo indiscusso della serie, molto più dei drammi di Tim e Tyra che veramente, un disastro. Street patetico col tatuaggio da sfigatone, famiglia Taylor da urlo sul divano ad aspettare. (8/10)
18. La tizia di Smash bipolare, Street alle prese con la coglioncella, Tim che fa cose a caso per la vicina e Buddy cacciato di casa che va dal Coach. Se ci aggiungiamo Tyra con Connie Britton abbiamo toccato tutto. (6/10)
19. Street limona con una e sicuramente andrà male, Tim va con la milf (ovviamente) e il coach c’ha dei pensieri sul se andare via o meno. Salvo la sbronza al campo, il resto è prevedibile. (6/10)
20. Dopo due episodi lofi ecco che FNL inizia a dimostrare tutto il suo potenziale. Lo fa con una vittoria nel fango, ma tant’è: la città, le varie storie, Tyra quasi violentata e la prima gioia per Street. Lacrimine. (9/10)
21. Anche questo è un episodio senza football, con banalità che finalmente non stonano nell’ovvio. I temi sono tanti, nessuno delude a parte Tim un po’ allo sbando. Oramai posso dirlo: voglio cambiare la mia famiglia. (8/10)
22. Ecco il finale: mi aspettavo qualcosa di diverso e questo diventa ordunque un punto a favore. La gravidanza è inaspettata come la vittoria, il post partita un po’ più piangerone sarebbe stato meglio. Ma comunque: can’t lose. (9/10)
1. Oddio, che ritorno è stato? Saltati di palo in frasca nove mesi, tecnica che ci può stare, ci troviamo di fronte ad una forzata nuova situazione. Julie delusione enorme, Tyra e Learch AMMAZZANO UNO WTF?! (6/10)
2. Il limone tra Tyra e Learch non era neanche quotato alla Snai. Julie zoccola, bona ma stronza povero Matt adesso chiavale tutte. Gli argomenti son questi, ah sì, il coach ad Austin ha rotto. (7/10)
3. L’assenza del coach sembra aver banalmente creato il delirio e per forza deve tornare. Scelta discutibile ma per un ritorno alle origini posso chiudere un occhio. Ma quanto è scassato Timmy? Ziocaro. (6/10)
4. Il ritorno del Coach mi ha colto impreparato: abbandona la carriera per tornare a casa con l’inghippo che ovviamente si risolve nel finale. Julie HA ROTTO IN QUATTRO EPISODI. Non parliamo poi di Street, quel poveretto disperso in messico. (6/10)
5. Lasciamo stare la parentesi messico che ha fatto pena e concentriamoci su Saracen che manda affanculo Julie: EROE. Tyra e Lance non funzionano, così come l’indagine mette un po’ d’ansietta. Prevedo arresto sul campo da football. (7/10)
6. Bene così Julie… Soffri! Carino il momento di football nel finale e carino il ritorno del coach con ancora più casini. Ora solo Lyla ha rotto col Cristo, ma sembra che si stia tornando ai vecchi tempi. (7/10)
7. Dai, siamo tornati al livello buono di FNL. Cose prevedibilissime, tipo il limonatore Saracen o la sgualdrina Julie, ma ci si è divertiti con Tyra furbetta e la storia di Santiago e Smash. (8/10)
8. Così mi piaceeee. È tornato il FNL che conoscevo: Riggins beve, caccia e torna nel Team, Saracen inizia a trombare e i Taylor si vogliono bene. Cosa vogliamo di più? Ah sì, forse Learch la chiude con ‘sta storyline. (8/10)
9. Bene, Santiago ce la fa e prevedo per lui altre espressioni oltre la faccia da pesce lesso. Bene Saracen il trombatore, ben Lance (che s’ammazza), male (ma awww) i litigi di Julie, la disgraziataggine di Tim e Street oramai macchietta comica (ma limona a manetta). (8/10)
10. Viene dato un po’ di pepe a causa del tornado che porta dei rivali in casa dei Panthers. È ufficialmente il vecchio FNL, anche se i dialoghi giusti al momento casuale giusto son forzati. Tim disgraziato vivente. (8/10)
11. Non male dai, Tim per una volta che esce dall’oblio della sfiga ruba dei soldi a uno spacciatore. La sorella si leva dai coglioni e si vede del bel football. (8/10)
12. Un po’ di vicende razziste e un bel po’ di faccia da pesce lesso Santiago. Rido ancora. (7/10)
13. Cheppalle regaz la fola di Tim e Lyla che per fortuna sembra finire. Smash alle prese con la solita testa calda e una fola razzista che fa un po’ ridere. Bene la storia della droga (LOL), patetico come sempre Street e bene quella topa di Adrienne. (7/10)
14. Beh, diciamo che il discorso finale di Saracen e quello di Smash valgono da soli il prezzo del biglietto. Il resto vede l’agonia sentimentale di Learch, che sembra aver fatto la scelta sbagliata e per questo son carico. (9/10)
15. Se mi chiudono un’altra volta una stagione con uno dei drammi o dei momenti imbarazzanti di Street vado là e li picchio tutti. Diciamo che il finale sarebbe dovuto essere il precedente, questo sembra essere un episodio in più. (7/10)
Mr. Robot. Stagione 1. Episodio 5.
5. Avrei dato qualcosina in meno se non fosse stato per il rapimento finale: il previously on ci fa intendere qualcosa, ma la bellezza dell’annichilimento di Bill me ne ha fatto dimenticare. Anche Angela, pur centrando poco, interessa. Missione compiuta. (9/10)
The Last Ship. Stagione 2. Episodio 6.
6. Solita atmosfera, solite missioni e viene anche sparato un missile tanto per. Finalmente si capisce un altro piano dei tizi immuni, mentre il nostro americanissimo comandante americano vuol fracassare il sottomarino. LO FRACASSERÀ. (7/10)
True Detective. Stagione 2. Episodio 5.
5. Beh, dopo la sparatoria c’è un piccolo balzo temporale dove i nostri si trovano a fare un indagine segreta sempre sullo stesso tizio morto. Va bene così, il resto dei casini distruba e il finale fa scappare da ridere. Ah, han trovato una sedia. (6/10)
Wayward Pines. Episodio 10.
10. L’invasione a caso con gli abomini che ammazzano a comando tutti tranne i protagonisti. Male la fuga in ascensore, pessimo il sacrificio e benino Melissa Leo (chi te l’ha fatto fare) che spara a Quasimodo. Il finale lascia spazio alla serie futura SENZA SENSO: città in mano a bimbi che fanno uguale a prima, pur sapendo cosa c’è fuori. (4/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 21.
21. La pubblicità finale salva l’episodio, sempre magnifico, ma forte del suo inizio. La storia del cibo buttato fa impressione nei numeri, ma è cosa stranota. (8/10)

Alla prossima settimana,
Boss.


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite