Archive for the 'Carnivàle' Category

Settimana 71: 17/10 – 23/10

Serie TV
The Walking Dead
. Stagione 2. Episodio 1.
1. Nella speranza che la stagione non vada in vacca, la première risulta ben fatta. Buona tensione, buona ansia, ottimi effetti speciali. Pecca in alcune sottigliezze e in una parte con tanto di preghiera patetica, ma il finale movimenta un po’ la situazione. (7/10)
It’s Always Sunny In Philadelphia. Stagione 4. Episodi 9, 10, 11, 12, 13.
9. Non male lo scambio di situazioni tra Dee e Charlie, con picchi di risate alla recita di Deandra, ottimamente recitata. Buona la parte di Dennis, Mac e DeVito sotto tono. (8/10)
10. Finale epico nella clinica “del Cuculo”. Il resto passa attraverso un attacco cardiaco di Dee e il tentativo di tornare in forma. Spettacolo. (9/10)
11. Episodio perfettamente messo in scena (in versione medievale) ma che non mi ha colpito particolarmente. Un azzardo gradevole ma si poteva fare di meglio. Geniale comunque il racconto che non c’entra neanche lontanamente. (6/10)
12. eheheh, presa per il culo di Extreme Makeover Home Edition. Un filo agrodolce, niente di esaltante sotto l’aspetto comico ma super esaltante dal punto di vista DEMENZA. (8/10)
13. Musical di Charlie per la cameriera. Ho. Detto. Tutto. (10/10)
How I Met Your Mother. Stagione 7. Episodio 6.
6. Sicuramente il peggiore della stagione, pochi elementi divertenti. Paga una base interessante sviluppata male, con alcuni personaggi al limite della macchietta (Barney) e altri che ancora stentano ad inserirsi in maniera decente (lo psicologo). (5/10)
Carnivàle. Stagione 2. Episodio 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12.
6. Non malaccio, una svolta nel corso della serie. Trombate, scazzottate, carovane, inseguimenti e abbandoni, insieme ad una mossa da super stronzo di padre Justin. Diciamo che non viene l’abbiocco. Ottimo l’impianto tecnico, soprattutto la fotografia. (7/10)
7. Dopo un rapporto anale (la cosa più importante dell’episodio) si svelano alcune magagne e spunta il fantomatico Scudder. Il terreno per il finale è preparato, la cosa che mi fa paura è che mancano cinque episodi (e sono tanti). (7/10)
8. Sparo merda sulla serie, ma alla fine mi sta anche prendendo. L’aspetto tecnico è strepitoso anche se troppo polveroso, la storia ha finalmente avuto una sorta di chiarificazione e accelerazione con tanto di cliffangherone finale. Il rischio abbiocco è ridotto, c’è solo sonnolenza. (8/10)
9. Grazie ad un paio di scene BOMBA questo risulta, per ora, l’episodio migliore di tutta la serie. Tocca i tasti giusti per muovere interesse e generare voglia di sapere. Oramai ci si è anche affezionati ai personaggi, una cosa incredibile. (8/10)
10. Si scopre il passato di Sofie (WTF?!), Scudder fa del macello e Ben insieme a Jonsy capisce dove deve andare dopo una serie di andirivieni a casaccio. Decisa transizione verso un finale che potrebbe essere esplosivo o un pacco immenso. (6/10)
11. Ennesima preparazione, un po’ forzata, per il finale. Tutto collima nello stesso posto allo stesso momento, nell’attesa di una resa dei conti che speriamo possa essere sanguinolenta e con poco misticismo. Bella la scena di Jonsey che corre. (7/10)
12. Beh, negli ultimi episodi aspettavo la fine con ansia: vuoi per lo sconforto dettato dalla noia, vuoi perché la storia mi aveva un tantino coinvolto. Il finale aperto non disturba e, se si chiude l’occhio in qualche scena banalotta (l’accoltellata), tutto funziona e regge bene. A mai più, Carnivàle. (7/10)
Friends. Stagione 1. Episodi 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8.
1. Non ho mai visto Friends, e allora?! Qualche problema? Inizio il recupero trovando il pilot decisamente anni novanta. Comicità spicciola ma di buon livello, battute che caraterizzano i personaggi in poco tempo. Una buona presentazione di luoghi e situazioni (che non mi aspettavo, come Ross divorziato o Rachel fuggitiva dall’altare). Chandler idolo da subito, Phoebe troppo macchietta. Mi aspetta una lunga cavalcata. (7/10)
2. Amo già questi bastardi con Ross che guadagna punti e insegue Chandler in vetta alla classifica. Niente di esaltante il fronte delle battute che pur avendo 17 anni reggono bene l’impatto del tempo. Buon ritmo. (8/10)
3. Episodio carino che inizia a farmi capire le dinamiche un po’ sconnesse. Battute semplici ma efficaci e un Mattew Perry sugli scudi. Gran bell’impianto e ottimo cast a supporto. Stona Phoebe che ha un ruolo troppo semplice. (8/10)
4. Iniziano le pulsioni sessuali tra i “friends”?! So dove andranno a parare (più o meno) e ho molta paura. L’episodio regge bene maltrattando Ross. (7/10)
5. Eccallà il primo bacio. Puntata divertente, anche se le storyline di supporto (Monica-Ross, Chandler-Phoebe) sono leggermente deboli e fuori contesto. (8/10)
6. Forse la migliore fin’ora, tutti inseriti in contesti funzionali allo sviluppo dei personaggi. In disparte Ross e Rachel ma un Joey e una Monica che finalmente si esprimono al meglio. Tra l’altro Courtney Cox e bbona un bel po’. (8/10)
7. La parte di Chandler nella sua semplicità è una delle cose più divertenti che io abbia mai visto. Niente male l’episodio che si regge su un pretesto scontato per far avanzare la storia. Peccato che non sempre tutti i personaggi siano usati al meglio. (9/10)
8. Morte trattata in chiave comica, con uno sguardo sul rapporto Ross-Monica e famiglia. Non male, ma vince come al solito Chandler. (7/10)
Hart Of Dixie. Stagione 1. Episodio 4.
4. Episodio un po’ zozzo questa volta! Ghiaccio fra le tette e bagno in lago nuda. Ovviamente non si vede niente, ma continuo a fare il tifo. Il resto è puccioso come al solito nella sua banalità, a parte Lemon che a fare delle Lemonade ha rotto il cazzo. (6/10)
2 Broke Girls. Stagione 1. Episodio 5.
5. Mah, l’effetto che mi fa è da comedy italiana: si vede che recitano. Trama carina se non fosse per il cinese agghiacciante, gli hip e il nigga con l’accento nigga. Salvo solo il cavallo. (5/10)

Reality
Survivor
. Stagione 23 (South Pacific). Episodio 6.
6. Eliminano solo le bone. Patetica la scenata di Ozzy tanto quanto è patetico il nipote del tizio. Iniziano a vedersi un po’ di più i personaggi mostrati meno, rivelando la forza di Albert su tutti. Prove non esaltanti ma buoni discorsi di strategia in tutte e due le tribe e questo è un bene. (7/10)

Musica
Opeth – Heritage (2011)
Potevate anche mettermi anche un po’ di growl brutti bastardi. Sonorità delicate miste a passaggi forti, non supportati dal cantato che non riesce mai a dare la carica. Piacevole disco da salotto, non da semaforo.

Alla prossima settimana,
Boss

Settimana 70: 10/10 – 16/10

Serie TV
Breaking Bad
. Stagione 4. Episodio 13.
13. A mente fredda, l’episodio mi ha soddisfatto per tre quarti. Qualche piccolo dettaglio nella trama, l’assenza di vera e propria ansia, la conclusione che non lascia spazio all’immaginazione e la conclusione del capitolo “Pollos”, mi hanno reso perplesso. C’è da dire che il livello resta altissimo ma che forse era impossibile fare meglio della S3. (8/10)
It’s Always Sunny In Philadelphia
. Stagione 4. Episodi 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8.
1. Inizio col botto: cannibalismo e caccia all’uomo. Dire che mi sono piegato in due a vedere Dee e Charlie con la fame di carne umana sarebbe riduttivo. (9/10)
2. Fantastico, con esplosione finale. Talmente assurdo che mi è venuta voglia di comprare benzina e rivenderla per far soldi. (8/10)
3. Quando si parla di aspetto fisico Dennis ruleggia. Il resto penso sia una delle cose più divertenti che io abbia mai visto, pur essendo video stupidi e PALLONATE IN FACCIA. Il finale con Mac che premia le lesbicazze è senza prezzo. (10/10)
4. Torna la cameriera ma non in un episodio stratosferico. Resta di alto livello l’analisi del miglior amico, anche se la puntata è decisamente segnata dall’assenza di Dee e Frank. (8/10)
5. Prima parte di un doppio episodio nel quale sono letteralmente morto dopo il finto incidente. Il resto è di un’assurdità sensazionale, riescono ad infilarci pure un glory hole. (9/10)
6. Nooo, seconda parte sotto-tono. A parte Frank col manichino e una caterva di gnocca, il resto non mi ha esaltato anche se il finale spacca. Peccato. (7/10)
7. Punta incentrata sulla cacca. Epica la spiegazione finale come epica la cameriera e la vita di Dee. Meraviglia. (8/10)
8. Rapimenti e affini, poco male per via del solito delirio compulsivo. Straordinario il finale con il pezzo a cappella e la recensione (che sottoscrivo)! (8/10)
Carnivàle. Stagione 2. Episodio 3, 4, 5.
3. Non vedo l’ora di levarmelo dalle scatole. Ecco un riassunto esaustivo: sonno, polvere, sonno, sonno, TETTE, sonno, scena porca, sonno, polvere, polvere, mistero, silenzio, polvere, silenzio, scena porca, mistero. Non saprei cos’altro descrivere di una storia che ho paura di capire solo alla fine. Per adesso NOIA. (5/10)
4. Uffa, questo sarebbe anche un episodio decente, ma la storia proprio non mi prende. A me sembra che Ben vada a caso e scopra informazioni per culo, in situazioni al limite del grottesco e dell’assurdo. I silenzi sono le cose più importanti, ma perdono di impatto quando ce ne sono troppi. La vita al Carnivàle è interessante ma gira attorno alle solite persone diventando a tratti prevedibile. (6/10)
5. Non male, almeno perché succede qualcosa. Ben gira a random trovando info, Sofie legge le carte e vede la gggente morta, Rita Sue fa vedere un po’ di tette e Justin costringe Irina a confessare l’incendio (del quale non ricordavo fosse lei la colpevole). Il finale è interessante. (6/10)
How I Met Your Mother. Stagione 7. Episodio 5.
5. Non mi ha esaltato per niente. Lily fastidiosa come non lo era da un po’, Robyn con il terapista non si può vedere, Ted sfigato epocale e Marshall moralista oltre gli schemi. L’unico che si salva è Barney, anche se sotto tono anche lui. Sembra essere una puntata di transizione dati i vari elementi tirati in ballo, vedremo se verranno sviluppati. (5/10)
Hart Of Dixie. Stagione 1. Episodio 3.
3. Pucciosità a livelli incredibili. È prevedibile a livelli disumani, ma i personaggi sono scritti in maniera decente e sì, lo ammetto, fanno ridere quando dovrebbero farlo. Il sindaco è un idolo incredibile e si accompagna bene con tutti gli altri, in combinazioni al limite del credibile. Il resto è tutto puccioso e amorevole, ovvero una figata. A parte Lemon che si veste di giallo. (7/10)
2 Broke Girls. Stagione 1. Episodio 4.
4. Boh, per me questa serie ha del potenziale e in alcuni infinitesimi attimi mi dà ragione. Il resto fa cagare, in un misto di prevedibilità e battute già sentite. Resta il mistero del contatore di soldi: spendono e spandono riuscendo a risparmiare. Mah. (5/10)
Community. Stagione 3. Episodio 4.
4. Cosa dire se non epico in ogni linea temporale (sopratutto quella di Troy)? Questo è il livello che voglio sempre, altissimo e pieno di scene che entrano subito nella storia. (10/10)

Reality
Survivor. Stagione 23 (South Pacific). Episodio 5.
5. L’episodio migliore fin’ora. Christine si salva, Coach trova l’idol e condivide con gli altri, Brandon piange, la prova fa vomitare e Ozzy viene blindsideato. Assime a quel figone di Elyse. Il piano per indebolire Ozzy funziona fino ad un certo punto, certo che tutto ora si fa estremamente interessante. (8/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 69: 03/10 – 9/10

Serie TV
It’s Always Sunny In Philadelphia
. Stagione 3. Episodi 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15.
4. Rapimento. Livello massimo di demenza in un episodio non esaltante. Spettacolo la citazione di Survivor, il resto scorre via senza lasciare il segno. (8/10)
5. Niente di pirotecnico, ma come degenera la situazione in ogni episodio è qualcosa di sublime. L’ego di Dennis è il TOP. (7/10)
6. Battute sferzanti sui coreani e l’episodio è in linea con i precedenti. Dennis e Dee stanno peggiorando e ciò è un bene. Un plauso a DeVito tutto bagnato. (7/10)
7. Quando torna la fiamma di Charlie a me l’episodio piace a prescindere (per me è un passerone): il tentativo di vendere e il menefreghismo diffuso rendono il tutto gradevole, anche se si può fare di più. (7/10)
8. Bello soprattutto per il fatto che Dee è sempre una pezza da piedi. Al limite dell’assurdo, sfuttano l’idea malata di diventar famosi. (8/10)
9. Non poteva venir fuori niente di meglio dalla voglia di fondare un gruppo rock. Assurdi come sempre, niente da dire sul fatto che Day Man è la mia canzone preferita di semmpre. (8/10)
10. Geniale sotto ogni punto di vista. Tema serial killer, torna il trans e Dee regala emozioni, mentre DeVito è sempre più pazzo e Charlie piglia per il culo L&O. (8/10)
11. Non lo so, ma io mi sono sbergato in due dal ridere. Parenti geniali e un finale col colpo di scena. Dee e Dennis idoli assoluti, quasi quanto il sosia. (8/10)
12. Prima parte di un doppio episodio che vede la gang avere a che fare con la mafia (italiana). Demenza allo stato puro, amore a livelli folli. (9/10)
13. Si chiude con un’assurdità incredibile. Tutto trova un senso e nel finale tutto si risolve al solito modo. Vedere un ex-prete fare il barbone e tirare di coca componendo un musical a suon di colpi su un bidone non ha prezzo. Bel remembering di Dee fatta di crack. (9/10)
14. Ammetto di non aver ben capito il senso della parte di Charlie, ma Dee che mena il segaiolo è da amare. Carina nel complesso la storia, su tutti Jack Bauer. (7/10)
15. Le puntate in cui spuntano fuori vecchi personaggi sono quelle che mi piacciono di più. In questa si vedono le caratteristiche di tutti i personaggi, disegnate e seguite in maniera perfetta. Non vi sono risate a gargarozzo, ma la gioia per gli occhi e le orecchie dura venti minuti. (9/10)
Breaking Bad. Stagione 4 .Episodio 12.
12. Lo ammetto, la stagione ha regalato meno ansia della terza e forse era impossibile fare di più. Nel complesso però non ho mai visto niente di più solido, dove tutto assume un senso nel quadro generale. Lo si capisce quando si prova ansia e agitazione per una scena che definire banale è poco, ma che nel contesto diventa una bomba micidiale da richiedere ossigeno e aria pulita. Apro la finestra ed inizio il conto alla rovescia. (10/10)
How I Met Your Mother. Stagione 7. Episodio 4.
4. Siamo partiti bene. Barney torna a ruleggiare con la ducky tie e regala emozioni in combinazione con il mio stalker Jeff Probst. Viene dato spazio a Robin e questo è un bene mentre Ted è sempre più patetico ma è un bene anche quello. Lanciano anche segnali sul futuro parto di Lily e sale l’hype. (8/10)
Terra Nova. Stagione 1. Episodio 3.
3. Cheppalle. Noia noia noia e prevedibilità. Tutti i punti forti vengono accantonati mentre si sviluppano le trame amoroso-sentimentali della famigliola. Io so già che mi immedesimerò, per questo gradirei molti più dinosauri sgranocchia uomini. Sarà la serie trash dell’autunno. (4/10)
2 Broke Girls. Stagione 1. Episodio 3.
3. Niente di schifoso, anche se alcune battute sono forzatissime e vecchie come il cucco. Il complesso non è male, forse con l’ordine di una stagione intera riusciranno ad amalgamare meglio il tutto. Il nigga sullo sfondo non ha senso. (6/10)
Hart Of Dixie. Stagione 1. Episodio 2.
2. Dopo l’intensissimo pilot ero curioso di sapere come sarebbe proseguita la storia. Non ho mai visto niente di più puccioso: la gente è pucciosa, le feste son pucciose, la regia è pucciosa e le battute sono pucciosisissime e prevedibili. Se non fosse che mi impucciosisco anche io, sarebbe una merda. Nella speranza di vedere la Bilson sempre più zozza, andiamo avanti. (6/10)
Community. Stagione 3. Episodio 3.
3. Puntata non stellare, manca qualcosa che faccia ancora definitivamente scattare la molla. Chang troppo slegato dal gruppo e terzo litigio in tre episodi, non capisco dove vogliano andare a parare. Geniali come al solito le battute, citazioni di Breaking Bad e The Wire e il ritorno di Magnitude. (6/10)
Carnivàle. Stagione 2. Episodi 1, 2.
1. Torno a guardare questa serie per togliermi il chiodo fisso e non avere sempre il tarlo in testa. Non ricordo nulla della prima stagione e per questo il primo episodio, pur denso di avvenimenti, risulta di una noia mortale. Tecnicamente è un capolavoro di fotografia e regia, il resto scorre senza impressionare. (6/10)
2. Finale carino anche se continuo a perdere dei pezzetti. Meno noioso del precedente, voglio qualche sviluppo importante altrimenti rischio di abbioccarmi al solo pensiero di un terzo episodio. Polveroso. (6/10)

Reality
Survivor
. Stagione 23 (South Pacific). Episodio 4.
4. Odio stratosferico per Brandon e amore indiscusso per i costumini. Strategie che avanzano ma che non si esprimono, prova vista e rivista e una redemption più interessante del previsto. Niente di esaltante. (6/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 58: 18/07 – 24/07

Serie TV
Breaking Bad
. Stagione 4. Episodio 1.
1. Che dire: è tornato alla massima potenza. L’attesa è stata tanta ma è stata ripagata nel migliore dei modi. Il cast, stellare come al solito, non sbaglia un colpo, con un Giancarlo Esposito sugli scudi, accompagnato da un Cranston e un Paul ottimi come sempre (quest’ultimo parla con gli occhi e basta). Se vogliamo trovare il pelo nell’uovo, qualche scena soffre un tantino di spocchiosità: Skyler col fabbro non è convincente al massimo, pur essendo un atteggiamento in linea con lo sviluppo caratteriale del personaggio. Togliamoci il cappello. (9/10)
Family Guy. Stagione 6. Episodi 9, 10, 11.
9. Carino ma di Woods fottesega. Qualche bel flashback ma niente di esaltante. (5/10)
10. Niente di che, gli episodi Bryan-centrici non mi soddisfano quasi mai. Carine due o tre scenette, il resto passa inosservato. (6/10)
11. Al Harrington sei il mio DIO. Quando compari tutto mi si illumina, soprattutto se l’episodio è decente dopo due sottotono (7/10)
12. Puntata carina, ma il calo c’è da qualche episodio. Finita la stagione, speriamo nella prossima. (6/10)
Forbrydelsen. Episodi 1, 2, 3, 4, 5.
1. Curiosità a livello massimo per l’originale da cui è tratto “The Killing“. Il primo episodio è stato duramente scopiazzato dagli americani, in ogni scena compresa la fotografia. Il cast originale regge bene e non soffre il confronto recitativo americano (un po’ pompato). La trama la conosco e non mi ha stupito, ma è davvero ben fatto. (8/10)
2. Ecco che mi piace già molto di più. Filone dell’indagine originale, sensato e funzionale. Lund è meravigliosa con la sua monoespressione, Meyer ha un carattere completamente diverso che non mi piace personalmente ma rende il personaggio interessante. La famiglia Larsen sopporta il dolore e lo manifesta in maniera non spocchiosa e non le viene dato troppo spazio. Il prodotto è solido, la casualità non sembra essere parte della trama. (8/10)
3. Elementi incastrati diversamente fanno funzionare l’episodio e la trama. Ho la sensazione che sia il remake fatto male, pur essendo scopiazzato in molte parti di pari passo. Il cast mi inizia a piacere davvero, TUTTI compreso il politico che è molto meno americano e quindi molto più reale. Mi inizia a prendere, sono davvero curioso: per ora niente colpi di fortuna nelle indagini. (9/10)
4. Niente casualità e ciò è un bene. Spunta il video in maniera tranquilla e la puntata rallenta un po’ il ritmo. Resta positiva la qualità, che non scende mai partendo dagli attori e arrivando alla fotografia. Dovrebbe essere preparatoria per la prossima. (7/10)
5. Episodio molto lineare e funzionale. La trama avanza e le discrepanze con la copia non sono tante. Qua però la qualità del disegno generale è decisamente superiore, tutto funziona e non ci sono tempi morti. Mi sale il rimorso di non averlo guardato prima, alcuni colpi di scena mi avrebbero fatto un altro effetto. (8/10)
Carnivàle. Stagione 1. Episodio 12.
12. Mah, non ho capito il senso di alcune cose. Pensavo che Lutz avesse usato il serpente per mettere alla prova Ben, ma poi si fa ammazzare. Il resto funziona, Sofie guadagna rispetto ma per questo viene punita? Justin invece come al solito dice cose a random e poi tiene un discorso in diretta radiofonica che mi devo riguardare perché non ho capito cosa dice. L’episodio in se è carino, ma non ho capito molto della trama (come della stagione). Peccato, sembra essere un buon prodotto. (7/10)

Reality
Survivor
. Stagione 13 (Cook Islands). Episodi 15, 16.
15. Ultima puntata dall’isola. Bello il riassunto ma per il resto tutto è oramai deciso. Sarebbe stato molto interessante se Ozzy non avesse vinto l’ennesima immunità, ma vincendola si merita la mia personale stima e il mio tifo smisurato (smisurato è anche per Yul ma un po’ meno). Interessante il  primo tribal council dove vengono illustrati tutti gli scenari possibili, con Becky e Sundra che se ne infischiano giocandosi la vittoria. Lacrima per il remember delle torce. La prova del fuoco è stata imbarazzante, il mio amore per Becky è calato anche perché è stata asfaltata dalle domande. Si sta per chiudere questa stagione e già mi manca tutto. Sundra è comunque un discreto milfone. (9/10)
16. Oh mio dio quanto è obeso OZZY. Vittoria meritata di Yul, anche se Ozzy avrebbe meritato davvero tanto, contando che il suo gioco è stato solitario e non basato sull’idol. Super milfone Sundra, più bbona anche di Sexy Becky e di trans-Parvati. La puntata finale è davvero simpatica ed è una gioia per gli occhi rivedere tutti, anche se quella di Pearl Islands è stata più bella. (9/10)
Survivor. Stagione 1 (Borneo). Episodi 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11.
5. Hanno fatto fuori il concorrente più imbarazzante che io abbia mai visto. Idolo Rudy che esprime il suo parere sulla Bibbia, Richard non si esprime al massimo ma è l’unico concorrente assieme alla uoma che strategizza un po’. Le prove durano due minuti l’una nel montaggio, viene dato molto più spazio alla non interessante vita di campo, anche se tutti vogliamo sapere le sorti del Superpole! (6/10)
6. Puntata interamente incentrata sul futuro merge. Viene detto in anticipo e viene preparata una challenge dura ed impegnativa che può essere la svolta della stagione visto che può generare un 4-6 o un 5-5. Sarà 5-5 grazie all’eliminazione di un tipo insopportabile, anche se io avrei eliminato quello che fa finta di parlare al telefono. Gervaise I-D-O-L-O, ammette spudoratamente di non fare nulla al campo ma comunque è simpatico e quindi resta. (7/10)
7. Eccoci al fantomatico primo merge di sempre. Mi è anche piaciuto come è stato gestito e preparato ed inizio ad affezionarmi ad alcuni partecipanti. Sono rimasto colpito da come questa prima stagione sia poco strategica: in quattro si mettono d’accordo e riescono a dominare, dato che gli altri votano a sentimento. Se la gente non se ne renderà conto il finale sarà prevedibile, ma penso che d’ora in poi le cose cambieranno (7/10)
8. Ancora una volta la poca strategia la fa da padrone. Idolo Gervais che sa benissimo di essere inutile ma quando viene bersagliato vince l’immunity e si salva. I quattro alleati hanno l’aiuto di un gran giocatore che vota IN ORDINE ALFABETICO e cacciano quel mongoloide di Greg. Spero che ora vada a parlare al telefono usando una scarpa. (7/10)
9. Grande Rudy e grande alleanza anche se inizia a scricchiolare un po’. Il tipo che vota in ordine alfabetico ancora una volta si rivela decisivo. La vedo male però per Richard e la sua nudità: se non prendono in mano in maniera decisiva la situazione, rischiano di farsi del male da soli. Hai voglia a pescare del pesce. (7/10)
10. Tutta la puntata a parlare di strategia (in mezzo a prove schifose) e poi alla fine la strategia non l’ho mica capita. Su questo piano la stagione perde molto, la casualità la fa da padrona, anche se può darsi ci sia qualcosa sotto. Addio Gervais, sei il giocatore più inutile che io abbia mai visto e per questo TVB. (5/10)
11. Prima prova di durata dopo una reward sullo yatch con quel pirla di Sean, che non ho capito cosa ci faccia ancora sull’isola. L’eliminazione di “Cooleen” è un pugno nella panza, doveva rimanere lei al posto di quello scemo di superpole. Cambia poco nel disegno generale, ora la vedo dura per lui e l’altra ceffa, anche se l’immunità potrebbe giocare brutti scherzi. (7/10)

Musica
Cut Off Your Hands – Hollow (2011)
Il mio fornitore di consigli musicali proponeva questo disco neozelandese di indie-pop senza fronzoli. Al primo impatto non è niente di innovativo e niente di esaltante, semplicemente ascoltabile. Poi si perde lungo la durata dell’album ed essendo nove tracce non è il massimo. 

Alla prossima settimana,
Boss.


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite