Archive for the 'Brooklyn Nine-Nine' Category

Settimana 307: 26/04 – 01/05

Serie TV
Brooklyn Nine-Nine. Stagione 3. Episodio 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23.
16. Captain Holt fenomenale, Scully e Hitchcock finalmente ancora una volta al centro dell’attenzione. Tutto ruota attorno a scene gradevoli, anche il trio di donne diverte. (8/10)
17. Per una volta inseriscono un personaggio interessante che diverte, così come l’unione delle pulizie. Riderissimo Rosa che se lo vuole guzzare, Terry sempre con le battute migliori. Ci risiamo. (8/10)
18. Benino Rosa e il tizio che flirtano, tutti gli altri a cercare un cane è un po’ ridicolo, ma si è visto di peggio. Boyle cieco forse fa ridere i ciechi. (7/10)
19. Datemi subito uno spin-off di Terry e della sua vita intera. Divertente il rapporto con Jake, il nuovo arrivato però è già una macchietta e non va bene. Viva Holt competitivo. (7/10)
20. Apprezzabile il tentativo di dare orizzontalità agli ultimi episodi anche se la fola del matrimonio è veramente assurda e ridicola… Non ce la possono fare, tipo Boyle quando si doveva sposare lui. (7/10)
21. In questo è funzionato tutto, anche se qualche battuta è decisamente troppo ridondante. L’idea di dare un senso concreto a tutti gli episodi del ciclo finale è estremamente OK, avanti così. (8/10)
22. Molto benissimo, ci si diverte bene con Gina e Terry mentre il caso prosegue in maniera simpatica con l’incursione all’FBI. Peccato che la talpa seconda era prevedibilissima, un altro colpo di scena avrebbe alzato il voto. (8/10)
23. Senza l’appartamento di Rosa tutta la stagione non avrebbe avuto senso. Bella conclusione del ciclo finale, col cattivone che dà un senso alla stagione e aiuterà ad aprire la prossima. Si ride anche grazie a tutto il gruppo unito, ognuno con le proprie caratteristiche. Più va avanti più si stacca da Parks&Rec. (9/10)
Game Of Thrones. Stagione 6. Episodio 1.
1. Solita confusione con personaggi e situazioni, ma è un episodio introduttivo nel quale accade poco o nulla. La donna rossa si scopre una vecchia e Arya è cieca senza che me lo ricordassi. Null’altro da segnalare. (6/10)
Inside Amy Schumer. Stagione 4. Episodio 1, 2.
1. Premiere fiacca seppur con qualche buona trovata. Il format spezzettato esagera in maniera sconsiderata di segmenti senza collegamenti e in certi casi poco divertenti (the most bla bla a cosa è servito?). Intervista finale zero interessante. (5/10)
2. Molto meglio della premiere: qui gli sketch sono divertenti anche se come sempre troppo lunghi nella loro durata comica. Intervista finale che funzionina, anche se un filo politicizzata. (7/10)
The Good Wife. Stagione 7. Episodio 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20.
14. Voto principalmente di stima in quanto il caso è poco interessante e gestito alla rinfusa, con tanto di battute varie spesso tremendamente ridondanti. Si può fare di meglio col ritorno di Alicia alla base. (6/10)
15. Le pulsioni sessuali tiratissime di Alicia e Jason. Salvo la Tascioni, ovviamente, e il casino alla LAL, ma il resto è un po’ meh diciamolo. (6/10)
16. Do qualche punto in più perché la comparsata di certi personaggi storici mi ha fatto ridere, anche se la vena comica non è proprio il punto di forza di questa stagione. A pochi episodi dalla fine non si capisce bene dove vogliano andare a parare. (7/10)
17. Benino, soprattutto il caso che per una volta diventa interessante e gradevole. Alicia dodicenne fa ridere e va bene, la fola dello studio di donne non convince, povero Cary. (7/10)
18. Sprazzi del vecchio TGW: lotte interne, caso moderno, Peter e Alicia con Eli cane bastonato. Finalmente sembra che il finale assuma una certa piega. (8/10)
19. Buon episodio anche se con l’NSA & co non si capisce una mazza. Bene Diane col marito baffuto da cuoricioni e la parte comica ritrova una vecchia verve. Alicia che divorzia per il tizio è un po’ MEH. (7/10)
20. C’è un momento piangerino, anche se Zach rincretinito dalla figa mi mancava. Benone tutto, Diane e Marisa su tutti. La storia di Peter spero si risolva con meno casino e confusione, chiudendo il cerchio in maniera degna. (8/10)
The Middle. Stagione 7. Episodio 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21.
14. Solito plot, solite difficoltà e solito finale puccioso. Ci piace per questo, no?. (7/10)
15. Solito The Middle, anche se la rivelazione sul modello fa un po’ scappare da ridere… Che senso ha avuto il tutto? Brick sconvolto per il film mi ha fatto urlare, c’ha ragione. Bene le foto finali, la scena al cinema rivista ha un po’ rotto. (6/10)
16. Carina tutta la storyline di Brick e di Kenny (PARLA! HA UNA FACCIA!), mentre Sue naviga nella banalità e nella prevedibilità. Speriamo che quel rosso non diventi la sua fiamma, preferivo quello stupido. (7/10)
17. Piangerone a casissimo per la forchetta finale. Quando tutto questo finirà mi ammazzerò di lacrime. Bene tutto l’episodio, grazie a storyline sensate per ogni personaggio, anche Mike. Frankie vs. Brad domina. (8/10)
18. Episodio carino con finalmente Eden Sher in versione da figa. Pucciosità come sempre, anche se Axl con le fighe incontrate a caso ha un po’ rotto i maroni. Mike: COOL. (7/10)
19. Episodio Sue-centrico ben fatto con Eden Sher finalmente in bella mostra (anche se niente minne). Il finale di Cindy mi ha UCCISO, geniale e inaspettato. (7/10)
20. Divertente e profondo, anche se le fole di Sue sono vecchie e stantie. Stavo pensando a Brick e come i suoi tic o le sue stramberie non siano più fondamentali. Ridatecelo inquietante. (7/10)
21. Carini Mike vs Brick, tutti gli altri veleggiano nell’ovvietà: il business fallito da Axl, Sue col senso di colpa a vuoto e Frankie con i bimbi rompicazzo. Si poteva fare un filino meglio. (6/10)

Reality
Ink Master. Stagione 7. Episodio 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9.
1. Il format fa piangere, non sanno più cosa inventarsi. Bella la flash challenge e carina molto la prova decisa dal veterano. Peccato davvero per il gioco, oramai ridicolo. (6/10)
2. Bellissima flash challenge e il tizio rumeno è il mio nuovo idolo (ovviamente eliminato, fa quel cazzo che gli pare). Il ritorno di Cleen alza il livello, ci voleva ma basta spacconate. (6/10)
3. Benissimo il ritorno di Salsiccia che alza ulteriormente il livello. Bellissima flash con solo una coppia in grado di farla e bene anche l’idea per l’elimination. Pochi tatuaggi semplificano la stagione. (7/10)
4. Il tatuaggio di Cleen è stupendo, come molti altri sono OTTIMI. Peccato per Picasso, uno dei pochi con i design davvero interessanti. Prove ok. (7/10)
5. Peccato se ne vada St. Marq che era sicuramente più capace di quel mongolo di Alex. Prove ok, soprattutto la flash originale. Ritorno di Matty ok. (7/10)
6. Carina la flash challenge, finalmente torna Sarah mostro zinne enormi Miller! La prova è simpatica e consente ad Alex di levarsi dal cazzo, ma i tattoo fanno cagare. (6/10)
7. Dico no all’eliminazione di Sarah zinne Miller a prescindere. I ritratti fanno sempre la loro porca figura quando son fatti bene. Carina anche la flash con le dita, siamo lontani dalle palpebre. (6/10)
8. Carina la flash challenge dagli esiti patetici. Bello il ritorno del maestro giapponese ma i draghi han fatto scappare da ridere. Salsiccia resiste perché è salsiccia, stagione sensata. (6/10)
9. Finalmente un episodio degno con tatuaggi da urlo e sfide serie e cazzute. Non sono tanto d’accordo su salsiccia ma se le sfide saranno così per me è sì. (8/10)
Survivor: Kaôh Rōng. Stagione 32. Episodio 11.
11. Episodio montato bene ma dall’esito tutto sommato prevedibile. Carine le prove, la vittoria nell’immunity è impressionante. (7/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 296: 08/02 – 14/02

Serie TV
Brooklyn Nine-Nine. Stagione 3. Episodio 15.
15. Prevedibile la conclusione del caso, ben pensata la vicenda del distretto ospite, anche se manca quella decisa e geniale vena comica vista in passato. Momento di flessione. (6/10)
It’s Always Sunny In Philadelphia. Stagione 11. Episodio 6.
6. Non sarà stato un episodio divertentissimo, ma ci hanno regalato un sogno, ovvero vivere nei panni dello schifosissimo Frank. Droghe, alcool, TETTE, tappeti, cani… aveva senso tutto ciò? (9/10)
Luther. Serie 3. Episodio 3, 4.
3. Buona la costruzione dell’episodio e il cattivone buono di turno. Ci si potevano aspettare tante cose, ma non di certo il finale. Bravoni con i colpi di scena, anche se Luthà è proprio sfigato. (9/10)
4. Bel finale di serie, con il ritorno di Alice. Luthà gira per più di metà episodio con un proiettile nella gamba, ma va bene così. Trovata finale intelligente, momenti d’azione migliorabili. Ruth Wilson TOP. (8/10)
Seinfeld. Stagione 5. Episodio 5
5. L’intera parte comica è affidata a George e al circoncisore (brava macchietta). Il plot non mi ha divertito, a parte le battute sul padrino. Elaine non pervenuta. (7/10)

Musica
Grimes – Art Angels (2015)
Mi è piaciuto. Alcuni pezzi spiccano per orecchiabilità e ritmo in un contesto molto omogeneo che si sfaccetta dopo qualche ascolto. Si potrebbe anche approfondire il resto.
Vince Staples – Summertime ’06 (2015)
Discone Hiphop immenso, lungo e cattivo. Qualche bel pezzo proviente dall’hood, from the street the pussy money bang. Non originale, ma gradevole.

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 295: 01/02 – 07/02

Serie TV
Brooklyn Nine-Nine. Stagione 3. Episodio 14.
14. Ci si poteva aspettare qualcosina di meglio dall’escape room, così come il pistolino di Boyle magari porterà in maniera stupida al love affair. Benino anche Jake, con Amy più fastidiosa del solito. (6/10)
It’s Always Sunny In Philadelphia. Stagione 11. Episodio 5.
5. La critica non è stata favorevole, ma io non ridevo in maniera così sguaiata da un bel po’. Argomenti a tratti geniali, scene al limite dell’assurdo portano a ridere ininterrottamente per tutta la seconda metà dell’episodio. Ok, non sono stati cattivissimi, ma non chiedo di più. (10/10)
Luther. Serie 3. Episodio 2.
2. Bel caso bello malato, bel finalone con Luther che fa il grossissimo e ci regala anche un momento pucci. Ha perso il senso generale, forse, ma più diventa torbido meglio è. (8/10)
Seinfeld. Stagione 5. Episodio 4
4. Carine le assurdità dettate dallo sniffatore, non male ancora una volta la rovina di George: è un personaggio così geniale che spero trovi e perda un lavoro a puntata. (7/10)
The Good Wife. Stagione 7. Episodio 13.
13. Così ci siamo: caso di Alicia bomba, vicende personali che sfociano nella scena del crollo davvero ottima, Cary spunta fuori con la perla, Eli è perdonato e c’è pure il limone. In più, torna Babbo Natale nel segmento meno gustoso e non stona: cosa vogliamo di più in quaranta minuti? (8/10)
The Grinder. Stagione 1. Episodio 13.
13. Che gnocca Mary Elizabeth Ellis, bah, ancora con ‘sta fola del non sei un avvcato ma fai l’avvocato. Se non si inizia a sorridere e/o a pucciosare inizio a sparare dei quattro. (6/10)

Musica
Jamie xx – In Colour (2015)
Non sapevo fosse il tizio dei The xx. La leggenda narra che sentendo un pezzo a caso su youtube mi sia detto “questa voce la conosco”. E infatti, ogni tanto spunta anche Romy e il cerchio si chiude. Belli i pezzi Bibiani.

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 294: 25/01 – 31/01

Serie TV
Brooklyn Nine-Nine. Stagione 3. Episodio 13.
13. Mhh, l’ho trovato ridondante e a tratti ripetitivo. Holt davvero scritto benissimo, rischia di diventare il personaggio migliore, la crociera non convince fino in fondo, la coppia non regge bene. (6/10)
It’s Always Sunny In Philadelphia. Stagione 11. Episodio 4.
4. Altro episodio folle, nel quale Charlie imita tutto il tempo un tizio a casissimo. Bene la comparsata di Cricket, ma il premio del giorno lo vince Frank con le sue visioni naziste. (7/10)
Luther. Serie 1. Episodio 5, 6. Serie 2. Episodio 1, 2, 3, 4. Serie 3. Episodio1.
5. Ecco l’episodio che aspettavo, quello per cui tutti hanno urlicchiato. Nella speranza che non sia l’unico, qui ci si gasa per situazioni originali, colponi di scena, momenti di tensione e un bel plot che funziona. Luther è allo sbando, ora la curiosità è al massimo. (9/10)
6. Questo sì che è un finalone. Escluse alcune piccole spigolosità costruttive, gli attori danno il meglio di loro stessi nella scena conclusiva che è densa di tensione. Il ciclo si chiude bene, grazie anche alla buona costruzione precedente. (9/10)
1. Seconda stagione che inizia con qualche momentino lacrimino, un killer folle, momenti di paura e Luther che ricomincia come all’inizio ed è un bel vedere. (8/10)
2. Bella conclusione di questo primo caso, anche se alcune scelte, come sempre troppo casuali o scontate, lasciano a desiderare. L’introduzione della nuova protetta non convince, ma può riservare potenziale. (7/10)
3. Caso del giorno tanto assurdo quanto interessante (cold open da capogiro). L’indagine fatica a decollare e il finale gasa a manetta, non ce lo si aspettava. (8/10)
4. Il caso dei gemelli pazzoidi finisce con una scena bella tosta e un bel mood di base. Luther è un protagonista forte, accentratore, capace di convogliare su sé stesso tutta l’attenzione. Non so ancora se sia un bene. (8/10)
1. Passano almeno due anni (IRL), un po’ meno in questo ritorno di Luther, dove qualche personaggio è cambiato e si apre la classica indagine degli affari interni, con la tizia diventata puttana. Il doppio caso è leggermente contorto, speriamo che il galoppino non faccia finta, se no prevedibilità a manetta. Ps: ci si caga a addosso bene, col tizio sotto al letto. (7/10)
Seinfeld. Stagione 4. Episodio 20, 21, 22, 23, 24. Stagione 5. Episodio 1, 2, 3
20. L’episodio a tema handicap funziona: è corale, è spassoso e George che finisce a fare il domestico è geniale. Ogni personaggio mette in scena tutto il proprio potenziale. (8/10)
21. Non esalta dal punto di vista compositivo, anche se Elaine m’ha scassato dal ridere. Mi chiedo la gag dello jo-jo come l’abbiano interpretata gli spettatori senza vedere gli episodi in fila. (7/10)
22. La macchina puzzolente fa sorridere, ma alcune gag rimbombano su loro stesse. Ottimo il ritorno di Susan, con i soliti intrighi con Kramer. Ben pensata. (7/10)
23-24. Ecco quello che può essere ben definito un finale di stagione, con momenti frequenti che richiamano la continuity. Si ride bene grazie alla buona interazione dei personaggi e alle controfigure, col finale simpatico anche se esagerato. La serie è finalmente sbocciata. (8/10)
1. Ottimo ritorno con un episodio basato sul sesso e sul pipino di George che non si alza. Lisa Eldestein non male giovane, ottima Elaine, la fola della frutta e il finale. (9/10)
2. Molto carino anche il secondo, gli sconti dell’amico di Kramer su tutto. Bene anche una giovane e bona Skyler, già intricate le vicende con il fruttivendolo. (8/10)
3. Peccato che la fola delle mani di George finisca in maniera così rapida, poteva dare delle gioie. Simpatica la tizia che parla piano, le camicie da pirata sono esaregate. (7/10)
The Grinder. Stagione 1. Episodio 12.
11. Che gnocca Mary Elizabeth Ellis, carino anche se avrei preferito che l’allontanamento durasse di più. Finale ok, pucciosità un po’ stentata. Todd fa riderino. (6/10)

Musica
Rihanna – Anti (2016)
Boh, tutto ‘sto hype per un disco che non m’ha detto nulla: ho fatto anche fatica a trovare il pezzo pop da soldo. Corto, confuso e non deciso.
Sia – This Is Acting (2016)
Il disco di canzoni composte da Sia e rifiutate da altri artisti risulta poco omogeneo e in certi casi anche immaturo. Di buono conserva le incidenze pop del precedente e, sulla stessa falsariga, sembra richiamarlo.

Alla prossima settimana,
Boss.


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite