Archive for the 'BoJack Horseman' Category

Settimana 324: 22/08 – 28/08

Serie TV
BoJack Horseman. Stagione 3. Episodio 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12.
6. BoJack decide di trattare il tema dell’aborto sfruttando Sextina Aquafina che mi fa sempre ridere. La caccia all’Oscar si fa interessante, ma vorrei più guizzi. (7/10)
7. Finalmente qualche nodino salta al pettine e la comparsa di Jessica Walter mi ha gasato. Funziona tutto, col solito autolesionismo di BoJack e la carica di Todd. Spero vivamente vinca l’Oscar. (8/10)
8. Si pensa già al post-film di BoJack ma la cosa geniale dell’episodio è la penisola dei labrador unita all’app di Todd, già degeneratissima. Geniale tutto. (7/10)
9. Attenzione a quel no finale secco e deciso da m’ammazzo subito. Episodio che vorremmo vedere sempre di BoJack: dialoghi serrati sensati e scritti bene, contesto nonsense e infarinata di passato. Se continua così direi che ci siamo. (8/10)
10. It’s you! Dialogo finale da applausi a scena aperta, ricomincia la caduta di BoJack. Non mi aspettavo la mancata candidatura all’Oscar, che sia l’inizio della distruzione finale? Princess ha guadagnato un sacco di punti ultimamente. (9/10)
11. Forse qua si è spinto un po’ troppo sull’acceleratore. BoJack ha deciso di spaccarsi ammerda con l’unica che ci capisce qualcosa. I blackout sono un filino ridondanti ed esagerati come pretesto, ma l’incontro con Penny e il finale sbalordiscono per intensità. (9/10)
12. La stagione è finita, con la caduta di BoJack nel tunnel definitivo della solitudine, in un escalation di disperazione costruita al meglio. Ci sarà speranza di redenzione per il suo veleno? Tutti gli altri personaggi raggiungono una situazione in cui c’è un punto d’arrivo e uno di partenza, tutto gestito bene e in character. Manca una scintilla complessivamente, in un verso e nell’altro. Colpito dalla presunta asessualità di Todd, mai visto prima.  (8/10)
Fear The Walking Dead. Stagione 2. Episodio 8.
8. Il ritorno dopo il midseason potrebbe anche funzionare, se non fosse che il palese paragone con Daryl non regge neanche in un altro universo. Nick fa tante cazzate ma sopravvive, arrivando in un posto che finirà sicuramente male. I flashback non aiutano ma stancano. (5/10)
The Last Ship. Stagione 3. Episodio 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10.
4. Mah, l’incursione è proprio da filmaccio d’azione americano, così come i dialoghi della trattativa pompatissimi. L’azione fa dunque pena, inizia a vacillare il mio credo nella serie. Campo minato vedremo. (6/10)
5. Mhh, ok dai. Il campo minato sembra il livello di un videogioco che i nostri risolvono con un po’ di azione americana, un presunto sacrificio e un ricongiungimento da lacrimina. Bene le situazioni fuoriterra, il baciotto finale anche no. Sufficienza perché si può dare di più. (6/10)
6. Va bene dai, elicotteri, nave che spara, un po’ di azione banale e una morte interessante… Poteva andare peggio, ma ci vuole di più. Speriamo che il giappo sia ancora vivo. (7/10)
7. Colpo di scena finale prevedibile e mi dispiace per l’attore che ci stava bene. Sviluppo finalmente su nave con una battaglia che non fa capire nulla. Il giappocinese è scontato che dia una mano, ma il bimbo che esce dalla pancia aumenta dose di realismo lol. (7/10)
8. Abbiamo già un nuovo presidente che fa cambiare le fole politiche in maniera forse non necessaria. Il virus proposto dai cinesi forse non è nulla di originale, ma ci può stare nel disegno complessivo. Inquadramento al futuro. (6/10)
9. Forse ero distratto ma il colpo di stato non mi aspettavo fosse di questa entità. Non ho capito il ruolo del tizio con l’iphone, ma la bionda è già troiah. L’azione navale è molto ok, anche se il CGI è diventato imbarazzante. (7/10)
10. Non male dai la fola dell’arresto e dell’ammutinamento. La situazione politica pro medioevo ora si fa interessante, portebbe prospettarsi un bel finale di stagione, anche se voglio cazzotti. (7/10)
The Night Of. Episodio 7.
7. Ottimo episodio, purtroppo The Night Of ha preso una strada diversa dal pilot e risulta poco convincente nel soddisfare le premesse. La storia è ok e funziona, ma il dualismo prigione/processo emerge in maniera contrastante. Anche gli elementi a favore che fan sembrare innocente Naz fanno capolino pian piano, in maniera poco convinta lasciando all’ultimo episodio il succo della questione. (7/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 3. Episodio 22.
22. Bene John, con le solite tematiche molto americane. Il segmento finale su Trump forse è quello definitivo, spassoso e geniale. (7/10)

Reality
Ink Master. Stagione 8. Episodio 1.
1. Interessante il format e in mezzo al casino si vedono anche dei personaggi e dei tatuaggi interessanti. Molto caotico restando in stile. (7/10)
Ink Master: Redemption. Stagione 3. Episodio 1.
1. Perché continuo a guardare questammerda non lo so, ma l’episodio è carino grazie ai campioni. (7/10)

Musica
Frank Ocean – Blonde (2016)
Bello. Deve ancora maturare il pezzone che rimane infisso nella mente, ma scorre bene nell’ascolto. Ottima produzione e ho paura che mi accompagnerà a lungo.

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

Settimana 323: 15/08 – 21/08

Serie TV
BoJack Horseman. Stagione 3. Episodio 1, 2, 3, 4, 5.
1. Ci si torna a tuffare nelle atmosfere di Hollywoo in maniera cigolante, ma ben presto gli animali da sottofondo fanno di nuovo funzionare tutto. Il momento nave non me l’aspettavo e fa alzare il livello. Ci risiamo. (7/10)
2. Niente, episodio flashback a casissimo che mi ha convinto tra parte comica, passato e trovate geniali tipo koalaforncation. La storia funziona, le guest star appassionano: la casa del criceto. (9/10)
3. Episodio a caso, dove torna un protagonista di Horsin’ Around che spaccia droga e ci finisce in mezzo BoJack. Ci son dei misteri ma non sono convinto che verranno sviluppati. Bello il riavvicinamento BoJack-Diane. (7/10)
4. Cosa vuoi dire ad un episodio del genere? Estraniare ulteriormente BoJack dal mondo andandolo ad inserire in un mondo assurdo e stracolmo di chicche, togliendo i dialoghi è qualcosa di geniale. Far poi provare delle emozioni lo è ancora di più. (10/10)
5. Episodio che spizzica la continuity e regala varie situazioni interessanti. BoJack e il suo fallimento nella vita, Diane impasticcata col colpo di scena finale, Little Princess fuori dal lavoro e Todd con problemi di trombite. Cosa accadrà? Mi sono divertito. (8/10)
The Night Of. Episodio 5, 6.
5. Turturro è un cane sciolto e la caduta negli inferi di Nasir lascia un po’ perplessi, anche se è necessario. Pur cagando una buona scena con gli ovuli, sembra mancare di concretezza e una missione definitiva. (7/10)
6. Boh, il caso è gestito a spezzoni e fatica a concentrarsi su alcuni aspetti ben precisi (sistema giudiaziario, polizia, vittima, accusato, avvocati…), a differenza dei primi episodi. Le vicende della galera con capelli, tatuaggi, droghe non trasudano genialità, ma van bene. (7/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 3. Episodio 20, 21.
20. Tema interessante che andrebbe iper approfondito, magari in Italia aggiungendo considerazioni sugli analfabeti funzionali. Segmento finale divertente, bell’inizio con le olimpiadi. (7/10)
21. Interessante argomento di fregature tipicamente americane, più un finale assurdo e una intro ancora sulle elezioni. Ridondante. (7/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 272: 24/08 – 30/08

Serie TV
BoJack Horseman. Stagione 2. Episodio 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12.
1. Finalmente riprendo in mano quella chicca di animazione che mi aveva piacevolmente colpito l’anno scorso. Il mood è lo stesso: BoJack domina la scena con le sue pare da crisi di mezza età, gli animali con i loro atteggiamenti giganteggiano, in un velo di assurdità che fa sempre bene. (7/10)
2. Bellooo! La civetta a caso non so quanto possa durare ma Disneyland di Todd, l’assurda causa e soprattutto DISNAYLAND DI TODD regolano la scena. Bene anche la spia KGB, peccato che credevo fosse Matthew Rhys. (8/10)
3. Bell’episodio ricco di memorie e di pucciosità. La bimba drogata domina la scena assieme a Fonzie, sempre iperspassoso. Vogliamo Todd figo alla Urkel sempre di più. (8/10)
4. Episodio dal plot originale con tre trame che scaturiscono dallo stesso evento. L’analisi di Princess sulla sua relazione è assurda così come Todd e i telefoni, BoJack col gufo imballano un cervo (e qui c’è il genio della serie nell’animalizzare i personaggi), il cane e Alison Brie pagano una discussione con dialoghi sensatissimi. Perla. (8/10)
5. I geniali dialoghi di Becca mi hanno fatto urlare fortissimo. L’episodio ha meno senso di altri episodi con senso ma grazie a Todd per le sue uscite folli. Aaron Paul bravone. (8/10)
6. Il ti amo di BoJack fa da contro altare alla storyline di Carolyn, che vince l’episodio pur interagendo alla lontana con Peanutbutter. Leggero passo indietro anche a genialità. (7/10)
7. Che solidità: mi è piaciuto il personaggio buono attaccato da una e tutto che ruota attorno ad un plot che funziona. Finale amaro, ma telefonato, necessario e scritto molto bene. (8/10)
8. Non proprio il massimo e non capisco perché quando c’è un gameshow finto deve sempre avere regole del cacchio e confuse. Lo scontro Peanutbutter-BoJack non è proprio il massimo, ma spuntano confronti e situazioni che potrebbero esplodere. Todd ridicolo come sempre ma ok. (8/10)
9. Buono e divertente il plot, con il ritorno di Margo Martindale. L’episodio è carino e il finale drama è un tocco di classe in più, anche se la storyline di Diane poteva finire solo così. (8/10)
10. Finale tristissimo, per Todd e il gufo, non per BoJack che tocca il fondo del barile, rischia di rovinare tutto ma fa la cosa che lo fa star bene. Diane sull’orlo dell’inutilità, ma sembra una sofferenza utile. Monologhetto sulla tv TOP. (8/10)
11. Che brutto finale, la scena con la figlia è qualcosa che da quella mmerda di BoJack non mi aspettavo. Troppi conflitti interiori per lui, ma questo è qualcosa che potrebbe rovinare la stagione. Comunque sensazione strana, tutto costruito bene. (9/10)
12. Finale improvviso: si riallaccia improvvisamente il rapporto di BoJack con Todd e va benissimo, Carolyn si riscatta e va benissimo così come il riavvicinamento tra PB e Diane è pucciosissimo, ma un po’ a caso. La stagione è positiva, meglio della prima e porta all’hype per la terza. Bella la presa per il culo di Scientology. (8/10)
Brickleberry. Stagione 1. Episodio 8, 9, 10.
8. Steve pelato è un po’ ridicolo come la storia del Bigfoot non ha momenti di spicco. Se pensiamo che il contorno è Ethel che ammazza gli animali per gusto eccoci davanti al peggior episodio fin’ora. (6/10)
9. Questo è talmente assurdo che un po lo riconosco: il padre orso non ha senso, ma nel contesto di una Ethel decisamente troia ci sta. Il personaggio migliore è ufficialmente il lesbicone mentre orso-capo va approfonita. (7/10)
10. Finale di stagione esageratissimo ma vedere il totale dei personaggi con tanto di fuochista, ribellioni e lesbicità mi ha divertito. Bene il capo di Steve. (7/10)
Defiance. Stagione 3. Episodio 13.
13. Non mi sembra vero di aver finito Defiance, una sofferenza agli abbiocchi senza fine. Il finale è il finale di stagione, ma profuma tantissimo di finale di serie (speriamo): la fola degli Omec si risolve un po’ a caso e con un paio di cazzotti. Il sacrificio finto del dottor Yewell è il colpo basso visto che era diventato l’unico personaggio interessante. Addio Merdiance, ora insegna agli angeli a fare meno Shtako. Ps: rischio mescolino. (7/10)
Fear The Walking Dead. Stagione 1. Episodio 1.
1. Non è il perfetto pilot di TWD, qui si pagano delle tasse. Il sapere cosa potrà succedere, il costo dell’introduzione dei personaggi e della situazione pre-infezione e mantenere alta l’attenzione. Tutto riesce in maniera particolarmente didascalica, con qualche buon richiamo e qualche buona trovata, con momenti di tensione costruiti decentemente. Nel finale non convince e diventa prevedibile. (7/10)
Review. Stagione 2. Episodio 5.
5. La prima recenza è TOP, la seconda un po’ meno: Forrest gioca bene le carte nel suo spezzettato racconto ricco di orizzontalità ma la troppa follia, quando manca, diventa inverosimile. E non credo sia un bene. (7/10)
The Last Ship. Stagione 2. Episodio 11.
11. A parte la fuga dalla piattaforma (a caso e con qualche taglio), episodio prevedibile e solido come gli ultimi hanno saputo fare. Bene l’azione, bene le location, bene alcuni dialoghi e bene lo sviluppo della trama. Stan facendo un lavoro discreto. (8/10)
Under The Dome. Stagione 3. Episodio 1, 2, 3, 4.
1. Il previously on non serve a nulla tanto è inutile ricordare lo schifo. La nuova stagione si apre con un sacco di mistero: le inquadrature son strambe e i colori troppo accesi. Due piani narrativi: dentro e fuori, con diversi momenti temporali per colpa dei quali si capisce poco o nulla. Momento epico però è Big Jim, alias Dean Norris, che spara a una tv esclamando che “al giorno d’oggi non c’è niente di buono”. Io SPERO sia un segnale meta. (4/10)
2. Si continua con le assurdità e anche questo episodio è incentrato sull’uovo rosa che deve tornare non si sa a far cosa, poi torna e non si capisce a far cosa. Julia con la benda sopra i jeans avrà la gamba marcia, Melanie strangola un adulto con una mano in due secondi e il colpo di scena è la psicologa e la morosa anche loro nella cupola. Sento puzza di triangoli. (5/10)
3. Boh, siamo tutti sotto la cupola ed è peggio che mai. Il povero Big Jim ha un ruolo merdoso tanto quanto Junior, che dà fuoco a cose a caso (ma non era un problema sotto la cupola?), il trinagolo di Nora fa scappar da ridere così come quello di Barbie. Male anche Melanie, morta per colpa della nuova villain rifattissima. Niente uovo, piango. (4/10)
4. Jim viene rapito e si libera a cazzotti dai militari, i due triangoli prendono fuoco con quello di Nora che fa ridere e quello di Barbie che fa piangere. La milf si fa Junior. Ma poi pensavo: c’è il problema cibo, ma nei cocoon non ci sono stati praticamente un giorno? (3/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 26.
26. La parte finale dell’episodio è quella che fa veramente spisciare, con le offerte per la nuova chiesa. Prima la solita intro e il solito pezzone, ancora una volta sui gay e sulle leggi retrograde degli USA. (8/10)

Reality
Ink Master. Stagione 6. Episodio 9.
9. Finalmente Marisa si toglie dal cazzo, col prossimo che sarà quasi sicuramente Tyler. Flash non granché, nettuni a caso con poco entusiasmo, fan tutti cacare. (6/10)

Film
Saw (2004) (James Wan)
Diciamo che così, a caso, mi son riguardato l’unico film horror visto ai tempi con una leggera smania. In inglese è un film decente, con tanti attori noti. Il plot è sicuramente originale, ben fatto dal punto di vista degli stratagemmi e dei colpi di scena. Alcune trovate sono un po’ tirate per tempi e modalità, ma ci si intrattiene bene.

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 220: 25/08 – 31/08

Serie TV
The Last Ship. Stagione 1. Episodio 10.
10. Nessuno pretendeva niente da questa serie e gli autori l’han capito subito. Dimosrano di non voler strafare, e per questo cadono spesso vittima di errori banali o scene d’azione prevedibili, ma restano fedeli a loro stessi e soprattutto all’AMERICA. Nel finale l’azione si sposta sulla terraferma (Baltimore <3) e, con qualche prillo banalotto, buttano giù il plot per la seconda stagione, che fa gridare al NE VOGLIO ANCORA E VOGLIO SAPERE. Bravi. (9/10)
The Leftovers. Stagione 1. Episodio 9.
9. Siamo tornati al pre-rapture e ci siamo gasati un casino. L’episodio funziona molto bene, soprattutto grazie allo “sto capendo cos’hanno passato prima” e ai continui incastri e rimandi a cose già viste, da un’altra angolazione. A pensarci bene, però, il plot è “salverò io quel cervo, solo perché l’ho visto stamattina prima di tutti”! Mi aspettavo qualcosina in più. (8/10)
Orange Is The New Black. Stagione 2. Episodi 2, 3, 4.
2. Si torna nella nostra prigione preferita (e su quello che le ruota intorno). Non ci sono particolari cambi di registro rispetto alla scorsa stagione, le sensazioni tornano subito al solito livello di ammirazione. Bene i soliti approfondimenti, bene anche le tette all’esterno. Ovviamente manca Piper. (8/10)
3. Mhh, tutto sembra ricominciare da capo, ma manca qualcosina nei movimenti della serie. Bene, anche se banale, la storia di Crazy Eyes, forzato il ritorno della super Niggaz che vuole rafforzare la gang, di contorno tutto il resto. Il finale, con la rivelazione, stupisce ma non convince. (7/10)
4. Meno male che l’attenzione si sposta finalmente su Morello, ma questo inizio di stagione non mi sta convincendo più di tanto: storyline forzate, alle volte banali e scelte di scrittura anticipabili da ore. Il bacio, la fuga in macchina, il giardinaggio… Ci vuole qualcosina in più. (7/10)
BoJack Horseman. Stagione 1. Episodi 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12.
5. Mah, l’episodio sposta l’attenzione sulla famiglia di Diane e non ottiene il risultato sperato. Peccato perché sarebbe stata una buona occasione per approfondire un po’ i due personaggi, invece si perde in un contesto poco familiare (non che il resto lo sia, sia chiaro). Bene Todd rimasto a casa, poraccio. (6/10)
6. A mani basse il miglior episodio della stagione. Il probabilissimo inciucio sentimentale spunta fuori molto presto e viene gestito nel migliore dei modi, con un leggero gusto agrodolce nel finale. Da sbellicarsi in prigione, anche se il dualismo tra le gang non è originalissimo. (9/10)
7. Protagonista Princess che ci regala un episodio malinconico ma pienamente riuscito. Il personaggio non è uno dei più interessanti, perde quindi di mordente, anche se tutto il materiale di corollario regge bene, ancora una volta con Todd su tutti. (7/10)
8. Ci si tuffa nel passato per scoprire i primi passi di BoJack nel mondo dello spettacolo. Il plot risulta prevedibile, ma la realizzazione è convincente. Peccato per le battute sul brutto male, che non mi convincono mai, e per un Todd ancora una volta alle prese con una storyline WTF e con poco senso. (7/10)
9. Mhh, la fola del matrimonio ha decisamente rotto le balotas, speriamo che la superino in fretta. Questa volta il plot annoia forte, ma si salva Todd come sempre eroe dell’incosapevolezza e Victor, incredibile uomo tripartito. (6/10)
10. Si prepara il film sulla lettera D, esce il libro e alla fine abbiamo dei bei colpi di scena. Peccato che il sistema non abbia funzionato alla perfezione, pur mettendo in scena delle trovate geniali (Naomi Watts), non riesce ad elevarsi a prodotto comico a tutto tondo. È sceso l’hype. (7/10)
11. Episodio ad un passo dalla fine decisamente sperimentale, capace anche di essere quasi triste nel segmento col cerbiatto. Mette in scena, però, un trip TROPPO LUNGO, che fa calare l’interesse dopo l’ennesimo stacco. Ok, serve a portarci al finale, ma forse è stato un esperimento esagerato. (7/10)
12. Alzo leggermente il voto per dare fiducia alla seconda stagione (e per l’omaggio a Orange Is The New Black), dopo questo finale che, in maniera originale, prende posto dopo qualche mese dal penultimo. Le storie trovano un’altra base da cui eventualmente partire e il cerchio si chiude in maniera dignitosa. Conserva i difetti del finale di stagione: leggera confusione narrativa e mancanza di chiari intenti. (8/10)

Alla prossima settimana,
Boss


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite