Archive for the 'Archer' Category

Settimana 313: 06/06 – 12/06

Serie TV
Archer. Stagione 7. Episodio 6, 7, 8, 9, 10.
6. Conclusione del doppio episodio gradevole, con la battaglia tra i nostri vestiti da clown nn preventivabile. Il finale è prevedibilino, ma nel complesso regge tutto bene e in maniera solida. (8/10)
7. Miglior episodio della stagione che mette i nostri tutti insieme e uno contro l’altro. Sarà il maggiore spazio dato alla mia preferita (Pam) ma le battute sono frequenti e il livello comico è davvero alto. (9/10)
8. Torna il tizio della CIA con una missione a caso che continua a far muovere Lana e Archer sulle stesse solite note. Kruger ammaestra tutti e usa dei cloni che non si capisce cosa stia facendo. (7/10)
9. Carino il plot dell’episodio finale, anche se gli sviluppi sono classici per Archer. La diatriba tra Lana e Sterling prosegue e il colpo di scena finale tiene viva la tensione. (7/10)
10. Finale di stagione in pieno stile Archer, col surplus di Krugher e i suoi cloni robotici che la fanno da padrone. Lo spin-off sul doppio Archer è un sogno, il finale shock e l’assente rinnovo mi lascia perplesso: solo che non me la tronchino così che mi ammazzo. (8/10)
Better Call Saul. Stagione 2. Episodio 1, 2, 3.
1. Buon ritorno! Episodio solido dall’inizio alla fine, con qualche momento un po’ tirato e qualche strascico della prima stagione magari non semplice da ricordare. Cold Open, finale, riprese, sabbia, Saul: I’m In, ovviamente. Ps: tonnellate di riferimenti a BB. (8/10)
2. Episodio in linea con il precedente, le storyline funzionano alla grande, con buoni momenti di regia, simbolismi, bravi attori e, in maniera inaspettata, si ride alla grandissima. Bel finale. (8/10)
3. Dai, molto bene anche questo: Mike fa tenerezza, Jimmy ancora di più. La costante fatica nell’infilarsi scarpe non sue è straziante, lui deve inventare e avere soddisfazioni… Non ne avrà, un dramma. (8/10)
Game Of Thrones. Stagione 6. Episodio 7.
7. C’è speranza in Margarey, tutto il resto dell’episodio è un insieme di piccoli passi avanti nelle decine di storyline aperte. Gradevole il finale shock, troppo lungo il ritorno a caso di Clegane. (7/10)
Inside Amy Schumer. Stagione 4. Episodio 8.
8. In effetti Bridgett ha un po’ stancato, ma gli sketch funzonano e non sono assurdamente pesanti, il finale canterino ha il suo perché. Nella sua disomogeneità, l’episodio è solido e segue un bel filo. (7/10)
Preacher. Stagione 1. Episodio 2.
2. Tanta confusione, tanta polvere, pochi obiettivi ma un prodotto che si conferma solido nel suo alternare scene splatter, comicità, serietà e casi umani. Il mondo creato ha tanto potenziale, ma una dose enorme di WTF. (7/10)
Silicon Valley. Stagione 3. Episodio 7.
7. Episodio molto, molto solido che con il lancio della versione ufficiale avrebbe potuto rendere un filo di più. Belle gag sull’avere gli amici, su Hooli, carini i momenti toccanti di Erlich e Monica, una stagione solida. (8/10)
The Americans. Stagione 4. Episodio 9, 10, 11, 12, 13.
9. Leggera decellerata, gestito bene il salto temporale e finalmente un po’ di dubbi anche per Elizabeth che deve soffrire una difficile scelta (con chiappa). Dolci i momenti con Paige, non sembra più così fastidiosa. (8/10)
10. Povero Gaad, finalone incredibile con Keri Russell molto brava e Gabriel molto inquietante. Mi è piaciuta anche Paige che vedo bene fare la spia. Tanto spazio ai russi, il dialogo in cucina con la palla da tennis è stato quasi perfetto. (8/10)
11. L’episodio è una bomba e il finale da urlo, ma il voto resta il solito causa: piano contro la koreana troppo contorto e scassasperanze, finale esageratissimo, anche se il coltello nel collo è un’azione reazione. Cena fondamentale e stranamente non noiosa. (8/10)
12. Oh, i finali di episodio mi fanno sempre urlare perché tutto funziona in maniera perfetta. Tanta bella ansietta per quello che potrà accadere, missione compiuta il lento innesto e l’elaborazione di Paige, mai troppo fastidiosa. Il tutto condito da una bravura collettiva da applausi. (8/10)
13. Finale molto preciso, dove l’ansia si mischia con le sensazione e sviluppi anche inaspettati. Non è carico di azione, ma il totale smantellamento delle operazioni FBI unite alle rivelazioni di Colin Sweeney preparano la strada per la naturale conclusione della serie tra due stagioni. The Americans ha azzardato nel dare spazio al teenager, riuscendo nell’impresa. (8/10)
Wayward Pines. Stagione 2. Episodio 3.
3. Torna Melissa Leo per prevedibilmente crepare, solo che il pretesto è senza senso: ammazziamoci tutti perché non c’è speranza. Flashback imbarazzanti che non dicono nulla di nuovo sulla genesi di un cattivo e infastidiscono con l’uso smodato di saturazione inutile. Imbarazzante tutto il resto, speriamo che gli Abbies si sveglino. (3/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 3. Episodio 14.
14. Trump oramai è argomento iperamericano e la campagna contro di lui oramai è scontata. La storia centrale è tipica della cultura americana e niente di nuovo, MA IL FINALE FA PAURA. (8/10)

Musica
Kamasi Washington – The Epic (2015)
Disco Jazz enorme. Approcciare il genere per tre ore può rivelarsi stancante, ma il sottofondo da club underground aiuta e non causa abbiocchi molesti.

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

Settimana 312: 30/05 – 05/06

Serie TV
Archer. Stagione 7. Episodio 1, 2, 3, 4, 5.
1. Nuova stagione, nuova collocazione del cast, questa volta un istituto di investigazione privata. Potenziale alle stelle, trama interessante, cast folle come sempre. Colpo di scena finale molto ok. (8/10)
2. Bene! Il plot della stagione mi piace e la gag sulla segreteria è sicuramente un momento top, quasi come Ray vestito da poliziotto gay. Sottotono Pam, ma comunque geniale. (8/10)
3. Funziona bene! L’episodio è solido nella sua follia e nella sua scrittura, trova anche lo spazio per bella azione, belle interazioni e un colpetto di scena finale. Avanti così. (8/10)
4. Torna a spuntare Barry che alla fine della serie sarà un microonde. Episodio ok, Mallory domina e finalmente anche Charyl torna ad avere le proprie strane pulsioni sessuali. La storia della stagione non prosegue però. (7/10)
5. Prima parte di un doppio episodio che esalta le abilità della serie, mettendo ogni personaggio nella propria classica conformazione. Battute solite, plot leggermente prevedibile ma va bene così. (7/10)
Game Of Thrones. Stagione 6. Episodio 6.
6. Do un voto alto solo perché succedono tante cose e quindi se mi lamento della staticità poi devo fare di conseguenza. Tante, tutte le storyline avanzano alcune in maniera prevedibile, altre con piccoli colpi di scena: tutto fa brodo. Un buuu per la mancata camminata di Margarey. (8/10)
Inside Amy Schumer. Stagione 4. Episodio 7.
7. A parte lo sketch con le quattro amiche incinte, quello della telefonia è durato dieci anni, quello dell’albergo non l’ho capito e l’intervista aveva zero interesse. Calo di qualità. (5/10)
Silicon Valley. Stagione 3. Episodio 6.
6. Aveva ragione Russ: JARED FUCKS!! Episodio top per aver spostato l’attenziona sulla figa e sulle manie OC di Richard. Bene anche Backmann esagerato come sempre e idiota come non mai. (8/10)
The Americans. Stagione 4. Episodio 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8.
1. È un po’ difficilotto rientrare nei meandri dello spionaggio, ma già la prèmiere è potente: getta le basi, approfondisce, regala momenti enormi di Martha e l’ansietta finale. Debole la parte russa ma per me è ok, ci sono dentro pesantemente. (9/10)
2. Episodio di assestamento che porta avanti le vicende in maniera chiara e senza fronzoli. Tante situazioni emotive (Paige, la morte di mamma, Phillip) che aumentano l’amore per la serie. Solo Nina è fuori luogo, speriamo cresca. (8/10)
3. Che serie… Giusto quando si pensava all’ennesimo colpo a Phillip, ecco che un contrattempo forse salva il reverendo… O crea ulteriori casini. La voglia di sapere come tutto va avanti è incredibilmente forte. I sospetti su Martha mi uccidono. (8/10)
4. Episodio bomba che mette in scena così tante cose, momenti, ansiette e colpi di scena (il finale) da lasciare sconcertati. Non ci si poteva aspettare una risoluzione del genere ed estremamente improvvisa, frutto di un’abile costruzione. La quarantena forzata è una gioia per gli occhi, così come lo stringente rapporto tra Stan e i Figli. Martha? Un capolavoro. (10/10)
5. Classico episodio di assestamento, ma la velocità non cala più di tanto: tante cose accadono e il coinvolgimento di Martha mi distrugge. Lo stato d’animo dei nostri è sempre sottilmente analizzato e coadiuvato da under pressure (non ottima la scelta ma ok). (8/10)
6. Che meraviglia mamma mia. La povera Martha si scava la tomba da sola con l’uscita finale, ma l’episodio è un crescendo di ansia e situazioni sentimental/psicologiche da far paura. Tutto funziona e ha una leggiadria da far paura. (9/10)
7. Povera Martha. Che tensione. Che dialoghi. Che momenti. Che attori. CHEFFIGATA. Penso ai possibili difetti e poi mi mando affanculo da solo. (10/10)
8. Oddio, il finale non mi ha esaltato, ma paura per tutto: The Americans è la migliore serie in onda ora come ora grazie alla sua storia perfetta, alla gestione dei personaggi e agli attori, fantastici. Il salto temporale fa paura, ma c’è piena fiducia. (9/10)
Wayward Pines. Stagione 2. Episodio 2.
2. Zioccà chemmerda. Raccolgono casse e casse di ogni vivero alimentare in una notte. La fola ribelli mica ribelli ha già stancato e l’unica emozione la regalano gli Abbis evidentemente intelligenti. Ben morto? MAGARI. (4/10)

Musica
Courtney Barnett – Sometimes I Sit And Think, And Sometimes I Just Sit (2015)
Disco gradevole all’ascolto, ma nulla di rilevante seppur il genere rock acerbo non mi dispiace. Un lavoro che probabilmente andrebbe approfondito nei testi.

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 251: 30/03 – 05/04

Serie TV
Archer. Stagione 6. Episodio 13.
13. RAY ANCORA AZZOPPATOOO AHAAHAH. L’episodio regge bene sulla falsa riga del precedente anche se non regala enormi momenti pieni di nota. Il finale però è quello che ci voleva: un fallimento che può portare ad un ritorno di ArcherVice. (7/10)
Better Call Saul. Stagione 1. Episodio 9.
9. Il finale ci ha esaltato, che sia chiaro: il vero motivo per cui tutto l’episodio è stato prevedibile ci viene sbattuto in faccia in maniera nuda e cruda. Purtroppo mi chiedo: era necessario farci vedere la telefonata? Sarebbe stato prevedibile saperlo? Purtroppo non lo sapremo mai, ma povero Jimmy. (8/10)
Community. Stagione 6. Episodio 4.
4. Per la recita di Chang da una dimensione normale al ragazzo che forse andrebbe sviluppata meglio. Bene il dean anche se la fola è stata un po’ troppo gay esagerata e benino quella del wi-fi, che non diverte più di tanto ma ci può stare. È un Community scialbo però. (7/10)
Daria. Stagione 4. Episodio 10, 11, 12, 13.
10. Classico episodio di Daria che ci consente di vedere i personaggi in altri costumi: devo dire che le storie sono tutte e tre originali e divertenti, anche se vince il professore psicopatico. (7/10)
11. La fola dell’angelo custode mi ha garbato e ha retto bene il rapporto con il Fashion Club MA Daria mi ha dato qualche problema, col suo classico origliare di filato e il suo solito commento fuori posto. Inizio a pensare che sia l’unico personaggio che rompe. (7/10)
12. Bello il pretesto di fare allontanare la famiglia dalla casa e spostarli in hotel (Sandy TVB), ma purtroppo assistiamo verso la fine della stagione all’ennesima diatriba Jane-Daria, questa volta per il moroso di lei. Ce la faranno i nostri eroi a non banalizzarsi? (7/10)
13. Nella costante piattezza degli ultimi episodi, questo sicuramente si eleva in WTF. Non ci aspettava una mossa del genere, soprattutto per il rischio di teenagerizzazione della serie. Sembra scampato, ma ora mi aspetta un film. (9/10)
House Of Cards. Stagione 3. Episodio 5, 6.
5. Oh, alla fine a me questo AmWorks gasa perché ha il potenziale di farne vedere delle belle. L’episodio mi è sembrato più solido di altri, con tutto il baracconte che avanza compatto verso punti comprensibili. L’unico è Doug che spero puzzi di doppio gioco. (8/10)
6. Dal viaggio in Russia, onestamente mi aspettavo qualcosa di meglio. Ok Frank con Puntin mi ha esaltato, ma tutta la fola della presunta incapace Claire aveva rotto in partenza. Tengo il voto decente per via del tizio di Always Sunny (storyline interessante) e per il “colpo di scena”, leggermente telefonato e quasi OOC. (7/10)
The Americans. Stagione 3. Episodio 10.
10. Chi se l’aspettava, così all’improvviso, lo scoppio della bomba Paige? Tutto sostenuto da prove incredibili dei due attori e da una scrittura così delicata nella sua fermezza da entusiasmare. La missione del giorno intriga anche se complica un po’ le carte in tavola. (10/10)
The Following. Stagione 3. Episodio 6.
6. Boh l’ho seguito in maniera distratta, quindi non so bene cosa sia successo. Ho notato solo che Ryan ha problemi con l’ennesima compagna, che è arrivato il tizio di Almost Human e mi dispiace per la sua carriera e che Ryan è arrivato tardi sull’ennesima scena del delitto. Purtroppo per lui le cose si fanno più noiose. Ah, c’è la tizia di Smallville. (5/10)
The Good Wife. Stagione 6. Episodio 17.
17. Anche da questo mi aspettavo qualcosina in più! Ok, tutto perfetto e divertente e serio come al solito, ma se ci pensate bene il caso è un leggerissimo corollario e Alicia sembra far parte di un banalissimo plot del “impara come si fa”. Serve a far ridere nel finale? Ci riesce, ma rindonda un po’ troppo. (7/10)
The Last Man On Earth. Stagione 1. Episodio 7, 8.
7. Forse nell’episodio in cui Phil è più inculento del solito ho trovato gli elementi che più mi piacciono: idiozia, delirio distruttivo, pucciosità e Carol con i tappi nel naso. Alla fine Todd mi sta piacendo. (8/10)
8. Beh, la mucca è servita a muovere le quiete e far muovere i personaggi secondo il loro carattere. La convivenza non so se mi esalta, ma la mucca sì. (7/10)
The Middle. Stagione 6. Episodio 18.
18. Passetto indietro per The Middle, che ricade nelle solite trite e ritrite dinamiche. Bene Mike e Axl alle prese con una storyline banale ma gradevole, malissimo Brick ancora una volta messo a contrasto con i suoi problemi sociali. Dai, un po’ di inventiva! (6/10)
The Red Road. Stagione 2. Episodio 1.
1. Premesso che non mi ricordavo assolutamente nulla, il ritorno in mezzo agli indiani non è stato così traumatico: i paesaggi mi piacciono, il cast mi sembra ancora buono e, soprattutto, sembra di aver assistito ad un secondo pilot. L’omicidio finale e l’inizio della riserva darà il la alle varie vicende. Bene. (7/10)
The Walking Dead. Stagione 5. Episodio 16.
16. Per me è un finale da sì, capace di regalare una scena finale da Rick <3, ma anche momenti di risate e WTF incredibili. A prescindere dai Lupi, ennesimo rischio di buffonata futura, Glenn col suo amico che si libera da tre zombie a caso mi gasa, così come il salto giorno-notte mentre Rick <3 corre. Il resto è fuffa che ha generato il #TeamILPRETE. POI SCUSATE MORGAN È TORNATO. (8/10)

Reality
Survivor: Worlds Apart. Stagione 30. Episodio 7.
7. Votone alto perché in questo episodio c’è di tutto: post-blindside, merge con dubbi, prova storica dove vince il favorito per cui si tifa, strategie, SUPER TRIBAL COUNCIL CON TWIST e gente che vota in modo IDIOTA. BENE. (10/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 250: 23/03 – 29/03

Serie TV
Archer. Stagione 6. Episodio 12.
12. Il plot non brilla certo di originalità, ma può incuriosire cosa può succedere in chiave Archer. Ho gradito soprattutto Pam con le se battute a sfondo sessuale eKrieger, lasciato leggermente in disparte in precedenza. POI C’È RAY. (8/10)
Better Call Saul. Stagione 1. Episodio 8.
8. Oh, non lo so: da metà episodio in poi mi ha iniziato a pervadere una certa ansia, dovuta all’idea che capitasse qualcosa di brutto. Non sembra sia successo nulal di grave, ma orami sono curioso ed il finale è stato quasi commovente. Saul nel pattume: TOP. (9/10)
Community. Stagione 6. Episodio 3.
3. Penso che sia stato uno degli episodi di Community più brutti della storia. Dice tutto Jeff, quando esprime il succo dell’episodio (“mi svegli e poi non devo fare niente”, non ho voglia di approfondire): poco senso. Nel centesimo episodio, tra l’altro, Britta e Abed hanno quasi meno battute del tizio nuovo e dei suoi pantaloni. Chang ridicolo. Resto alto col voto, OCCHIO PERÒ. (5/10)
Daria. Stagione 4. Episodio 4, 5, 6, 7, 8, 9.
4. Chi ha ucciso Kevin? Cosa volete che vi dica: episodio che sfrutta la sfera onirica per spaziare in scenari surreali, quindi geniale. Un sacco di scrittura fatta bene. (8/10)
5. Qui assistiamo al delirio comportamentale di tutti gli alunni che cambiano atteggiamenti vari per poi rinsavire. Gradevole il fulcro O’Neill, che poi subisce una pena epica. (8/10)
6. Sfilza di episodi tremendamente decente. Questa volta parte con un plot simpsoniano e assistiamo ad una specie di delirio dove tutta la città prende parte all’homecoming senza che nessuno sappia niente. Momenti di ilarità e preoccupazione per Daria-Tom. (8/10)
7. Mi aspettavo qualcosina in più dalla scampagnata Jake con Daria, ma sono stato compensato con un fantastico pigiama party Quinn style. Bene così, stagione enorme. (8/10)
8. Tutta la famiglia in un centro di psicoterapia: fantastico, soprattutto Jake che regala emozioni con le proprie urla. (8/10)
9. Ecco un passettino falso, a parte per il professore sclerotico che mi esalta nel mangiare del formaggio. Episodio critica contro i grandi magazzini? A me sembra un pretesto per mettere tutti in uno scenario nuovo. (6/10)
House Of Cards. Stagione 3. Episodio 2, 3, 4.
2. Lo scrivo qui: il piano di Frank sarà quello di candidare Claire alla presidenza? Se ci prendo, colpo di scena telefonatissimo, se no non saprei cosa aspettarmi. Il discorso ha convinto anche me. Rivoglio Doug, sobrio, subito. (8/10)
3. Non ho ben capito il passaggio che ha portato Claire a diventare Ambasciatrice, ma fa poi lo stesso: abbiamo avuto la copia di Putin e un altro bel discorso di Frank. Dai che si parte. (8/10)
4. Altro episodio davvero grosso, ma tra i precedenti e questo manca una piccola scinitilla: ok, capitano tante cose importanti allo sviluppo di tante storyline (giornalista, hacker, candidata, Claire), ma il finale dal Gesù mi è sembrato fuori contesto. (7/10)
The Americans. Stagione 3. Episodio 9.
9. Episodio sopraffino, esalta quasi ogni tipo di dinamica familiare contorta e manda avanti le varie storyline con fermezza e decisione. Lo sfogo di Phil è d’oro, così come la pistolata su mezza faccia. (8/10)
The Middle. Stagione 6. Episodio 17.
17. Questo ha fatto ridere tutto. Brick col suo romanzo, Axl col letto sotto al tavolo, MIKE CHE CANTA e Sue che viene accettata al College. Dopo tanto tempo, ancora bravoni tutti. (8/10)
The Following. Stagione 3. Episodio 4, 5.
4. Cheppalle ma non si stancano di avere sempre il solito modus operandi? Succede qualcosa, indagano due minuti, vanno a vedere, tizi scappano, trovano indizi, indagine lampo, vanno a vedere, tizi scappano, trovano indizi, colpo di scena del quale fottesega a chiunque. Viva Gollum. (4/10)
5. No va beh, rendiamoci conto del fatto che se Ryan e soci avessero catturato qualcuno quando era il momento la serie sarebbe finita due anni fa. I malviventi, i veri eroi, riescono SEMPRE a scappare in maniera ridicola, almeno quanto sono ridicole le indagini. Il finale è imbarazzante, ma spero che Joe possa dare nuova linfa all’anti-noia. (4/10)
The Good Wife. Stagione 6. Episodio 16.
16. PATTON <3. Bene, detto questo alcune note sparse: mi aspettavo di più dalla votazione, tipo più Halo o cose così, pessimo il tizio innamorato che se ne va, pessima la storyline di una Kalinda oramai senza più arte né parte e VIVA DIANE, anche se un po’ maltrattata. TGW è sempre bello, ma questa volta è leggerissimamente meno bello del solito bello. (7/10)
The Last Man On Earth. Stagione 1. Episodio 5, 6.
5. Peccato perché si sapeva già dove si sarebbe andati a finire MA il colpo di scena (Todd) è già il mio idolo! La serie continua a triturare quello che credevo potesse essere, ma piace lo stesso. (7/10)
6. Uffa, mi aspettavo qualcosina in più da Todd, anche se le sue storie drammatiche fanno sorridere bene. Bel finale che lascia intendere un potenziale che ancora non si esprime tanto. (7/10)
The Walking Dead. Stagione 5. Episodio 15.
15. Croce e delizia: Rick che prima sembra mongolo, poi sbarella del tutto e vuole ammazzare la gente. Giusto così. Il resto è un’accozzaglia di roba inutile tipo Sasha che spara o Carl che va a figa. Speriamo nel finale, come sempre. (7/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 7.
7. Gli americani sono sempre go big or go home, anche per quanto riguarda le multe e la galera. Storia principale quindi interessante, ma il premio lo vince la fola del FALCO. (7/10)

Reality
Survivor: Worlds Apart. Stagione 30. Episodio 6.
6. Dai, ancora una volta un bel blindside mescola le carte. Da urlo la faccia del tizio che c’è rimasto dammerda, così impari a buttare le challenge, anche se l’artefice è il tizio del texas sfigatissimo (che se l’ha fatto per l’alleanza con l’altra tizia è ok). Prove meh, John salvo olè. (8/10)

Alla prossima settimana,
Boss.


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite