Archive for the '7th Heaven' Category

7th Heaven: 1×02 (Family Secrets)

Dove eravamo: il reverendo Camden e la moglie Annie scoprono che la madre di quest’ultima è malata, ma decidono di non dirlo alla prole; Matt fuma ed è geloso di Mary che, dopo averci provato con lui, vuole limonare col suo amico Jeff; Mowgli ha avuto le sue cose; Simon riesce ad avere un cagna che si scopre essere incinta; Ruthie è inutile.

All’inizio ci viene mostrato il dramma portante di tutto l’episodio: Happy mangia le scarpe del reverendo. Questo causa seri problemi fisici e organizzativi, visto che Simon nasconde, sotto al letto, tutte le scarpe masticate. Simon ha così due segreti: una cagna incinta che si nutre di scarpe. Ruthie scopre il cimitero di calzature e le viene chiesto di mantenere il segreto, attraverso il primo dialogo assurdo.

“So.. Don’t tell anyone, ok?”
“Ok!”
“Swear?”
“No.”

Simon si fida lo stesso perché è consapevole del fatto che giurare è peccato. Dopo l’addio dei nonni in partenza, parte la sigla. L’episodio si regge per tutta la sua durata sul tema del segreto, perdendo le redini verso il finale. A cinque minuti dalla fine succede di tutto e le storyline vengono tagliate e affrettate senza guardare in faccia nessuno.

Il racconto inizia con Mary e Mowgli che aspettano delle telefonate, stando tutto il giorno attaccate al telefono. Matt, insospettito e ingelosito, chiede all’inutile Ruthie chi deve chiamare in cerca delle sorelle ma lei, una vera cassaforte, non apre bocca. Mowgli e Mary si ritrovano a sognare una casa con una seconda linea, un fax, un cellulare o una segreteria, in modo da avere sempre il telefono libero. Mary deduce che avere un solo telefono è un crimine contro l’umanita, per questo spiega alla scimmia che “as long dad’s a minister, we’ll never get normal lives”. Una triste verità.
Matt va in biblioteca a studiare MA, e qui scatta un MA ENORME, non torna a casa a dormire. Il reverendo è incazzato nero e, alle cinque del mattino, aspetta Matt in cucina pronto a fargli il culo all’urlo di “KITCHEN. NOW”. L’urlo sveglia tutta la famiglia, che si precipita ad ascoltare l’assurdo dialogo tra il capostipite e il ribelle. Si scopre che il figlio è rimasto a dormire da un’amicA, generando nel reverendo uno sconforto così grande che lo porta a chiedergli se “have you completely lost your mind?” All’arrivo di Annie, Matt dichiara di essere rimasto dall’amica visto che lei non si sentiva bene. Il reverendo non può far altro che pensare al ribelle che non rivela il suo segreto, decidendo così di metterlo in punizione. Mary e Mowgli, nella loro camera (d’ora in poi il regno degli orrori) analizzano la situazione di Matt con una pantomima senza senso, arrivando alla conclusione che Matt ha limonato duro tutta notte con quella ragazza. Ma cosa avrà fatto davvero Matt la notte precedente? Che segreto custodisce? Ma soprattutto: chissenefrega?

La mattina dopo accade qualcosa di veramente comico: il reverendo non trova le sue scarpe (tutte mangiate dal cane), le sue chiavi, la sua fede e un bigliettino, ma tutto è sotto il controllo di Annie. Mentre i coniugi manifestano reciprocamente il loro amore grandissimo, decidono anche la punizione di Matt: tre settimane senza macchina. Tié, prendi questo sporco ribelle! All’ospedale, il reverendo ha tantissimo male ai piedi per colpa di un paio di scarpe vecchio, costretto a calzare per colpa di Happy. Il disagio ci viene mostrato facendoci vedere la sua camminata buffissima. Un’infermiera si offre di portargli le scarpe dal calzolaio flirtando (?), così il reverendo rimane senza scarpe per la seconda volta! Che gag divertente!
A casa, Annie coglie l’occasione al volo durante una telefonata e invita a cena l’amica di Matt. Quando arriva, si scopre che: BOOOOM. È INCINTA! DRAMMA. Il reverendo, Annie ed io crediamo che il figlio sia di Matt, ma si scopre che non è così. Vista la gioia dei coniugi nel sapere che Matt non l’ha messa incinta, Simon svuota il sacco e rivela che Happy è piena di cuccioli e che mangia le scarpe. Il reverendo alza gli occhi al cielo e, dentro di sé, in un angolino del suo cuore, tira un bestemmione.

La seconda metà dell’episodio inizia col reverendo che tiene un discorso con Matt riguardo a Renee, l’amica incinta. Il reverendo dice a Matt “I’m proud of you for being a friend with who need a friend.” Il reverendo dice anche che Renee ha sì bisogno di amici, ma deve avere il supporto della famiglia e del padre del bambino. Si scopre così che Renee oltre ad essere incinta, è pure sfigata: non ha la madre e il padre non vuole avere niente a che fare con lei. Mary e Mowgli stemperano la tensione pigliando per il culo Renee nel regno degli orrori, concludendo che con la pancia non si può limonare (?). Ma il karma esiste e punisce Mary: Jeff telefona cancellando il loro appuntamento.
Si scopre che Matt, in presa alla gelosia, ha spifferato a Jeff che Mary vuole limonare duro con lui. Per questo motivo Jeff cancella l’appuntamento (?). Il reverendo, per sistemare la cosa, parla con Mary e le spiega che possono uscire anche solo per conoscersi e non solo per limonare. Mary accetta il consiglio e combina un’uscita limone-free con Jeff che, visto il pericolo limone scampato, accetta volentieri. Evidentemente limonare Jessica Biel non deve essere il massimo.
Poco dopo, il reverendo indossa le scarpe di Matt e va a parlare col padre di Renee che, da vero I-DO-LO, gli sbatte la porta in faccia TRE volte. L’ultima è la più cruenta:

“Listen, I’ve got three doughters on my own…”
“Really? Anyone pregnant?” SBAM. DRAMA.

Nel frattempo, Annie scopre che il ribelle Matt è solito bere IL CAFFÈ e da quel momento iniziano a dirsi tanti segreti. Annie vince la gara del chi ce l’ha più grosso rivelando a Matt che la nonna sta morendo. Appena il reverendo scopre che Matt conosce il segretone, vuole avere una chiaccherata con lui, ma lui torna a tirare fuori l’animo da ribelle e rifiuta.
Il giorno dopo il reverendo va a parlare col padre del bambino di Renee. Lo trova mentre questo aggiusta una moto in cortile e già che c’è gli offre un lavoro senza motivo, intuendo in base all’aspetto che questo tizio è disoccupato. Si scopre poco dopo che in realtà quello non era il padre del bambino (!) ma il fratello del padre del bambino che si comporta da padre del bambino (WTF?). Il reverendo, come ricompensa per avergli trovato un lavoro, gli chiede di andare a Messa. Il tizio non riesce ad inventarsi una scusa accettabile in breve tempo, viene incastrato e accetta. Colpaccio del reverendo.

Siamo al minuto 39. Da qui in poi è palese il tentativo di portare a termine l’episodio in fretta e furia: non si guarda in faccia a nessuno e tutto viene buttato sullo schermo A CASO.
Mowgli sta vivendo un dramma. Il tizio che le piace (l’indimenticato ciuffo Jimmy Moon) ha una cotta per lei. Ma a scuola, quando lui le va a chiedere se gli piace, lei ha una crisi sociopatica e non riesce a rispondere, facendolo allontanare. Poco dopo, Jimmy Moon decide di stupire tutti presentandosi a casa della bertuccia senza motivo. Poi nulla si sa perché la storyline viene tagliata. Prima della scena finale, il Revvy scopre Mary e Jeff limonare davanti a casa, ma anche qua la storyline viene tagliata e non sappiamo la reazione del Revvy dopo questa faccia.
Siamo in chiesa. L’infermiera fa vedere al reverendo le scarpe aggiustate (scena senza senso) mentre il reverendo stesso presenta la nuova corista Renee (ma da quando?!) alla comunità. La ragazza inizia a cantare in playback una canzone dolcissima e nel momento esatto in cui intona la canzone, entra il padre del bambino! Carramba! Renee è felice e si iniziano a intravedere i primi occhi lucidi. Ma non è tutto bene quello che finisce bene a metà!
Fuori dalla chiesa si materializza quindi, senza motivo, il padre di Renee che fa lo sborone e si vanta della figlia-usignolo. Matt, rimasto fuori per gestire i suoi traffici e pronto a scappare in caso di necessità, capisce la situazione e spinge l’uomo ad entrare. A questo punto ci sono occhi lucidi ovunque, sotto lo sguardo compiaciuto del reverendo, che per l’ennesima volta l’ha avuta vinta.

Risultato finale: reverendo Camden 1 – Diavolo 0

Voto: 10/10

Al prossimo episodio,
Boss.

7th Heaven: 1×01 (Anything You Want)

Non ho particolari problemi di salute, ma soprattutto non ho problemi di mente. Ho solo due piccoli difetti: il primo è che sono bellissimo; il secondo è che quando mi entra in testa una cosa maniacale da fare, la DEVO fare. L’ultima pazzia che mi sono imposto è il recupero (vedremo se parziale o totale) di 7th Heaven, la serie che ha turbato l’infanzia e tolto il sonno ad intere generazioni. Ho chiesto a me stesso per due giorni il motivo di tale scelta, senza trovare risposta. Rassegnato, ho DOVUTO iniziare la visione. Mi sono procurato la versione in lingua originale, unendo così l’utile alla sofferenza.

È noto a tutti che 7th Heaven tratta le vicende del reverendo Camden, di sua moglie e dei loro cinque figli, ognuno disturbato in maniera differente.
Il reverendo Camden ama tantissimo la consorte e la famiglia (a parte Matt), ma ha la fissazione e la mania di dover tenere discorsi seri, di qualunque natura, con tutti. Il suo motto è “we need to talk”, lo ripete di continuo e con chiunque gli capiti a tiro, senza lasciare scampo. È un uomo brillante, dai solidi principi, sprezzante del pericolo e capace di sfruttare i suoi parrocchiani per il suo tornaconto personale.
Annie Camden è la moglie del reverendo Camden, ama tantissimo il marito e la famiglia (a parte Mary e il cane). Si occupa di nutrire la prole cucinando 24/7, ha l’hobby del fai-da-te e ha il pregio di fare facce buffe nei momenti meno opportuni, per spezzare la tensione.

La prima scena serve ad introdurre tutto il cast. I due coniugi, sono a letto e vengono disturbati dai figli che entrano in camera uno alla volta, in ordine di età. La scena è indescrivibile data la bruttezza, e siamo solo all’inizio.
Ruthie Camden è la più giovane e sembra aver assorbito tutti gli aspetti demenziali sia dei fratelli che dei genitori. L’obiettivo degli autori è farla passare come l’adorabile guastafeste, ma il suo esprimersi a versi e ululati la rende fastidiosa e insopportabile. Per non parlare del suo pigiamino.
Simon Camden è il maschio più piccolo ed è già sulle orme del suo fratellone-ribelle Matt. È l’eretico di casa, politeista, bestemmiatore, ha votato Barabba e nel portafoglio avrà sicuramente la foto del vitello d’oro. Soffre di depressione, è propenso al sadomaso e favorevole allo schiavismo. Ha un brutto pigiama anche lui.
Lucy Camden è la sociopatica del gruppo. Scelta dagli autori per via del viso carino, purtroppo per tutti l’adolescenza la trasformerà in un mostro. Soffre la competizione con la sorella maggiore, non ama parlare con suo padre, è insicura e dà segni di squilibrio quando si trova in pubblico. Dalle movenze e dalla postura, nonché dalla sua fisicità, la chiamerò d’ora in poi Mowgli.
Mary Camden, interpretata da Jessica Biel, è un’interessante scelta degli autori: essendo potenzialmente figa, le viene affibbiato il ruolo della “cavallona maschiaccio a cui piace lo sport”, per evitare strane pulsioni nello spettatore. Non disdegna l’incesto.
Matt Camden è il figlio più grande ed è il più RIBELLE. Non è tanto sveglio, è responsabile, maturo, ma FUMA LE SIGARETTE. Il tasso di ribellione è direttamente proporzionale alla lunghezza dei suoi capelli da ribelle.

Dopo le presentazioni, e la sigla, l’episodio inizia con il reverendo Camden e la moglie che bevono e si amano anche mentre preparano quintali di verdure da mangiare. Durante la cena, vengono introdotti i drammi che verranno sviscerati durante l’episodio.
Il primo dramma è di Simon, che dubita dell’esistenza di Dio e dichiara di volere un cane, rischiando l’inferno istantaneo quando intuisce che “God is Dog spell backwards”. Il secondo dramma è di Mary, che vuole limonare con qualcuno più grande perché i suoi coetanei sono tutti geeks, mentre il terzo dramma è di Mowgli che, di punto in bianco, si incazza e va in camera sua a fare la verticale senza motivo apparente. Si scoprirà solo in seguito il suo vero dramma: tutte le sue amiche hanno avuto il first period e lei no. Per la vergogna si chiude nell’armadio.
Finita la cena, Matt e Mary fanno due tiri a canestro in cortile e, parla parla, si scopre il vero motivo per cui Mary vuole uscire con ragazzi più grandi: quelli della sua età non sono geeks, sono TROPPO BASSI e lei non saprebbe dove mettere le mani (?). Per questo motivo non ha mai limonato con i coetanei e decide di voler provare con Matt, che rifiuta -diciamolo- a fatica.
Il vero mattatore della prima parte dell’episodio è il protagonista indiscusso della serie, ovvero il reverendo Camden. Egli vuole parlare a tutti i costi con il ribelle Matt, ma il ribelle Matt non vuole, spingendo il reverendo a congegnare il primo piano diabolico dell’episodio. Viene così lanciata una sfida a biliardo: se il reverendo vincerà, Matt dovrà parlare con lui. Il reverendo Camden farebbe di tutto per una sana parlata con qualcuno, anche scommettere nei giochi d’azzardo. L’orgoglioso ribelle Matt accetta e ovviamente perde, dato che il reverendo Camden non ha mai perso una sfida in vita sua. La parlata tra i due è di quelle toste: il reverendo sgrida il figlio perché fuma e lo incastra, con l’abilità di uno stratega militare, all’interno del suo secondo piano diabolico. Il reverendo propone al figlio un lavoro, onde permettergli di comprarsi le sigarette e la benzina (Matt evidentemente sniffa la benza). Se il ribelle Matt riuscirà a tenerlo, avrà soldi per fumare e per la benzina, ma se si licenzierà, dovrà andare a messa per sei, lunghissimi e interminabili mesi. Matt cade nella trappola la seconda volta, non sospettando che quella serpe del padre ha convinto una parrocchiana a trattarlo malissimo e a FINGERE di avere SOLO UN POLMONE, per indurlo a smettere di fumare, a licenziarsi e quindi ad andare a messa per sei mesi. Il reverendo Camden ne sa una più del suo arcinemico (il diavolo).
Nel frattempo, ad un Simon in piena crisi depressiva, viene detto che potrà tenere un cane se questo si materializzerà nel loro cortile. Lui ci crede (è un credulone politeista) e passa il pomeriggio a cercare il cane col binocolo dalla finestra sul tetto, sodomizzando nei tempi morti una Ruthie in versione dog-fetish.

Nella seconda parte dell’episodio, Mowgli non vuole andare a correre con Mary intorno all’isolato per paura che le venga il first period lontano da casa. Mary, con esperienza, la tranquillizza dandole un tampax da tenere in tasca in caso di bisogno. Non mi soffermo sull’assurdità della cosa perché più ci penso, più mi esplode il cervello. Ma la cosa incredibile accade poco dopo, quando le due ragazze incontrano un amico fico di Matt. Mentre parlano, il tampax finisce “SBADATAMENTE” per terra, facendo vergognare tantissimo la sociopatica che scappa a casa saltando da un albero all’altro. Mary, invece, con animo di ghiaccio troieggia un po’ e strappa un appuntamento.
La scena non è descrivibile a parole, ma ci proverò: l’idea è quella di far allontanare Mowgli dalla vergogna e il pretesto è farle cadere per sbaglio il tampax dalla tasca. Gli autori, a questo punto, si sono chiesti: “come può fare il tampax a cadere a terra per sbaglio, trovandosi in tasca?” “Semplice, lo facciamo tirare fuori di proposito a Mowgli, facendo finta che non l’abbia fatto di proposito.” Vi giuro, la descrizione non rende l’idea.
Torniamo a noi. Il ribelle Matt scopre dell’appuntamento di Mary, cadendo così nel tunnel dell’incesto e della gelosia mentre Mowgli ha il suo first period, il quale viene festeggiato dalle sorelle con un balletto assurdo. Il reverendo Camden, preoccupato per la salute mentale della figlia sociopatica, parla con lei che, da vera malata di mente, lo ricambia con un bacio per le belle parole. Tutto sembra incanalarsi verso un finale tranquillo, ma un vero e proprio momento SHOCK è dietro l’angolo: Annie compie una follia esagerata, portando a casa un cane per Simon e facendo incazzare tantissimo il reverendo Camden.

“I’m angry!”
“I completely understand.”
“No, don’t do that! Don’t completely understand, discuss it with me.”
“Ok, ok, let’s discuss it.”

Per il reverendo Camden, il fatto che la moglie abbia portato a casa un cane quando entrambi avevano deciso che non era il caso, è un grosso problema di comunicazione. Il suo duro cuore di pietra si ammorbisce, per fortuna, dopo aver scoperto che la moglie ha agito così per salvare la vita del cane. La parlata con la moglie finisce in pareggio.

Siamo al finale: Mary esce con l’amico di Matt, che fa il vouyeur e li spia mentre giocano a pallacanestro. Simon scopre che il cane è più intelligente della sorella e il reverendo Camden prova ad ottenere favori sessuali dalla moglie. Da lì a poco, ecco un altro problema di comunicazione tra i due, nato per colpa del reverendo Camden che dà il permesso a Matt di andare a prendere i nonni all’aeroporto, senza consultarsi con la moglie. Per questo errore ci rimette alcune notti di sesso, che verranno sostituite con chiaccherate sui ragazzi, per fissare le regole da seguire per educarli. Bella mossa reverendo Camden!
I nonni arrivano e sono portatori di una cattiva notizia: la madre di Annie ha una brutta malattia e questo è un momento davvero drama per la famiglia Camden.
Nelle scene finali, viene rivelato il nome del cane (HAPPY) che si scopre in attesa di cuccioli. Mentre parte una musica da Hobbiville, i grandi escono di casa e guardano la disturbata prole correre a caso e azzuffarsi amabilmente. La chicca è il ribelle Matt che, mentre corre, viene colpito da una pallina lanciata da non si sa chi, dato che tutti i protagonisti sono all’interno dell’inquadratura! Si potrebbe aprire una scommessa: chi ha colpito il ribelle Matt con quella pallina? Io dico il parrucchiere.

Dopo questi primi quarantatré minuti, posso dire di aver capito il motivo per cui ho deciso di recuperare 7th Heaven: È SCHIFOSAMENTE BELLO.
Voto: 11/10

Al prossimo episodio,
Boss.


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite