Archive for the 'Beach House' Category

Settimana 25: 29/11 – 05/12

Serie TV
The Walking Dead
. Stagione 1. Episodio 5.
5. Ennesimo episodio dallo stile impeccabile. Ottime scene (anche se con pochi zombie) che cercano di approfondire le psicologie dei personaggi, anche di quelli inculenti di cui non frega niente a nessuno. Tutto bene dunque, a parte gli ultimi due minuti dove la scelta della fotografia e il paragone mistico di preghiera lascia perplessi. Ma roba da rovinare quasi tutto l’episodio.
30 Rock. Stagione 1. Episodi 18, 19, 20, 21.
18. Oramai è una serie rodata, anche gli episodi sotto tono passano inosservati.
19. ahahah, questo è davvero buono. Ogni storyline ha un buon sviluppo.
20. Beh, anche in 30 Rock spunta un po’ di continuità, bella svolta.
21. Come finale di stagione mi aspettavo qualcosina di meglio ma sono rimasto soddisfatto pienamente sia dal finale di stagione (in crescendo) sia dalla serie intera (molto radicata nella cultura televisiva americana, ma davvero gradevole). Viva Tina Fey.
Glee. Stagione 2. Episodio 9.
9. Ok, lo stile Glee oramai si è capito: trame sconfusionate, tanti personaggi da gestire (mai tutti insieme, pessima cosa) da affiancare a scene musicali da inserire nella trama. In sè l’episodio è buono, anche se la scelta di buttare lì i sectionals, senza uno straccio di introduzione, poteva essere affrontata meglio. Anche qui, a parte il prevedibilissimo finale della gara, gli ultimi minuti rovinano tutto: non si può, e dico NON SI PUO’, rovinare una canzone come Dog Days Are Over in quel modo.
The Big Bang Theory. Stagione 4. Episodio 6.
6. Ero rimasto un po’ indietro per via del vomito suscitatomi dalla versione italiana e al ritardo dei sub. L’episodio mi ha fatto sganasciare un paio di volte e in queste serate è un toccasana.

Musica
Beach House – Teen Dreem (2010)
Mah, non è che mi abbia convinto più di tanto. È un misto tra i Belle And Sebastian e un coro di chiesa. Qualche pezzo è buono ma il disco risulta essere troppo monocorde.
Laura Marling – I Speak Because I Can (2010)
Ecco, questo è un buon lavoro. A me il folk fa spesso cagare, ma non è questo il caso. Bella voce, begli arrangiamenti e pezzi decisamente coinvolgenti. Pollice in su.
These New Puritans – Hidden (2010)
Seguendo la lista dei migliori dischi del 2010 su NME, questo l’hanno piazzato al primo posto. Non ne avevo mai sentito parlare e non ne avevo neanche mai sentito un pezzo: un vero peccato, ho perso un anno di ascolti. Il disco è veramente ben fatto, per certi versi questi hanno pure creato un sound nuovo, almeno per le mie orecchie.
Weezer – Hurley (2010)
Album che si meritava un ascolto solo per il titolo e per la copertina. Non è niente di spettacolare o innovativo, ma si ascolta pur essendo il tipico suono rock alternativo/melodico/indie americano.

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

Mi trovate anche qui

Sul Kindle


Ann Leckie – Ancillary Sword


David Simon – Homicide: A Year On The Killing Streets

Archivio

Visite

Annunci