Archive for the 'All Or Nothing: The Michigan Wolverines' Category

Settimana 444: 10/12 – 16/12

Serie TV
Room 104. Stagione 2. Episodio 11, 12.
11. Dai, il tema di fondo ci poteva anche stare e gli attori son stati ok. (7/10)
12. Carino e dalla trama forte, brave l’attrice ma un po’ complessa dal punto di vista realizzativo. (7/10)
The Marvelous Mrs. Maisel. Stagione 1. Episodio 7, 8.
7. Episodio perfetto nella costruzione e nelle scene comiche in ogni dove. Lo ricorderò a lungo. THE PIMP, PUT THAT ON YOUR PLATE! (10/10)
8. Finale epico, ultime parole epiche per una prima stagione di un solido che di così solido si è visto poco in tv. Già nel top delle mie preferenze, complimenti a tutti da ogni punto di vista. (9/10)

Documentari
All Or Nothing: Manchester City. Episodio 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8.
1. Che spettacolo! Il magazziniere, Pep, Kevin. Che roba, sembrano quasi umani. (9/10)
2. Abbastanza grosso anche questo e col finale impostato bene. Mendy <3. (8/10)
3. Le prime sconfitte e le prime batoste. Che roba. WINTER IS COMING. (8/10)
4. La sconfitta aumenta il livello di VOGLIO SAPERE. Certo che per un documentario del genere ci vogliono i controcazzi. (9/10)
5. La vittoria in una coppa che in Italia chissenefotte. Chapeau [cit.] (9/10)
6. L’arrivo del bus ad Anfield. (9/10)
7. Ah gliel’han rubata gli arbitri? Un po’ sembra di sì. Altro episodio mostruoso con la sconfitta contro lo United. (8/10)
8. Bello bello bello con l’addio anche di Yaya Touré. Bello, ce ne vorrebbero di più. (8/10)
All Or Nothing: The Michigan Wolverines. Episodio 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8.
1. Bello. È tutto così follemente americano che non so dove sbattere la testa. (8/10)
2. Ma questi son tutti folli… 110.000 mila persone a vedere la partita dell’università. Tutti invasati. Pressioni folli. (7/10)
3. No va beh, il tizio che si spezza la schiena e l’altro che sale in cattedra… Siamo al delirio pre-derby! (8/10)
4. Episodio costante, senza picchi. C’è la nascita del corridore. Quaterback in paranoia fa molto serie tv. (7/10)
5. Inizia ad essere un filo ripetitivo, ma la storia del terzo quaterback che prende il via è veramente da serie tv. (8/10)
6. Si ricomincia con uno capace e un brocco. Il resto solita solfa. (7/10)
7. Ma dai il brocco RI DI CO LOOOO! Comunque solo gli americani potevano inventarsi uno sport dove ci si fa male di continuo e dove uno può deludere 50 compagni. Folle. Consiglio: gasarsi meno? (8/10)
8. Finale con ennesima sconfitta e qualche lacrimuccia. Finisce così il viaggio nella follia. (8/10)

Alla prossima settimana,
Carlo.


Mi trovate anche qui

Sul Kindle


Ann Leckie – Ancillary Sword


David Simon – Homicide: A Year On The Killing Streets

Archivio

Visite