Settimana 292: 11/01 – 17/01

Serie TV
It’s Always Sunny In Philadelphia. Stagione 11. Episodio 2.
2. Una tonnellata di autoreferenzialità e continuity, in un episodio che usa la caduta da una finestra come pretesto per un viaggio temporale. Dee & Dennis fumano crack di nuovo, e io li amo. (9/10)
Making A Murderer. Stagione 1. Episodio 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10.
3. Dai, anche in questo caso sembra che le prove siano state piazzate dalla polizia. Di interessante sembra esserci l’abbandono generale di tutti e sul finale ecco la circonvenzione di incapace. Cosa manca ancora? (8/10)
4. No va beh: finale incredibile che ci fa uscire dalla sgangherata storia del nipote consapevolmente stupido. Una serie di scenari così assurdi che l’avvocato giusto non sa dove andare a parare. Il top l’idiota che segue lo scemo. (9/10)
5. Bello. Stiamo assistendo al processo e gli avvocati di Avery sarebbero da abbracciare di continuo. Il finale fa urlare ma oramai siamo abituati. (9/10)
6. La discussione delle prove mi ha fatto urlare, anche se l’amore verso i due avocati difensori distorce un po’ la realtà. Il testimone sul finale fa schiacciare un play istantaneo al prossimo episodio. (8/10)
7. Si parla di EDTA, di interrogatori dei poliziotti coinvolti e della difesa del cuore che incalza. Nulla promette niente di buono, staremo a vedere ma il caso è incrdibile. (8/10)
8. Il processo finisce con le arringhe finali, poi assistiamo all’attesa snervante del verdetto, ben montata. Il risultato è inaspettato ma prevedibile, con la coda del processo a Brendan. (8/10)
9. Si segue il processo di Brendan, con un po’ di lacrime e una tesimonianza che stupisce. Attesa della sentenza e sentenza prevedibile. Finale con la conferma delle pene, dall’ultimo episodio non ci si può aspettare null’altro. (8/10)
10. Finale amaro, dove le ottime montature precedenti qui danno la sensazione di allungare il racconto di una storia senza lieto fine. Ovvio che le controversie dietro siano tante, la lettura delle reazioni cambia un po’ il focus su tutto. Bell’esperienza. (7/10)
Seinfeld. Stagione 4. Episodio 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18.
9. George è un idolo, ma questa volta mi ha esaltato la profonda continuity con Joe Davola, da sbellicarsi. Bravi tutti, compreso Pavarotti. (8/10)
10. Finalmente si torna a parlare del Pilot e George col suo modo di fare esalta la scena. Bene anche Elaine in rapporto con la vergine, arrivata un po’ a caso. (8/10)
11. Se in un episodio ci si sganascia a vedere Kramer che dorme, vuol dire che la missione è compiuta. Plot banale messo in scena in maniera perfetta: Elaine, George e anche Jerry al massimo della forma e dello splendore. (9/10)
12. Carino tutto, soprattutto per la banale e spiccata rappresentazione della differenza tra prima e seconda classe in un aereo. Ho idea che non sia finita. (8/10)
13. Tema di base: una scaccolata che rovina tutto. Altro tema: il profumo all’odore di mare visto tempo fa: COSÌ CI SIAMO. Non mi stancherò mai di ripeterlo. (8/10)
14. Un piacere rivedere Babu e dare spazio al tizio cinese che richiama la vergine eccetera. Una stagione veramente ben costruita. In questo caso, Jerry disturbato domina. (8/10)
15. Ottimo episodio gestito in maniera ottima nei tempi e nelle dinamiche. I quattro che vogliono andare a vedere un film e si trovano in tre a vederne un altro. Geniale George con le sue braccia corte. (8/10)
16. Altro episodio molto tosto: l’idea geniale di Elaine fa scattare il putiferio, con una serie di battute ridondanti che non stancano mai. I regali a Jerry sono la ciliegina sulla torta. (9/10)
17. All’aumentare delle tette in mostra (Elaine <3) cala un po’ la verve comica. Gli incastri e i rimandi fanno vincere per una volta Kramer, un asso nella manica. (7/10)
18. Mhh, leggero passo indietro. L’introduzione dei vecchi e la loro fine repentina non mi ha convinto del tutto, soprattutto verso la fine con lo smarrimento. Benino la fola dei dischi e George, come sempre. (6/10)
The Good Wife. Stagione 7. Episodio 11.
11. Non so, sarà stata la pausa o l’assenza di storyline interessanti o l’assenza di ansia per la big revelation dello scorso episodio, ma questo l’ho trovato posticcio, raccapezzato e a tratti imbarazzante. Il giro in pullman unito a chissenefotte del prenup hanno confezionato una cosa un po’ così. (5/10)
The Grinder. Stagione 1. Episodio 10.
10. Che gnocca Mary Elizabeth Ellis, il resto è la solita fuffa: fratelli in contrasto che poi fan pace, Olyphant a caso e nessun luogo dove andare a parare. Ci sarebbero anche delle basi interessanti, ma è tutto troppo freddo. (5/10)
The Middle. Stagione 7. Episodio 12.
12. Ridolini sparsi in quello che può essere uno degli episodi più ridondanti della storia. Bene Brick che assume un po’ più di spessore, noiosa Sue, mattatore Mike. (7/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

0 Responses to “Settimana 292: 11/01 – 17/01”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: