Settimana 267: 20/07 – 26/07

Serie TV
Defiance. Stagione 3. Episodio 8.
8. A caldo questo episodio mi ha gasato. Poi l’ho analizzato con calma e ho visto tutti i soliti difetti, solo che… Questa volta non han pesato. La bomba nel tunnel, la lotta con tanto di buoni all’ospedale e il finale col taglio del braccio fanno da contraltare alla CGI imbarazzante. ‘Sto giro mi son divertito. (7/10)
Friday Night Lights. Stagione 1. Episodio 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22. Stagione 2. Episodio 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15.
15. Eccoche finalmente spunta il razzismo. Tema difficile da affrontare ma missione compiuta. Bene anche Julie QB e Street ad un passo dall’ennesimo fallimento. Son pronto. (8/10)
16. Ecco le prime lacrimucce, se non fosse per Julie ribelle tutta la fola del razzismo si risolve in maniera prevedibile ma OK. Adesso aspetto il pianto vero. (8/10)
17. Ecco brava Julie che non la spadelli via così facilmente. Saracen idolo indiscusso della serie, molto più dei drammi di Tim e Tyra che veramente, un disastro. Street patetico col tatuaggio da sfigatone, famiglia Taylor da urlo sul divano ad aspettare. (8/10)
18. La tizia di Smash bipolare, Street alle prese con la coglioncella, Tim che fa cose a caso per la vicina e Buddy cacciato di casa che va dal Coach. Se ci aggiungiamo Tyra con Connie Britton abbiamo toccato tutto. (6/10)
19. Street limona con una e sicuramente andrà male, Tim va con la milf (ovviamente) e il coach c’ha dei pensieri sul se andare via o meno. Salvo la sbronza al campo, il resto è prevedibile. (6/10)
20. Dopo due episodi lofi ecco che FNL inizia a dimostrare tutto il suo potenziale. Lo fa con una vittoria nel fango, ma tant’è: la città, le varie storie, Tyra quasi violentata e la prima gioia per Street. Lacrimine. (9/10)
21. Anche questo è un episodio senza football, con banalità che finalmente non stonano nell’ovvio. I temi sono tanti, nessuno delude a parte Tim un po’ allo sbando. Oramai posso dirlo: voglio cambiare la mia famiglia. (8/10)
22. Ecco il finale: mi aspettavo qualcosa di diverso e questo diventa ordunque un punto a favore. La gravidanza è inaspettata come la vittoria, il post partita un po’ più piangerone sarebbe stato meglio. Ma comunque: can’t lose. (9/10)
1. Oddio, che ritorno è stato? Saltati di palo in frasca nove mesi, tecnica che ci può stare, ci troviamo di fronte ad una forzata nuova situazione. Julie delusione enorme, Tyra e Learch AMMAZZANO UNO WTF?! (6/10)
2. Il limone tra Tyra e Learch non era neanche quotato alla Snai. Julie zoccola, bona ma stronza povero Matt adesso chiavale tutte. Gli argomenti son questi, ah sì, il coach ad Austin ha rotto. (7/10)
3. L’assenza del coach sembra aver banalmente creato il delirio e per forza deve tornare. Scelta discutibile ma per un ritorno alle origini posso chiudere un occhio. Ma quanto è scassato Timmy? Ziocaro. (6/10)
4. Il ritorno del Coach mi ha colto impreparato: abbandona la carriera per tornare a casa con l’inghippo che ovviamente si risolve nel finale. Julie HA ROTTO IN QUATTRO EPISODI. Non parliamo poi di Street, quel poveretto disperso in messico. (6/10)
5. Lasciamo stare la parentesi messico che ha fatto pena e concentriamoci su Saracen che manda affanculo Julie: EROE. Tyra e Lance non funzionano, così come l’indagine mette un po’ d’ansietta. Prevedo arresto sul campo da football. (7/10)
6. Bene così Julie… Soffri! Carino il momento di football nel finale e carino il ritorno del coach con ancora più casini. Ora solo Lyla ha rotto col Cristo, ma sembra che si stia tornando ai vecchi tempi. (7/10)
7. Dai, siamo tornati al livello buono di FNL. Cose prevedibilissime, tipo il limonatore Saracen o la sgualdrina Julie, ma ci si è divertiti con Tyra furbetta e la storia di Santiago e Smash. (8/10)
8. Così mi piaceeee. È tornato il FNL che conoscevo: Riggins beve, caccia e torna nel Team, Saracen inizia a trombare e i Taylor si vogliono bene. Cosa vogliamo di più? Ah sì, forse Learch la chiude con ‘sta storyline. (8/10)
9. Bene, Santiago ce la fa e prevedo per lui altre espressioni oltre la faccia da pesce lesso. Bene Saracen il trombatore, ben Lance (che s’ammazza), male (ma awww) i litigi di Julie, la disgraziataggine di Tim e Street oramai macchietta comica (ma limona a manetta). (8/10)
10. Viene dato un po’ di pepe a causa del tornado che porta dei rivali in casa dei Panthers. È ufficialmente il vecchio FNL, anche se i dialoghi giusti al momento casuale giusto son forzati. Tim disgraziato vivente. (8/10)
11. Non male dai, Tim per una volta che esce dall’oblio della sfiga ruba dei soldi a uno spacciatore. La sorella si leva dai coglioni e si vede del bel football. (8/10)
12. Un po’ di vicende razziste e un bel po’ di faccia da pesce lesso Santiago. Rido ancora. (7/10)
13. Cheppalle regaz la fola di Tim e Lyla che per fortuna sembra finire. Smash alle prese con la solita testa calda e una fola razzista che fa un po’ ridere. Bene la storia della droga (LOL), patetico come sempre Street e bene quella topa di Adrienne. (7/10)
14. Beh, diciamo che il discorso finale di Saracen e quello di Smash valgono da soli il prezzo del biglietto. Il resto vede l’agonia sentimentale di Learch, che sembra aver fatto la scelta sbagliata e per questo son carico. (9/10)
15. Se mi chiudono un’altra volta una stagione con uno dei drammi o dei momenti imbarazzanti di Street vado là e li picchio tutti. Diciamo che il finale sarebbe dovuto essere il precedente, questo sembra essere un episodio in più. (7/10)
Mr. Robot. Stagione 1. Episodio 5.
5. Avrei dato qualcosina in meno se non fosse stato per il rapimento finale: il previously on ci fa intendere qualcosa, ma la bellezza dell’annichilimento di Bill me ne ha fatto dimenticare. Anche Angela, pur centrando poco, interessa. Missione compiuta. (9/10)
The Last Ship. Stagione 2. Episodio 6.
6. Solita atmosfera, solite missioni e viene anche sparato un missile tanto per. Finalmente si capisce un altro piano dei tizi immuni, mentre il nostro americanissimo comandante americano vuol fracassare il sottomarino. LO FRACASSERÀ. (7/10)
True Detective. Stagione 2. Episodio 5.
5. Beh, dopo la sparatoria c’è un piccolo balzo temporale dove i nostri si trovano a fare un indagine segreta sempre sullo stesso tizio morto. Va bene così, il resto dei casini distruba e il finale fa scappare da ridere. Ah, han trovato una sedia. (6/10)
Wayward Pines. Episodio 10.
10. L’invasione a caso con gli abomini che ammazzano a comando tutti tranne i protagonisti. Male la fuga in ascensore, pessimo il sacrificio e benino Melissa Leo (chi te l’ha fatto fare) che spara a Quasimodo. Il finale lascia spazio alla serie futura SENZA SENSO: città in mano a bimbi che fanno uguale a prima, pur sapendo cosa c’è fuori. (4/10)

Talk Show
Last Week Tonight With John Oliver. Stagione 2. Episodio 21.
21. La pubblicità finale salva l’episodio, sempre magnifico, ma forte del suo inizio. La storia del cibo buttato fa impressione nei numeri, ma è cosa stranota. (8/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

0 Responses to “Settimana 267: 20/07 – 26/07”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: