Settimana 185: 23/12 – 29/12

Serie TV
Futurama. Stagione 2. Episodi 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19. Stagione 3. Episodi 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14.
9. Episodio storicissimo del quale non ricordavo l’inizio su internet. Il dramma di Leela guadagna qualche punto a favore, mentre Bender e il geniale Fry sbrigano la matassa. Miglior battuta a Zoidberg, del quale dovrei fare un cap ogni episodio. (8/10)
10. Prima parte sufficiente solo grazie al Party per il professore. Non sono mai stato fan di Cubert, ma il pensionato per gli anziani a là Matrix è geniale. (7/10)
11. Trama geniale che apre un mondo sul ruolo di Hermes e ci mostra il centro burocrazia più geniale di sempre. In italiano ricordo esserci “inserire floppino”, qui non fa ridere e quindi delude un po’. Momento musicale di alta scuola. (8/10)
12. Geniale fin dal titolo, la trama Simpsoniana ci porta sott’acqua, dove Zoidberg regala emozioni. Non particolarmente ispirato nei dettagli, l’episodio riesce e si conclude in maniera funzionale. Un apice. (9/10)
13. Le piiiinze! La robot-mafia, Leela accecata, uno Zoidberg vittima e un plot che trasuda genialità in ogni dove. Episodi come questo han fatto la storia di Futurama ed è sempre un piacere rivederli. (9/10)
14. Episodio enorme con la festa della Mamma. La ribellione dei robot, l’intrigo sentimentale col professore e la conclusione della vicenda trasudano genialità da ogni dove. (9/10)
15. Episodio parodia di Star Trek classico, un evergreen con la solita dose di trovate geniali. Il premio memoria lo vince lo scimpanzé travestito da Leela, ma i Popplers fanno venire il vomito come la prima volta. (8/10)
16. Il gioco del se fossi al suo debutto. Tanti bei ricordi ma le storie non esaltano per brillantezza. Non ricordavo il finale che rivaluta tutto il contenuto. (8/10)
17. La battaglia contro le palle rivede in scena Brannigan alle prese con Leela travestita. Bender eroe e genialità a palate. La scrittura regge bene e riesce ad inserire vari personaggi nell’incastro, in una critica al sistema militaristico americano. (8/10)
18. L’auto che era quando sarebbe stato semplice rendarla un auto mannara. Episodio con un capo e una coda, ma leggermente fuori dal contesto futuristico. Niente da segnalare anche dal punto di vista comedy, non mi piacque più di tanto già ai tempi. (7/10)
19. Non ricordavo bene il ritorno della ex, ma al di là del giro in astronave e della risoluzione con l’introduzione di Los Angeles, non è stato nulla di esaltante. Leggero calo probabilmente fisiologico. (6/10)
1. Eccoci al famoso Snu-snu! Caricatura di varie situazioni, su tutte quella del mago di Oz, messe in scena con il solito acume. Nasce l’amore tra Amy e Kiff. (8/10)
2. Si torna a spingere grazie al famoso sandwich mangiato nella stazione per camionisti spaziali. Il viaggio all’interno del corpo è un classico fantascientifico, ma la storia d’amore e la morale la fanno da padrone in maniera eccelsa. Un evergreen. (9/10)
3. Eccoci qua, davanti al primo episodio mai visto! Per la gioia dei miei occhi torna a spuntare Santa Claus che vive al polo nord di nettuno. La trama regge bene e mette in campo un buon sequel della sua prima apparizione. Si ride anche forte per qualche battuta. (8/10)
4. L’episodio del super quadrifoglio: scritto benissimo, messo in scena in maniera maestosa grazie allo sfruttamento dei flashback e dal finale ENORME. Lacrime come neanche la prima volta. (10/10)
5. Geniale il discorso dei pinguini su Plutone, così come ben messa in atto la campagna animalista di facciata. Scene storiche ed epiche, viste e straviste, ma con un buon filo conduttore. (8/10)
6. Non ricordavo Bender innamorato, ma c’è il ritorno di Flexo e la storyline funziona discretamente. Inizia ad apparire un depressissimo Zoidberg e questo è un bel segnale per il futuro. (7/10)
7. Questa volta l’adattamento italiano vince sull’originale. Ricordo Sir. Cervello e Tom Sawyer, ma il plot si indebolisce conoscendo l’esito finale e il suo sviluppo. L’attacco dei cervelli resta geniale. (8/10)
8. Lo zio attore di Zoidberg viene messo in campo in un episodio che approfondisce il personaggio, il che è un bene per la serie. Il plot funziona soprattutto nella satira a Hollywood, ci si diverte. (7/10)
9. Leela con due occhi è un discreto figone, ma il finale tirato via rovina la prassi dell’episodio. Bene la sottotrama di Bender con i bambini, ma niente di eccelso dal punto di vista della commedia. (7/10)
10. Ottimo approfondimento della relazione tra Amy e Kiff, così come è stata ottima la riproposizione di un Marte in formato western. Il finale non lo ricordavo e Zoidberg è troppo esagerato. (7/10)
11. Dai, non male l’arrivo di Roberto e tutta la storyline di Fry che si crede un robot. Si ride bene e il ritorno allo status quo è decisamente in linea con il racconto. (8/10)
12. Avevo un vago ricordo della vicenda: i figli non esaltano, ma il plot funziona e Bender incinto di birra è geniale. Finale rispettabile. (8/10)
13. Primo episodio al limite del noioso, si salva solo la satira nei confronti dei concertoni di beneficienza. La parentesi Hippy della crew è troppo forzata e il finale è tagliato via. Non il massimo. (6/10)
14. Uno dei migliori episodi di sempre, ricco e strafarcito di battute e genialità in ogni dove, compreso l’arrivo casuale dei Globe Trotters. L’amaro finale non risulta agrodolce come The Luck Of The Fryrish, ma è potente lo stesso. (10/10)
Homicide: Life On The Street. Stagione 6. Episodi 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13.
6. Bene dai, un caso ben congegnato e ben scritto gestito da due dei miei preferiti. Bene anche il giro dietro fatto da Kellerman e la Cox, fillerone lo shock da granchio. L’episodio è il più procedurale di sempre. (8/10)
7. A caldo non mi aveva convinto, ma a sangue freddo si dimostra essere un episodio ENORME. La relazione tra Pembleton e la futura vittima, così come i dialoghi sferzanti e il finale amaro si tessono bene tra di loro, creando un prodotto omogeneo e non stancante. Malino solo Tim e la risoluzione del caso. (9/10)
8. Il caso la fa da padrone, trattando l’HIV con poco tatto (ma in maniera sublime). Si vivono anche i drammi dei detective, con Kellerman & co che stanno stancando con la loro sottotrama e Bayliss che ci prova con la Cox. Approfondita una nuova coppia quindi ok. (7/10)
9. Avanzano a piccoli passi le storie dei personaggi e sullo sfondo un caso non esaltante con protagonista un curioso Bayliss. La questione Luther finalmente prende un svolta che ci voleva. (8/10)
10. Eccoci al primo episodio VERAMENTE noioso. Bayliss e la tizia chissenefrega, il caso patetico legato la razzismo pseudo religioso risulta un’ accozzaglia di robaccia messa insieme per fare un calderone. Non ne capisco il senso, guardo e passo. (5/10)
11. Bah, il caso raccontato dalla Cox è interessante solo perché lo racconta la Cox, altrimenti è assurdo. Va avanti la storia di Luther e la causa rompe il cazzo quasi come la minaccia della videocassetta. Gli altri fanno discorsoni senza capo né coda. (6/10)
12. Uff… Doppio episodio con i preti e la chiesa di mezzo. Senza i cardini di Homicide a reggere l’indagine la pressione cala e la noia avanza. Non per nulla le cose interessanti sono Pembleton e le sue rare perle, la sparizione di Meldrick e Gee che comanda. Il resto non va. (6/10)
13. Mezzo dormito e al di là delle discussioni religiose e della diatriba tra Meldrick e Kellerman, il tempo passa discretamente. Inosservato al punto giusto. (6/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

0 Responses to “Settimana 185: 23/12 – 29/12”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: