Settimana 151: 29/04 – 05/05

Serie TV
Defiance. Stagione 1. Episodio 3.
3. Sembra essere un procedurale con il caso poliziesco del giorno spruzzato di fantascientificismo. La trama orizzontale sparisce e lascia spazio alle dozzinali storie di razzismo. La scena della seduta spiritica è una delle cose più involontariamente divertenti mai viste. Male anche il finale, un lunghissimo collage di scene pietose. Sono riusciti a sprecare un sideboob di Mia Kirshner. (5/10)
Mad Men. Stagione 6. Episodio 5.
5. La morte di Martin Luther King giunge inaspettata e regala all’episodio l’ennesimo briciolo di realtà. Come serie è superiore, nulla da dire: i drammi e le gioie dei personaggi sono scavate nelle immagini, così come Jon Hamm buca lo schermo con l’ennesimo monologo di altissimo livello. Non è un picco, ma è altissima televisone. (8/10)
Community. Stagione 4. Episodio 12.
12. Ancora una volta si ride pochissimo, a parte per Magnitude, ma l’episodio è stato costruito in maniera sublime. Peccano i dialoghi, su tutti quelli di Jeff sempre troppo posticci e forzati. Il passato e l’incatenamento funzionano, ma in vista del finale non convincono pienamente (6/10)
The Following. Stagione 1. Episodio 15.
15. Ma dai, che finale è! Carrol esplode (Seconda stagione?), Ryan e la tizia vengono accoltellati all’ultimo senza ragione. L’episodio è incentrato sulla ricerca della sepolta viva e sullo scontro finale: la cosa che fa più incazzare è che i personaggi muoiono, ma a nessuno frega nulla di quei personaggi. (4/10)
Game Of Thrones. Stagione 3. Episodio 5.
5. In molti gridano al capolavoro, io grido al buon episodio ma niente di che. Tutte le storyline avanzano spedite, attraverso un frullato di nozioni e personaggi forse senza precedenti. Il finale non fa gridare al miracolo, anche se il gioco dei troni torna a farsi protagonista. Bene Jaime e il suo monologo. (7/10)
The Good Wife. Stagione 4. Episodio 22.
22. Ok, ciao, chiudete la televisione. Caso del giorno azzeccatissimo e con punte di tensione/comicità degne del miglior TGW. L’elezione fa da sfondo ad importantissimi movimenti di pedine che fanno urlare in vista della prossima stagione. Il finale mi ha colto alla sprovvista, quindi complimenti a loro. (10/10)
Parks And Recreations. Stagione 5. Episodi 21, 22.
21. Mhh, leggero passo indietro. Regge bene la storyline di Andy, finalmente con qualcosa da dire e da fare. Malino Leslie & Ron, con la storia dello swing vote che non diverte pur avendo un discreto potenziale. Male Tom, come sempre un personaggio avulso alle dinamiche comiche del pianeta. (6/10)
22. Episodio gradevolissimo che chiude la stagione con un plot twist che sfrutta tutti gli avvenimenti della stagione per portare ad una svolta. Ogni personaggio ha il suo punto di arrivo e di ripartenza, in vista della prossima stagione. Non vedo l’ora di vedere il bimbo con i baffi. (8/10)
How I Met Your Mother. Stagione 8. Episodio 22.
22. I casi sono due: o io sono prevenuto, o fa davvero tutto schifo. Non sono il tipo da mezze misure, quindi opto per il tutto fa schifo. Non si ride se non per due o tre facce di Marshall, il plot è scontato e prevedibile, anche la comparsata della stripper non serve. Male. (4/10)

Reality
Survivor. Stagione 26 (Caramoan). Episodio 12.
12. Niente da dire, a questo punto la stagione è ufficialmente una stagione della madonna! Benissimo il montaggio, che ci risparmia inutili minuti che portano all’ovvia eliminazione di Raynold. Benissimo la seconda parte con Brenda che inizia a fare qualche magheggio e porta all’eliminazione di Andrea, blindesideata di brutto. Cochrane che parla, parla, strategizza, strategizza e poi vota sempre compatto. Brenda sei figa. (9/10)
The Amazing Race. Stagione 22. Episodio 10.
10. Finalmente un episodio decente con mescolamento di carte all’aereoporto, prove carine, speed bump e u-turn. Contro ogni pronostico, le mamme si salvano mettendo in luce la scarsità dei due youtoubers. Il finale si prospetta interessante, ma due coppie sembrano essere più forti delle altre. Max and Katie si stanno riscattando. (8/10)

Musica
The Knife – Shaking The Habitual (2013)
Dopo il recupero dei buchi nella loro discografia, cerco l’impatto con questo nuovo lavoro. Un’opera mastodontica, complessa, d’impatto e non facile da digerire. Qualcosa riesce ad impressionare, ma il tempo necessario alla comprensione del tutto diventa imponente.

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

0 Responses to “Settimana 151: 29/04 – 05/05”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: