Settimana 134: 31/12 – 06/01

Serie TV
Girls. Stagione 1. Episodi 9, 10.
9. Sarò storto io, ma il litigio finale è forse uno dei peggiori a cui io abbia mai assistito. Mi è sembrato un collage di riprese, con battute alle volte poverissime e una poca affinità tra le attrici. I temi toccati sono messi in campo grazie ad un’ottima preparazione, ma è la realizzazione che mi ha lasciato preplesso, forse si poteva fare di meglio dedicandogli meno tempo. Il resto è in stampo Dunham: complessi, angosce, fughe. (5/10)
10. Ho letto svariate critiche in giro contro questo finale e devo dire che mi trovo d’accordo. Lena Dunham ci offre un cambio di prospettiva rendendoci partecipi della stessa sorpresa dei personaggi: il matrimonio a sorpresa. L’atmosfera diventa all’istante WTF, per poi trasformarsi in un racconto prevedibile dal finale scontato. Il secondo litigio della serie mette in luce Adam e affossa un’Hannah forse troppo restìa a scollarsi di dosso la realtà. Finale visivamente gradevole. (5/10)
Forbrydelsen III. Episodi 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10.
3. Lasciato in sospeso causa poco tempo per concentrarsi, lo riprendo in mano con uno dei migliori episodi andati in onda. Quest’anno l’assassino è di una crudeltà inaudita e l’impianto investigativo scricchiola, con la nuova ansia di una bimba in pericolo di vita. Il finale è banalotto, ma da cagarsi sotto. Drammatica la prova di Sofie Gråbøl durante l’incontro col figlio di Sarah. (9/10)
4. Beh, ennesimo episodio ansiogeno. Ottimo lo sviluppo del rapimento, mai banale e sempre ricco di tensione. Il finale con il pischello che vede la bimba fa sudare all’inverosimile e mette agitazione: hype per il proseguimento. (9/10)
5. Episodio drammatico, toccante e commovente nella prima metà. La struttura della stagione, però, fa passare l’effetto sorpresa e cliffangherone di fine episodio. Pur nella sua prevedibilità, il passaggio è di un’accuratezza e di un’onestà con pochi precedenti. Gråbøl sugli scudi. (8/10)
6. Il mistero sulla presunta morte o meno non è ancora stato svelato. La trama politica perde leggermente di interesse dato i continui cambiamenti di rotta che oramai hanno stancato. Il caso precedente si incastra ancora di più con l’attuale, facendo aumentare la curiosità. Lund tromba e non con me. Finale poco ansioso, ma ha stancato la classica fuga di non si sa chi da una stanza buia deserta. (7/10)
7. Transizione. Il libro delle targhe convinceva poco, ancora meno ora che è diventato fondamentale per lo sviluppo dell’indagine. Il protagonista politico spunta come sospetto e questo potrebbe essere il salto dello squalo della stagione. Emilie ancora non pervenuta e il cattivo è diventato troppo poco cattivo. (7/10)
8. Altro episodio mediocre, troppo, troppo importante il quadernetto di quel ragazzino. Tutte le intuizioni arrivano ai personaggi giusti nel momento giusto e la fortuna la fa da padrone. Guarda caso anche la tizia incinta deve partorire in anticipo. Forza Sveistrup, non mi deludere ora. (6/10)
9. Il sequestratore è nelle mani della polizia e ovviamente non rivela dove si trovi Emilie. Il tempo a disposizione della polizia è 48 ore (due episodi, ma va?), ma gira e rigira non si arriva da nessuna parte. Lund riesce a convincere il rapitore a dire dove tiene Emilie, ma la voglia di svelare tutto nell’episodio finale è troppo palese. (6/10)
10. Eccoci al finale in cui, lo dico subito, si piange poco. Tutto torna, i pezzi vanno al loro posto e l’acidità del finale politico/aziendale si scontra con il puro dramma di Lund. La scelta di farle compiere il gesto finale è forte, difficilmente analizzabile sia nel contesto che nel personaggio. Lund è una sociopatica con problemi a relazionarsi col prossimo e la drammaticità del gesto mostra questo: la sua pulsione mette in crisi TUTTO, ma il lavoro è lavoro. Dramma vero. Si chiude una perla televisiva. (8/10)
The Mob Doctor. Stagione 1. Episodi 10, 11, 12, 13.
10. Beh, viene messo in scena il classico conflitto tra medicina e religione! C’è un prete posseduto! Che in realtà ha la rabbia! Grace vede il fratello che ammazza uno! Che ansia! A parte queste banalità, i cattivoni si coalizzano contro un cattivone e tutti sono cattivi. Addormentato tre volte. (4/10)
11. Qui i cattivi cercano di ammazzare il super cattivo, ma il super cattivo scopre tutto e si vendica. All’ospedale arriva il fratello della patata lessa che ha un’infezione dovuta ad un tatuaggio. Tutto è molto drammatico, ma non quanto il cavallo col pene in erezione sedato con ketamina e ghiaccio. Va beh. (5/10)
12. Beh, c’è un tizio che resuscita e solo questo varrebbe il prezzo del biglietto. Ci sono un sacco di morti, c’è il figlio di Constantine e un colpo di scena finale da urlo! Un segreto tra Constantine e la madre di Grace che non viene rivelato a causa della morte di entrambi in un agguato! Quanti cattivi! (7/10)
13. I quaranta minuti finali servono per far morire la madre e Constantine dopo un patetico tentativo di tenerli in vita. La cancellazione non deve aver aiutato lo sviluppo delle trame che soffrono conclusioni repentine. Il finale in sé, con la camminata al rallentatore di Grace e la fuga in Messico ha senso, ma fa troppo ridere. (6/10)

Musica
The Beatles – Please Please Me (1963)
La prima opera. Forse l’impatto nel 2013 non è lo stesso di cinquant’anni fa, ma si capisce che come primo lavoro ha e deve aver avuto un potenziale incredibile. Qualche melodia trasuda rock, entrando subito in testa.
Worm Is Green – March On! [EP] (2010)
Ennesimo regalo della band nell’ennesimo loro EP tratto da Glow. Ennesimo capolavoro.

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

0 Responses to “Settimana 134: 31/12 – 06/01”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: