Settimana 114: 13/08 – 19/08

Serie TV
Breaking Bad
. Stagione 5. Episodio 5.
5. Che dire. I tre secondi finali portano lo spettatore al classico stato d’animo Breakingbadiano. Tutto è maestoso come al solito, ma l’assalto al treno è solo un buon esercizio di stile. C’è da aspettarsi di tutto da Breaking Bad, ma non era palesemente questo il caso. Il voto è alto perché le emozioni sono emozioni, ma non riesco a non pensare alla sabbia che entra nella vasca di metilammina. La purezza dov’è? (9/10)
Battlestar Galactica. Stagione 2. Episodi 10, 11, 12, 13, 14.
10. Eccoci ad un punto di svolta a rischio: arriva una nuova Battlestar che sconvolge tutta la flotta. Cambia la catena di comando e l’equilibrio che si era venuto a creare. Io soffro lo stesso dramma dei protagonisti: mi piacerà la nuova svolta? Per adesso è gradevole, ma il desiderio di vedere morti tutti i nuovi non mi dà pace. Nota positiva: la storyline di Gaius, giunta forse ad avere un senso. (8/10)
11. Sembra che Adama mi abbia ascoltato. Il piano di ammazzare Cain mi carica, così come l’episodio di preparazione per il prossimo. I cambi hanno sì infierito sulla gradevolezza delle trame, ma hanno creato un calderone talmente esplosivo che non potrà non riservare emozioni. (8/10)
12. Ennesimo punto d’arrivo. La missione va a gonfie vele e tutto finisce come doveva finire, anche se la scelta riguardante l’omicidio era prevedibile. Apollo disperso nello spazio è stato drammatico, così come il bacio tra Adama e la presidente. Ogni volta che Adama ride, muore una persona felice. (10/10)
13. Eccoci alla ripartenza. Episodio discutibile sotto vari punti di vista. La fa da padrone un Baltar oramai alla deriva: il suo personaggio è capace di fare di tutto per via di com’è stato costruito nel corso del tempo. Scelta tanto coraggiosa quanto semplicistica. Ottimo il risvolto sociale del fronte “pace” e molto WTF la guarigione della Rosling. Della serie: il personaggio funziona, come lo salviamo? Sarebbe stata meglio la morte. (8/10)
14. Puntata Apollo-centrica davvero gradevole. Si scopre qualcosa sul suo passato visto che la battaglia con i Cylon si raffredda. Quando questo accade, lo studio e il racconto delle dinamiche sociali all’interno della flotta prende respiro, dando ancora più profondità all’opera. (8/10)
Go On. Stagione 1. Episodio 1.
1. In realtà l’ho visto la settimana scorsa, quindi non sarà un commento a caldo. Il potenziale c’è, così come la voce nasale di Perry. Pecca di banalità in certe situazioni e rischia di adagiarsi su personaggi macchietta, ma l’aspetto puccioso lo rende comunque interessante. (7/10)
NTSF:SD:SUV::. Stagione 2. Episodi 1, 2.
1. Torna in grande spolvero la serie più assurda che abbia mai visto. Calci in faccia a Glee (con un Glenn in ottima forma), citazioni di Ritorno al Futuro e una sonora presa per il culo a tutti i film ambientati nei licei americani. Tanta roba. (9/10)
2. La parte musicale finale vale da sola il prezzo del biglietto. Forse è uno dei pochi episodi che oltre a divertire fa anche ridere. La vicenda degli svedesi è GENIALE. (8/10)
Parks And Recreation. Stagione 4. Episodi 3, 4, 5.
3. Riprendo in mano dopo qualche settimana e mi ritrovo un capolavoro. Bella la trama, ottimo Jerry, ottimo Tom e OTTIMO RON, che regala due perle di vita che farò mie per sempre (il silenzio e lo sbagliare i nomi di proposito). Geniale e sì, divertente. (9/10)
4. Beh, caro Ron, io sarei venuto volentieri al tuo corso di sopravvivenza. Leslie ci ha tolto una dose di perle non indiefferenti col suo schifoso gruppo delle dee. Ci sono rimasto malissimo, amarezza allo stato puro anche se il finale è pucciosissimo. Tom e Ben sono fuori dai giochi. (8/10)
5. Che sia la fine della schifosissima attività di Tom? Speriamo, nel frattempo Ron aggiusta rubinetti alla festa di Halloween (idolo) e niente risalta in particolar modo. A parte Jerry. (7/10)
Boss. Stagione 2. Episodio 1.
1. Torna il mio personalissimo hype dell’estate. Me tapino per non aver ripreso in mano gli ultimi episodi della passata stagione; per questo motivo mi sono trovato spaesato. Spaesato nel capire la situazione politica dopo il finale di stagione e il lasso di tempo che gli autori hanno inserito per fare raffreddare le acque. La produzione è eccelsa come sempre, la finezza la fa da padrone. Il tutto accompagnato da una fotografia precisa e mai banale e una prova recitativa eccelsa, con Grammer superincazzato. Il finale è la ciliegina sulla torta. (8/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

0 Responses to “Settimana 114: 13/08 – 19/08”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...




Mi trovate anche qui

Sul Kindle


Ann Leckie – Ancillary Justice


David Simon – Homicide: A Year On The Killing Streets

Archivio

Visite

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: