Settimana 104: 04/06 – 10/06

Serie TV
Game Of
Thrones. Stagione 2. Episodio 10.
10. Finale di stagione decisamente meno potente del precedente. Tutte le storyline giungono ad una conclusione, o meglio giungono al loro punto di svolta. Ogni personaggio viene collocato in una nuova casella, pronto a ripartire. Bisogna però ammettere che l’eccessiva frammentarietà non dà potenza all’episodio e lo rende più che un finale un nuovo punto di partenza. Stagione nel complesso ben fatta ma deboluccia. (8/10)
Mad Men. Stagione 5. Episodio 12.
12. Altro capolavoro. C’è poco da dire quando il suicidio di un protagonista viene messo in atto con una correttezza, uno sviluppo e una conclusione magistrale. Tutto il baraccone non scricchiola, persino quando in un episodio super drammatico si trova lo spazio per descrivere la crescita di Sally. Tutto fantastico, un’ora di poesia tecnica, recitativa e compositiva. (10/10)
Friends. Stagione 8. Episodi 19, 20, 21, 22, 23, 24. Stagione 9. Episodi 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16.
19. Mhh, odio questo tipo di episodi pieni di scene già viste. Anche se è Joey centrico, non posso dare la sufficienza per un esercizio così facile. (4/10)
20. Bamboozled è il migior gioco di sempre a detta di Chandler. L’idea è carina da affiancare al baby shower, che però non è il massimo per via di una Rachel troppo stupida e una Monica troppo fissata. Niente di esaltante. (7/10)
21. Carina divagata di Monica e Joey e apprezzato riavvicinamento tra Ross e Rachel. Un po’ banalotto il plot, ma gradevole e costante risalita. (7/10)
22. Beh, dai niente male. Sarà che io tifo in maniera ridicola per Ross e Rachel, ma l’episodio è decisamente gradevole. Non fa ridere a crepapelle, ma è solido nel complesso. (7/10)
23-24. Episodio davvero riuscito. Il parto di Rachel è davvero ben scritto, tale da riuscire ad inserire anche la mia idola personale Janice. La storyline di Phoebe non disturba e il riavvicinamento di Ross e Rachel, seppur snervante, mi fa piacere. ENORME WTF il finale, chiaramente pensato da Sbirulino: non potete farmi piangere per poi farmi venire il vomito. (8/10)
1. Mamma santa, sarebbe stata una puntata di soap/drama/thriller fantastica. Il trand precedente viene mantenuto, anche se la vena comica è tutta sulle spalle del padre di Ross. (7/10)
2. Torna un delirante Chandler e carina la scelta di far piangere Emma per tutto l’episodio. Trovate divertenti e simpatica la quasi risoluzione del problema Joey-Ross. (7/10)
3. Episodio debouccio. Si cerca di smuovere le carte con la dipartita di Chandler, ma le altre storyline non convincono. A parte Ross e il suo pediatra, cosa così in personaggio da far paura. (6/10)
4. Non mi aspettavo molto da Chandler in Tulsa, ma devo dire che il tutto è cominciato molto bene. Phoebe è meno sgradevole del solito e l’episodio in sè, a parte Ross RIDICOLO funziona. (7/10)
5. Un po’ legnoso come plot, ma Chandler sembra stia tornando ai fasti di un tempo. A me brillano gli occhi, ma ci vuole molto di più. (6/10)
6. Torna Hank Azaria e io ripenso ad Huff. Tutto il resto passa in secondo pianao: ah no, c’è anche il baby-sitter mascio. Che ridere. (6/10)
7. Phoebe incontra i genitori del tizio. Chandler e Joey tirano di nuovo fuori Richard. Ross e Rachel rappano per far ridere Emma. Che schifo. (4/10)
8. Christina Applegate non alza il livello di comicità dato il personaggio che si trova ad interpretare: la sorella stupidissima di Rachel. Monica al limite del delirio e un plot noiosissimo. (6/10)
9. Drammatica la parte con Ross e Mike. Ancora più drammatiche le altre. Un altro capitombolo in qualità. (4/10)
10. Ennesimo episodio recappone di scene già viste in passato. Il fatto che siano tutte a sfondo Monica/Chandler non mi dispiace, tenendo anche conto del fatto che Tulsa ora è un capitolo chiuso. (5/10)
11. Il lavoro diventa il tema centrale, gestito stupidamente bene da Joey e Phoebe e malissimo da tutti gli altri. Il risultato complessivo resta comunque gradevole. (6/10)
12. Festa di compleanno dove l’unica cosa che succede di interessante è Ross che scopre Rachel limonare duro con un tizio. Originale. Phoebe e i topi sono imbarazzanti come non mai. (5/10)
13. Ennesimo episodio utile solo a far spostare di appartamento Rachel. La Cox che canta seminuda DOVEVANO FARMELA VEDERE MEGLIO. (6/10)
14. Mhh, carina l’idea di far accoppiare Ross/Rachel con la forza. Tremendi Monica e Chandler che chiavano sempre per fare un bambino. (6/10)
15. Miglior episodio di questa striscia, con Chandler a lavoro e gli altri alle prese col passato. In più Joey, con una scrittura banale, ottiene un nuovo lavoro. Niente Rachel e si respira. (7/10)
16. Ok Monica e Chandler che chiedono soldi a Joey, ok l’appartamento a prova di bimbo-Joey, ok Phoebe che si lascia con Mike. Quando lei soffre, io godo. (6/10)
How To Make It In America. Stagione 1. Episodi 1, 2, 3.
1. La prima cosa che salta all’occhio, in un pilot rapido, confuso e newyorkese è la coloratissima fotografia. La trama non è delle più interessanti, ma la buona scrittura e l’ottimo mood rendono il prodotto decisamente buono. (8/10)
2. Si prosegue con la storyline di base, il creare un modello di jeans. Il problema principale sono i soldi, è il racconto di due pezzenti che “cercano di saltarci fuori in America”. Colore a non finire. (7/10)
3. Episodio meno colorato del solito. La storyline dei Jeans prende piede e ci viene mostrata anche una fetta della vita di Rachel. La serie è fresca e convincente, a parte il discorso della Rasta Monsta che non si capisce dove voglia andare a parare. (7/10)

Musica
Regina Spektor – What We Saw From The Cheap Seats (2012)
Album davvero gradevole, in pieno stile Spektoriano. Certo, la prevedibilità non è proprio il massimo obiettivo plausibile, ma il tipo di lavoro messo in atto da Regina funziona. Solido testin live e album che non può sbagliare nell’essere gradito dai fans.
Ramin Djawadi – Game Of Thrones, Music From The HBO Series: Season 2 (2012)
Ne vale la pena solo per il Main Title e Rains Of Castomere. Il resto è un po’ una palla, pur essendo ottime composizioni.

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

0 Responses to “Settimana 104: 04/06 – 10/06”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: