Settimana 98: 23/04 – 29/04

Serie TV
Game Of Thrones. Stagione 2. Episodio 4.
4. Ennesimo eccellente episodio, nel quale mi trovo persino con nomi e città. Solo alcune piccole note di demerito per qualche deus ex machina (quello di Arya su tutti) ma il cliffangherone fantay finale non mi è dispiaciuto per nulla. Avanti così, ottimi effetti speciali. (7/10)
Desperate Housewives. Stagione 8. Episodi 18, 19.
18. Davvero, il mistero è interessante e non si vede via d’uscita. Peccato per il resto dei trentacinque minuti, nei quali succede poco o nulla. Ah no, Susan insegna ad MJ a tirare marmellata contro al muro e Lynette CI VUOLE PROVARE CON TOM. BASTAAAA. (6/10)
19. Arresto, non arresto, arresto, non arresto. Solo che non vada avanti all’infinito questa tiritera. Il resto è prevdibilissimo ma non fastidioso: l’avvocato squalo, TOM E LYNETTE, Susan e la sorella ritardata di Mike per farci vedere che era un santo, Gaby e la gelosia di Carlos. Niente di nuovo. (5/10)
Fringe. Stagione 4. Episodi 19, 20.
19. Desmond. Eccoci al consueto episodio che segna il cambio di rotta nel corso del racconto. Ambientato nel futuro, in un mondo dominato dagli osservatori, molti misteri vengono aggiunti assieme a personaggi (Desmond? ENRICHETTA?) che faticano a trovare una vera e propria dimensione. Paga l’assenza di Peter e Olivia, ma il materiale è così buono e così promettente che non si può proprio denigrare. (7/10)
20. Ottimo. L’ho trovato decisamente pretestuoso, visti i quaranta minuti ricchi di parole e utili a generare un calderone che porta a separare i due universi. Ma è tutto così emotivamente fatto bene e ricco di continuity che risulta decisamente affascinante. (8/10)
Luck. Stagione 1. Episodio 7.
7. Lo riprendo in mano dopo mesi dalla notizia della cancellazione. Ritrovo le vecchie sensazioni, un prodotto tecnicamente perfetto anche se in questa puntata qualche difettuccio spunta fuori. La trombata in macchina “split the pot” è agghiacciante mentre tutta la parabola di Ace resta sempre da comprendere. Il passato duro di Turo è un cliché pericoloso. (7/10)
Community. Stagione 3. Episodio 17.
17. Questo è il Community che amo io. Rivede gli schemi, con intelligenza e genialità sbrodola ironia e sarcasmo. Preciso, puntuale, sensato, non sbaglia un colpo. Ottima storyline e colpo di scena finale che non mi aspettavo. Complimenti. (9/10)
Don’t Trust The B In Apartment 23. Stagione 1. Episodio 3.
3. Meno intenso degli altri, ma ancora decisamente gradevole. Mi ci mettono la Shipka ed è subito amore. Plot ancora una volta caotico e ben strutturato, con risvolti neanche troppo prevedibili. Poco James. (7/10)
Mad Men. Stagione 5. Episodio 6.
6. Ennesimo piccolo capolavoro. Tre punti di vista della stessa giornata, raccontati in maniera lancinante e dettagliata, sviluppando situazioni e personaggi in un turbinio di paure ed introspezioni. Uno degli episodi più cupi di sempre, caratterizzato da una tempistica precisione. (8/10)

Documentari
The Universe
. Stagione 1. Episodio 4.
4. I pianeti mi annoiano, ma Giove è una figata paurosa. Composto di gas (?), il suo campo magnetico ruba il primato al sole di “cosa” più grande del sistema solare. Voglio vivere su Europa. (8/10)

Reality
Survivor. Stagione 24 (One World). Episodio 11.
11. Errore fotonico dei soliti concorrenti senza spina dorsale, non in grado di capire il momento di girare la banderuola. Kim sbaglia nella scelta delle compari della reward, ma non paga le conseguenze. Spero che paghi in futuro. Non riesco ad esprimere, però, un parere completo e serio dopo aver visto CHELSEA INSAPONATA. Meriterebbe un venti come voto, in una scala che va da uno a uno. (6/10)
Survivor. Stagione 17 (Gabon). Episodi 1, 2, 3.
1. Doppio episodio, doppio tribal council, doppia noia? Inizio standard, a parte le ambientazioni straordinarie non spiccano personaggi interessanti a parte il Professional Gamer e la pin un model. Davvero, il nulla assoluto da segnalare. (6/10)
2. Sugar personaggio definitivo della stagione, insieme a Bob. La tribù rossa fa davvero schifo, ma riesce a vincere due challenge in fila, grazie al campione mondiale di videogiochi. Inizia a diventare interessante, vedremo dopo il merge se la strategia inizia a farla da padrone. (6/10)
3. Lo switch delle tribe fa schifo lo stesso, ma mette in luce la lucidità strategica di Ken. Sugar la vedo in crisi nell’Exile e il resto è di una noia mortale. Prova orribile. (5/10)

Musica
Orpo! – ProvoCanti (2011)
Bellissimi i titoli delle canzoni, per un disco cupo ma ascoltabile. Niente di maestoso, ma il sound grezzo e confuso, misto a precisione sonora, alla fine convince.

Alla prossima settimana,
Boss. 

Annunci

0 Responses to “Settimana 98: 23/04 – 29/04”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...




Mi trovate anche qui

Sul Kindle


Ann Leckie – Ancillary Justice


David Simon – Homicide: A Year On The Killing Streets

Archivio

Visite

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: