Archivio per aprile 2012

Vuoi un po’ di panna?

Pomeriggio qualsiasi.
Faccio i miei soliti dieci kilometri per andarmi a bere un caffé in tranquillità a casa di un’amica.

Arrivato, lavo la caffettiera, inserisco l’acqua, sistemo il caffé e metto tutto sul fuoco.
Mentre la caffettiera borbotta, l’amica salta su dicendo: “oh, se vuoi fare il caffè fallo bene, altrimenti lo faccio io gne gne gne”. Già capisco che sta per succedere qualcosa di maligno.
Al che mi alzo, spengo il fornello e verso tutto in due tazzine.

Prendo i cucchiaini e lo zucchero. Inizio a mescolare quando, dal nulla, spunta DELLA PANNA SPRAY.
– Amica: “vuoi della panna nel caffè”?
– Io: “no”.
– Amica: “vuoi della panna nel caffè”?
– Io: “no”.
– Amica: “dai che la finiamo”!!

Senza aspettare la risposta, l’amica spruzza la panna montata nel mio caffé e SUL MIO COMPUTER.

Inuile dire che l’amica è diventata all’istante la mia ex amica.
Al prossimo caffè,
Boss.

I piccioni cannibali

Quando sopraggiunge la primavera, a casa mia tornano a spuntare tutti gli animali ed insetti dell’ecosistema emiliano.
Tra questi però, c’è una specie di piccioni che esistono solo a casa mia: i piccioni cannibali.

Tutti, una volta nella vita, hanno ricevuto una bella cagata di piccione in testa. Dopo qualche spergiuro, una lavata e la cagata va via.
Il piccione cannibale SI NUTRE DI PICCIONI. E CAGA QUESTA ROBA.

Adesso che c’è il sole mi tocca pure lavare la macchina. Portate pazienza.
Al prossimo atto di cannibalismo,
Boss.

Settimana 97: 16/04 – 22/04

Serie TV
Desperate
Housewives. Stagione 8. Episodi 13, 14, 15, 16, 17.
13. Puntatona con i ritorni! Susan vs. Julie incinta e Bree vs. ORSON. Il resto è il dramma di una Juanita gabbata da una stupidissima madre e di una Lynette che non riesce a trombare e ha trovato un santo masochista. Dove andranno a parare? (5/10)
14. Il ritorno di un inquietante Orson, la scoperta di Porter Scavo e la brutta notizia di Karen alzano il livello del drama, togliendo spazio a stupide cretinerie. Se l’atmosfera resterà dark, la seconda metà di stagione potrebbe essere davvero degna. Poi Juanita e Celia che fan sparire la torta valgono da sole il prezzo del biglietto. (7/10)
15. Episodio sentimentalone e inquietante, Roy e Karen, Renee e l’usuraio, Susan e Lynette (Lynette ha bisogno di qualcuno con cui litigare e poi fare pace). L’andazzo è buono, anche se Orson sembra essere servito solo ad attivare la miccia. (7/10)
16. Un po’ sconclusionato, il finale viene fuori all’improvviso. Il dramma di Susan mi fa gioire alla grande, le altre storyline fanno pena. Il vero momento di paura è per Juanita sul corinicione. Ho paura dei prossimi quaranta minuti, non so se sono pronto a veder Susan soffrire così tanto. L’ho sempre desiderato. (5/10)
17. Puntata in stile remember, col vile tentativo di far piangere. Fallisce nell’intento per via del dramma che ha colpito Susan, alla quale tutti auguriamo una morte violenta e per questo chissene frega se sta male. Noia. Addio Mike, almeno tu sei libero. (5/10)
Game Of Thrones. Stagione 2. Episodio 3.
3. Decisamente meglio del precedente, col nano che ruleggia come sempre. Si rivede il mio amore Sansa e Arya regala i soliti momenti di esaltazione. Ancora un’eccessiva confusione per quanto riguarda nomi e regni, ma l’azione e i complotti la fanno da padrone rendendo il tutto decisamente gradevole. (7/10)
How I Met Your Mother. Stagione 7. Episodio 21.
21. Dopo la visione, durante la quale ho riso pochissimo, ho letto in giro che una fetta importante dell’episodio è dovuta alla continuity e alla frase “now we’re even”. Io ovviamente non avevo il più piccolo ricordo di quella scena della sesta stagione. Me ne faccio una colpa ma comunque non perdono l’ennesima pochezza comica di questo episodio. (6/10)
Mad Men. Stagione 5. Episodio 5.
5. Team Lane TUTTA LA VITA. Ennesima rappresentazione magistrale di una storia straordinaria. Pete risce ad attirare su di sé tutto l’odio patito per lui in quattro stagioni (con alti e bassi). Dopo aver tradito Alison Brie non si meritava altro che un cazzotto in piena faccia. Pur essendo incentrato su due personaggi  che non ho mai gradito particolarmente, l’episodio è una piccola perla. (8/10)
Don’t Trust The B In Apartment 23. Stagione 1. Episodio 2.
2. Meglio del primo. Ancora più dissacrante e moralmente al limite, con tantissimo Dawson in più. È scritto e girato bene, una partenza davvero eccellente. (8/10)
Community. Stagione 3. Episodio 16.
16. Visionario come non mai, la sfera onirica è quella che ruota più velocemente. Utile ad analizzare le realazioni interpersonali, diventa difficile seguire dal punto di vista dell’intrattenimento. Da studiare, molto buono il supporto degli effetti grafici. (7/10)

Reality
Survivor. Stagione 15 (China). Episodi 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 11, 12, 13, 14, 15.
1. Mhh. Bella la collocazione del campo in mezzo al fango e tutto l’ambiente. Si intravede qualche personaggio interessante (Courtney), ci sono culi e tette e le prove a tema sono per lo meno originali. Eliminato il tizio che oltre a chiamarsi Chicken, ci assomiglia anche. (6/10)
2. Campi devastati dal fango, una tribù lofi e gente che litiga. Se ne va tette enormi e sempre mezza nuda, per colpa di una tribe che lascia il ruolo di leader ad un incapace. Niente da segnalare, noia. PS: tizia religiosa muori. (5/10)
3. La super skinny girl, dopo una prova in cui fa pena nel vero senso della parola, viene salvata a scapito della religiosa. Ben per lei, ben per la stagione anche se il tutto resta di una noia mortale. (6/10)
4. Prove sciocche anche se la reward è stata carina. Noia mortale tutto il resto, la tribù dei gialli ha rotto e si è liberata di una palla al piede bella grossa… Maniaco Dave. (5/10)
5. Madò che schifo. Peggior twist di inizio stagione di sempre e peggior decisione di buttare una challenge. Eliminazione sbaruffa di un concorrente forte, mi auguro che i gialli perdano in brutto modo. (4/10)
6. I gialli si rimangiano lo stupidissimo piano, mentre il tizio minuscolo rosso gioca bene la carta dell’immunity. Dopo la solita disgustosa prova mangerina, viene eliminata la tettona di colore, una delle mie favorite per due ben ovvi e visibili motivi. (6/10)
7. Al merge inizio ad appassionarmi. Todd dimostra sapienza, Courtney è sempre più skinny e Jamie merita di andare a casa dopo aver detto “non sono così stupida come sembro”. Addio, la prossima volta taci. Ma la tizia brutta come si chiama? Perché è ancora in gioco? (7/10)
8. Mossa rischiosa di Todd & Co. privarsi di un alleato solido anche se rimarrà un concorrente stupidissimo. Courtney vince una prova costruita su di lei e James continua a vivere con i due idol nel saccoccio. Nulla di esaltante, puntata noiosetta. (6/10)
9. L’ho seguita in maniera distratta perché completamente disinteressato. Noia mortale, prove ridicole e un’eliminazione che più prevedibile non si può. Il twist finale penso servi a nulla, ennesimo scivolone. L’alleanza solida DEVE saltare. (4/10)
11. Già la stagione fa un po’ schifo, ci si mette pure un file corrotto a togliermi parte della blindsideata a James. Se ne va con DUE idol in tasca, gran mossa degli ex alleati e di culo in fuori Amanda. Il potenziale ci sarebbe, ma sono rimasti in gioco solo giocatori odiosi. (7/10)
12. Nemmeno i parenti riescono a muovere le acque e per la prima volta non piango. Resta solo Todd di interessante, gli altri giocatori fanno davvero schifo. Niente da segnalare né sotto il piano strategico né sotto qualsiasi altro piano. (5/10)
13. Perché, Jeffino mio, ci fai sempre vedere trame e contro trame di strategie che non vanno in porto? Todd se la cava anche a ‘sto giro ma non è questo il mistero più grande. Il vero mistero è il culo di Amanda: perché è sempre censurato? (6/10)
14. Finale misto tra tentativo di commuovere, strategia e discorsi campati sul nulla. Vale il prezzo del biglietto la risposta di Todd a Jean Robert: se fossero pieni di risposte così, i tribal council finali sarebbero uno spettacolo. (6/10)
15. Reunion molto meglio del previsto. Dramma emotivo per Denise che vale la stagione, storie personali davvero interessanti e toccanti, ma soprattutto una vittoria GIUSTA. La stagione non è stata il massimo, nel complesso mostra una buona strategia di base ma paga l’assenza di personaggi davvero interessanti. (7/10)
Survivor. Stagione 24 (One World). Episodio 10.
10. Tifo incondizionato per Troy che, dopo essere stato vessato psicologicamente, sbrodola la propria rabbia in faccia alle galline. D’ora in poi però deve cambiare strategia. Peccato, e disperazione, per l’ennesimo piano saltato. Chelsea sei figa ma quando fai così no. (7/10)
Survivor. Stagione 16 (Micronesia). Episodi 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15.
1. Epico, emozioni a mille nel rivedere gente giocare di nuovo. Fairplay re dell’episodio, anche se decide per l’abbandono. Yau-Man, AMI L’AMORE MIO, Penner, OZZY & co danno un tocco di magnificenza a tutto lo show. Carina l’idea dello sfidare i Fans, qualche soggetto interessante c’è, speriamo siano all’altezza. (10/10)
2. Vedere i Favourites vincere l’immunity e rivedere all’opera Cirie è una gioia per gli occhi (non l’avrei mai detto). I Fans non so dove li abbiano trovati: si dichiarano cultori del gioco ma solo un tizio sa come giocare. Rido per il limone tra Ozzy e Amanda. (7/10)
3. Nooooooo. Non posso continuare a seguire una stagione nella quale spero che nessun Favorites venga eliminato. La sfida Cirie/Penner è straordinaria, due giocatori strategicamente fondamentali. Gli altri un po’ in ombra. I Fan non regalano particolari emozioni, penso che pagheranno le conseguenze della loro inesperienza. (8/10)
4. Viva i Favorites che vincono tutto e Ozzy che domina e trova l’idol (anche se so che fine fa, fanculo South Pacific). Viva anche i Fans, che hanno tra le fila dei buoni strateghi, Tracy su tutti. Belle le prove, fantastica l’exile island. (8/10)
5. Lo switch delle tribe non era necessario, ma dà indubbiamente più pepe al gioco. Nella reward Penner si scassa una gamba e Parvati mette su il labbrone gonfio (che amore). I Favorites nell’Aiari capiscono subito che il campo è una MERDA e si dan da fare per cambiare. James se la tira troppo, ma fa sbergare dal ridere. Immunity carina, Penner regala emozioni e Joel se ne va, dopo una trovata geniale di Cirie. Senza parole. (8/10)
6. Il ritiro di Penner è stato DRAMMATICO, quasi peggio di quello di Jenna in All-Stars. Il resto non vede tanto di interessante, Chet viene fatto fuori dalla tribe di Ozzy (super perdente) dopo aver pestato un pezzetto di corallo. Addìo, fan lofio. (8/10)
7. La pazza isterica decide di abbandonare il gioco e la squadra di Ozzy continua a perdere le immunity in maniera incredibile. Nel pre tribal, Amy cerca di muovere le acque, ma come al solito ci vengono mostrati piani che non vanno in porto. Amy, da te mi aspetto molto di più. (6/10)
8. Per via dell’eliminazione, dovrei dare un uno all’episodio. Emy, mi mancherai tantisssssimo. Per il resto, ottima giocata strategica di Erik e ottima intuizione di Ozzy. Vedremo se pagherà in futuro o meno. Prove lofi. (7/10)
9. Probabilmente una delle puntate più divertenti della storia di Survivor. La vicenda dello “stick” mi ha piegato in due dal ridere e il fatto che in mezzo ci sia capitata Eliza rende tutto più divertente. Strategicamente non è un gran episodio, ma è l’episodio che segna l’inizio del mio disappunto verso Ozzy: tiratela meno! (8/10)
10. Senza dubbio il migliore della stagione. Cirie si dimostra la giocatrice numero uno e guida la truppa ad un maestoso blindside di un fastidiosissimo Ozzy. Jason rischia la vita con uno stupidissimo errore, però dico una cosa a James: proprio tu gli dai dello stupido? Le facce di Eliza sono impagabili. (9/10)
11. La vedo tutta in discesa per le ragazze, a meno che Cirie non mi stupisca (è l’unica che può fare davvero qualcosa). Jason passerà alla storia come un pollo maestoso, è stato preso in giro da tutti: la fine che farei io. (8/10)
12. Beh, Amanda è una gallinaccia, ma lei e Parvati han giocato bene. Il blindside al contrario è sempre bello da vedere, anche se questi cavolo di idol potrebbero nasconderli un po’ meglio… Ora Amanda è la candidata numero uno a vincere, ce la farà? Secondo me no, spero in Erik o Cirie. Da notare l’ennesimo ritiro per infortunio. (9/10)
13. Mossa più stupida dell’universo da parte di Erik (per la gioia di James). Intuizione GENIALE di Cirie che pur essendo circondata da gallinacce che ridono senza motivo, mette in atto il piano definitivo. Gran finale di stagione (10/10)
14. Come vuole il triste destino di Survivor, Cirie non riesce a raggiungere i rispolverati final two. Vera vincitrice, lascia spazio alla vittoria di Parvati della quale tutti cantano le lodi strategiche che io non ho visto. (7/10)
15. Reunion gradevole, con momenti epici tipo lo scazzo di Jeff nei confronti di Fairplay, l’intervista a Chet e la dumbaggine di Erik. (8/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 96: 09/04 – 15/04

Serie TV
Game Of
Thrones. Stagione 2. Episodio 2.
2. Le pedine si stanno muovendo, ma la scena finale è un chiaro specchio per l’episodio: una cosa prevedibile immersa in un mare di nomi e situazioni. Decisamente didascalico e transitorio, lascia poco spazio agli approfondimenti. Impianto tecnico e prodotto eccellente, ma i piccoli pezzi saranno comprensibili solo guardando il disegno più grande. (6/10)
Desperate Housewives. Stagione 8. Episodio 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12.
1. Première da gusti AMARI. Parti comiche, o presunte tali, che sono più raccapriccianti di quelle serie. Scena in macchina imbarazzante, Tom e Lynette imbarazzanti e Susan… Oh, Susan. Quanto mi sei mancata. Ti auguro di morire male, immersa nelle tue paranoie da bamboccia cretina. (4/10)
2. Forse il vero episodio iniziale della stagione. Esclusi i dieci secondi finali, solita, solita MERDA. Sono odiosi tutti, ho finito le parole. Ma un finale di serie con una bomba al napalm su Wisteria Lane? (5/10)
3. Finalmente Renee ha una parte (scontata e prevedibile) che occupa più di dieci secondi. Il resto è la solita merda, con una schifosa combo Gaby-Bree e una Lynette imbarazzante. Vince a mani basse il cazzotto violento che Mike tira in faccia a Carlos. Voglio più sangue. (5/10)
4. Aspetta aspetta! Lynette sospetta che Tom abbia un’amante!! Che originalità! Non s’era mai visto nulla di tutto ciò! Susan, con uno scatto d’ira RI DI CO LO è riuscita a farsi ammettere ad un corso di pittura… Chissà che fantastici sconvolgimenti vedremo!! Gaby non ho capito cazzo faccia, è preocupata di un parcheggio… MAH. Resta Bree, che si rende ridicola sull’altalena dell’amore. Sì. (4/10)
5. Twist finale senza senso (sì ok, ti permettono di distruggere un bosco… proprio quello). Le altre storyline fanno pena come al solito, a parte Carlos che, dopo aver capito in che cazzo di serie si trova, si da all’alcool. Beato lui. (4/10)
6. In questo episodio di Halloween, svelano il finale all’inizio. Diventa tutto un fillerone orribile, con Susan vestita da fata (ma perché!), Juanita da uovo e Penny da gatta sexy. Il figlio di Susan e del pittore non li voglio neanche cagare. Bree cacchio fa? Non me lo ricordo. Renee si salva, ma solo perché è la meno ridicola di tutte. (3/10)
7. Ecco il primo episodio decente. Trama orizzontale che prosegue, casalinghe che litigano tra loro e storyline di Gaby da incorniciare, con una Juanita e una Celia da capogiro. Il resto è monnezza, ma di quella non schifosa. (6/10)
8. Questo sarebbe da analizzare attentamente. Lynette e Tom solita roba, Carlos sbronzo, Susan artista e Bree minacciata dal poliziotto pazzo. Non sarebbero male gli sviluppi, se non fossero sempre, sempre, sempre PREVEDIBILI. La manfrina di Susan e del pittore era ovvia da almeno CINQUE episodi, così come tutti i problmemi di Lynette. Il disegno è buono, la realizzazione NO. (5/10)
9. Il cerchio si stringe e, mentre l’indagine sta per partire, qualcuno mette sotto il poliziotto pazzo. Che trovata geniale, non si era mai visto! Susan forse scappa a New York (spero), Tom è invischiato e Bree sull’orlo del suicidio. La vena dark prende il sopravvento. Ora: meno pippe mentali e più morti. (6/10)
10. La situazione si è un po’ stabilizzata nel migliore episodio della stagione. Nessuna banalaggine, nessuna schifezza narrativa ma trama orizzontale, sentimenti (più o meno) veri e il colpazzo di scena finale. Niente di eccelso, sia chiaro, ma mi sbilancio. (7/10)
11. Lynette vs. IL CAMBIO DI UNA LAMPADINA. Il dramma di una donna che distrugge un muro per CAMBIARE UNA LAMPADINA. Gaby ridicola come i tempi d’oro, Susan al top del drama e Bree, a caccia di uomini per la centomillesima volta con Renee. Piango nelle scene comiche e rido nelle drammatiche. (4/10)
12. Fillerone classico di metà stagione. Ben accetta soldi da un usuraio e Bree decide di fare la zoccola. Gaby e Susan vivono un momento super DRAMA mentre Lynette riesce a farsi odiare più del solito. Due palle enormi. (5/10)
How I Met Your Mother. Stagione 7. Episodio 20.
20. Agghiacciante. Il plot è carino, ma la realizzazione è imbarazzante. Gli scenari futuri non fanno ridere, a parte di un presunto ritrovato Barney che, però,  crolla nel finale. Non sgorga la lacrima alla vista della bimba e questo è un male. (5/10)
Mad Men. Stagione 5. Episodio 4.
4. Si inizia a spingere già dal quarto episodio. La parabola di Joan, insieme alla nottata di Penny e Sally sono un ottimo contorno al dramma onirico di Don. Al primo impatto mi ha lasciato perplesso, per poi convincermi col trascorrere del tempo. Leggera pausa narrativa per lasciare spazio ad una introspezione più dark. Ben venga. (9/10)
Don’t Trust The B In Apartment 23. Stagione 1. Episodio 1.
1. Personale hype della stagione. James Van Der Beek nel ruolo di sé stesso. Pilot deciso, sferzante, leggermente assurdo, vorticoso e ben scritto. Fa ridere, ed è una cosa che non va sottovalutata. Persino l’odiosa Becca, nel contesto, trova il suo brillante spazio e la Ritter spopola. (8/10)
Community. Stagione 3. Episodio 15.
15. Mhh. Da quando è tornato, ha alternato alti a bassi. Questo episodio è decisamente moscio: interessante sotto il punto di vista dello sviluppo caratteriale dei personaggi e delle loro interazioni, ma la sfera comica è limitata a poche, troppo poche, chicche. Quello che è certo è che Community può dare molto di più. (6/10)
Fringe. Stagione 4. Episodio 18.
18. In salita rispetto ai precedenti, senza ombra di dubbio. Trama orizzontale, caso interessante e intersezione tra personaggi e universi. L’unico neo è poco Peter, ma l’interazione tra Bolivia e Walter è stata una cosa tanto nuova tanto pucciosa. (7/10)

Reality
Survivor
. Stagione 14 (Fiji). Episodi 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15.
6. Primo episodio che aumenta un po’ il ritmo. Pur odiando i cambi di tribe, questo muove le acque e crea nuove dinamiche, anche se ha lo scopo principale di interrompere il domino dei verdi. Yao-Man sempre più idolo mentre Rocky inizia a rischiare, bro. (7/10)
7. Ecco al primo episodio che mi ha esaltato grazie alla combo Yao-Man/nigga senza occhiali, che trovano l’idol e si amano di nascosto. Se ne va Rocky, vittima dell’ottusa scelta di far fuori Anthony nel tribal council precedente. Prove carine, Michelle IMMORTALE. (8/10)
8. Yao-Man è al livello di amore incondinzionato tipo RUPERT. Idolissimo incredibile. Domina la prova e pur essendo decrepito, riesce a far vincere ai suoi l’ennesima immunity. Se ne va Lisi, che oltre a starmi sul cazzo si è rivelata una pessima giocatrice. Addio e fanculo allo spoiler sul prossimo episodio: scommettiamo che ci sarà il merge? (8/10)
9. Che twist demmerda. Speravo che il merge desse la possibilità a Yao-Man di dominare il gioco, ma il twist del cazzo elimina Michelle e rende la sua alleanza più debole. Peccato, resta da vedere come evolverà la situazione, almeno le emozioni non mancano. (8/10)
10. 120 % di pura strategia. Tremo tutto immerso in un bagno di sudore per quello che si rivela essere il vero Survivor. Gioco dal potenziale stratosferico messo in atto da personaggi che SANNO GIOCARE. Earl merita di vincere, almeno il premio come miglior stratega mai visto prima. (10/10)
11. Quando la strada è segnata, l’intresse chiaramente cala. Idolo Boo che si rompe una caviglia e poi se l’aggiusta. Pessimi Mookie e Alex a frugare tra i bagagli, ma anche Yau-Man a non tenerlo sempre addosso è stato un po’ fesso. Forse anche il prossimo episodio sarà noiosetto, voglio già sapere i sei finali cosa faranno. (7/10)
12. Devo dire che il montaggio la fa da padrone. L’episodio non è tanto intenso in fatto di emozioni, ma la mossa contro l’idolo Yau-Man sarebbe stata perfetta. Tutto va secondo i piani e la roba interessante sarà dalla prossima puntata. Schifo, sempre, la prova con la carne da strappare a morsi. (7/10)
13. Yau-Man con i SENSI DI GATTO. Nasa nell’aria le parole di Stacy e si para il culo, giocando l’idol nel posto giusto al momento giusto. Earl trova anche l’altro e la divina coppia si appresta ad affrontare il final five, con una situazione completamente nuova. Belle prove e carina la reward che, senza parentame, mi fa comunque piangere. (9/10)
14. Momento clou è il patto di Tau con Dreamz che giunge alla sua conclusione. Carina l’ultima immunity challenge. Nel tribal council finale, Earl domina e Cassandra si becca una caterva di insulti da tutti, senza grossi motivi. La mossa di Dreamz ha influito su un stagione che avrebbe dovuto vincere Yau. (7/10)
15. Un po’ pallosetta come reunion. Nessun personaggio divertente a parte Rocky e tutti obesi. (5/10)
Survivor. Stagione 24 (One World). Episodio 9.
9. Kim domina la scena in una maniera impressionante. Chelsea domina in maniera fisica in tutti i sensi (sei bbbbona e io ti amo). Le prove sono carine e la strada per le donne è decisamente spianata. (8/10)

Musica
The Kabeedies – Soap (2012)
Indie pop incredibilmente fresco e originale, non scade nel facile qualunquismo ma si dimostra solido e ascoltabile. Bisognerebbe recuperare la discografia.
Gotye – Making Mirrors (2011)
Conosciuto il pezzo più famoso in pizzeria (velo pietoso), c’è da dire una cosa: l’album non regge il confronto con una perla incredibile. Azzeccato un singolo perfetto, il resto si perde e non si fa notare.

Alla prossima settimana,
Boss.


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite