Un anno di musica: 2011

Andiamo subito al sodo: quest’anno NON CI SARÀ la classifica dei migliori album usciti nel 2011 secondo il mio modestissimo parere.

Il motivo è semplice: non è colpa della mancanza di voglia, è colpa DEL MONDO.
Analizziamola dal principio.
Mi posso “vantare”, fin dai tempi della post-stupidità adolescenziale, di non essermi mai soffermato ad ascoltare quello che i mass media mi imponevano di ascoltare tramite radio, televisione o il web, ma di aver sempre cercato di trovare una certa individualità musicale, che mi caratterizzasse e che mi portasse a stare bene con il mio apparato uditivo, libero da qualsiasi vincolo impostomi da altri. Diciamocelo: è bello sentirsi dire “ma che musica ascolti”, è bello sapere che nelle tue orecchie passa musica che la maggior parte della plebaglia non ha mai neanche pensato che esistesse. Lo scoprire un artista di nicchia, un genere nuovo e sfruttare le proprie conoscenze per andare a scovare artisti simili, collaborazioni, progetti alternativi non-mainstream, è sempre stata la mia passione. Fare compilation in macchina con pezzi che senti tuoi, che ti costringono a togliere il cd se in macchina con te c’è qualcuno, è una sensazione piacevole che rende ogni viaggio non dico speciale, ma diverso da tutti gli altri.
Ricordo i tempi in cui andavo ai concerti da solo perché non trovavo nessuno che mi accompagnasse (Joanna Newsom? Emiliana Torrini?), ricordo il piacere di incollare al muro copertine di album per i quali venivo preso per il culo (Regina Spektor? Crystal Castles? Sufjan Stevens? Lali Puna? You Say France & I Whistle?), ricordo le discussioni musicali di ore per cercare di consigliare a qualche ateo un disco che potesse ricadere nella sfera dei suoi gusti.
Niente di esagerato eh, non sono ancora arrivato a tradurre lo svedese per fare al cento per cento l’alternativo, ma vivevo in un mondo musicale “indie” nel quale si stava decisamente bene, nel quale potevo dire la mia.

Nell’ultimo anno tutto questo è svanito. Fagocitato da un’ostentata voglia della massa di apparire alternativa a tutti i costi. Fagocitato dall’onda di internet che ha reso mainstream ciò che condividevo con pochi eletti. Fagocitato da un’accesa predilezione e un’idolatrazione per i gusti altrui. Fagocitato dalla diffusa ostentazione di una passione che io ho sempre coltivato in maniera sobria e generalmente riservata. Mi è stato tolto IL GUSTO di ascoltare, indagare, scoprire e sentire.

Se nel 2009 e 2010 viaggiavo su una media di 260 album ascoltati, quest’anno il numero è un chiaro simbolo di una passione il cui fuoco non arde più con l’intensità di una volta: 50 album ascoltati, tra vecchie uscite e nuovi lavori.
Non posso quindi permettermi di fare una classifica con le migliori uscite, mi permetto solo di consigliare il disco che ho apprezzato di più tra i 22 (ventidue) album usciti nel 2011 che ho ascoltato.

MENZIONE D’ONORE

Bibio – Mind Bokeh
Bel ritorno di uno dei miei artisti preferiti, con un album che ha impiegato tempo ad entrare nelle mie corde ma che alla lunga mi ha convinto. Non è all’altezza di quello che ritengo il suo capolavoro del 2009 (Ambivalence Avenue), ma nel complesso suona bene, pur soffrendo un po’ un finale in calando. Traccia consigliata “Excuses”.

Voto: 7,67.

Nella speranza di ritrovare la passione di un tempo,
alla prossima classifica,
Boss.

Annunci

0 Responses to “Un anno di musica: 2011”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: