Archivio per settembre 2011

Settimana 67: 19/09 – 25/09

Serie TV
It’s Always Sunny in Philadelphia
. Stagione 2. Episodio 6, 7, 8, 9, 10.
6. ahahah, devo dire che l’innesto del padre è fantastico e la gang è più unita che mai. Bell’episodio a sfondo “servizio civile”. (8/10)
7. Le puntate sulla religione sono le mie preferite. Questa è particolarmente tosta e rivela una fetta del carattere di Dee che io amo alla follia. Livello di risate altissimo. (7/10)
8. Sfondo politico, DeVito si rivela in formissima e tira la carretta nell’ennesimo solidissimo e spassosissimo episodissimo. Mi piacciono TUTTI. (7/10)
9. ahahah, come sfondo la tipica mentalità americana. Straordinario fin dal titolo, non perde un colpo tra spring break, scommesse e performance stradali. (9/10)
10. Episodio tragicomico con finale a sorpresa! DeVito calca la mano, nell’episodio incentrato sul rapporto padre-figlio. Poi c’è il REVERENDO CAMDEN che rischia di prenderle in una scena ME-MO-RA-BI-LE. Seconda stagione da urlo. (9/10)
Breaking Bad. Season 4. Episodio 10.
10. ahhh, Breaking Bad. Ci sarà un motivo se sei riuscita a scalzare Six Feet Under dalla mia classifica pernsoale e in questo episodio ecco che mi torna alla mente tutto ciò che ti ha reso uncapolavoro ai miei occhi. Trama centellinata e pezzi di puzzle al loro posto, dialoghi sfacciatamente fantastici e interpretati alla perfezione, ansia incredibile in scene banali e crepacuore in quelle cardiopalma. Bentornato. (9/10)
Fringe. Stagione 2 .Episodi 18, 19, 20, 21, 22, 23.
18. Viaggi nel tempo che come al solito non mi convincono, emotività di Walter che deve dire quella cosa a Peter e un finale volutamente a rischio lacrima rendono l’episodio interessante. Peccato che alla seconda ripartenza l’unica cosa interessante fosse rivedere tutto da un’angolazione fotografica diversa. Si può fare meglio. (7/10)
19. Eccoci all’episodio in cui si svela il segreto al diretto interessato. In realtà ci arriva da solo sfruttando la sua enorme intelligenza (mai usata) in un episodio che muove le cose sul piano “guerra tra i due mondi”. Tutto bene, speriamo ci siano ulteriori scossoni nel finale. (8/10)
20. Episodio musicale che, al di là della sorpresa, mi ha annoiato a morte. La trama non evolve ed è una pausa che carica il finale ma che non era necessaria. Resta gradevole veder canticchiare un po’ tutti, ma è troppo poco. Bocciato. (5/10)
21. Ennesimo episodio moscio e scollegato dal resto. Se non fosse per i dieci secondi finali, sarebbe di una noia incredibile. Gli autori di Fringe hanno giochicchiato troppo a lungo con un materiale potentissimo e in questa stagione i picchi sono stati tanto alti quanto troppo bassi. Gradito il richiamo evidente a Twin Peaks. Episodio senza i dieci secondi finali (4/10), con i dieci secondi (8/10). Media (6/10)
22. BOOM. Inizio fionda, poi leggero passo indietro per raccontare il passaggio dall’altra parte. Alcune informazioni e alcune scene sono troppo veloci (e casuali), ma è un po’ lo stile di Fringe trovare soluzioni WTF e fartele passare inosservate. Il resto funziona alla perfezione e l’ansia è alle stelle! (9/10)
23. Colpo di scena ampiamente prevedibile che regala però sviluppi dal potenziale esplosivo. Anna Torv, più bona col capello castano, si conferma un’ottima attrice. L’episodio funziona anche se è leggermente veloce e con soluzioni tecniche di sviluppo trama un pochino forzate. La preparazione al finale è stata come percorrere una strada sconnessa, ma il risultato è più che ottimo. (8/10)
How I Met your Mother. Stagione 7 .Episodi 1, 2.
1. Premiére gradevole, ben fatta, divertente e riprende il filo di dov’era rimasta. Barney sotto tono, il resto della gang regge bene con un fatidiosissimo Ted a tirare la baracca. (7/10)
2. Già più noioso del precedente, il colpo di scena finale mi colpisce dritto al cuore: io mi sono innamorato di himym dopo gli episodi con Victoria e rivederla è stato uno shock. Resta il fatto che si ridacchia sempre e comunque. (6/10)
2 Broke Girls. Stagione 1. Episodio 1.
1. Risate registrate. Plot veloce. Cliché caratteriali. Banalità di storyline. Classico pilot. Tirato. Forzato. Comicità banale. Mi è piaciucchiato. Carino il contatore finale. (5/10)
Community. Stagione 3. Episodio 1.
1. Finalmente è tornato. Sarei propenso a dare voto mille solo per l’espressione di Britta durante il balletto iniziale, ma il resto dell’episodio non è allo stesso livello. Diciamo che serve ad introdurre i nuovi personaggi (Michael Kenneth Williams e Fred Flintestones) e a muovere un po’ le acque tra le dinamiche del gruppo, oltre che a trovare una nuova serie per Abed. In attesa del Chang-uardiano. (8/10)

Reality
Survivor
. Stagione 23 (South Pacific). Episodio 2.
2. Odio incredibile per Brandon. Il resto mi è discretamente piaciuto, con Ozzy e Coach che ruleggiano. Peccato per la prova che vale sia da reward che da immunity. Sono sincero: ho visto l’episodio una settimana fa e non me lo ricordo più. (6/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 66: 12/09 – 18/09

Serie TV
Breaking Bad
. Stagione 4 .Episodio 9.
9. Episodio strano. Gli avvenimenti sono importanti anche perché qualche mistero si svela, ma il succo resta poco. C’è da dire che nessuna serie può permettersi di avere nove episodi di preparazione per il finale, ma Breaking Bad sì, senza soffrire minimamente. Viene dato allo spettatore giusto quello di cui ha bisogno, quelle poche piccole nozioni ogni scena che servono a comporre il quadro generale della vicenda. Se perde dal punto di vista della tensione, ne guadagna sicuramente tutto il resto: tutto è perfettamente inquadrato. (9/10)
Fringe. Stagione 2 .Episodio 14, 15, 16, 17.
14. Walter che ammazza un tipo. :O Ancora non ingrana, episodio moscio che si muove sui soliti canoni. Seconda stagione di troppi bassi e pochi alti, mi sembra che il quadro generale si sia un po’ perso. Solo una cosa è positiva: quando esploderà rischia il botto enorme. (6/10)
15. Eccoci alla chiave di volta della stagione. Ho aspettato tanto per vedere un episodio del genere e sono stato ripagato in termini di qualità. La trama è veramente interessante e sviluppata bene, mille sono i possibili sviluppi e la curiosità schizza alle stelle. Se avessero trovato il modo di seguire la trama orizzontale con continuità, il potenziale sarebbe stato incredibile. (9/10)
16. Ecco l’episodio che aspettavo. Un punto di riferimento, realizzato in maniera ottimale sfruttando i mille dettagli disseminati nelle scorse stagioni e incastrandoli in maniera impeccabile. Un Noble in versione stratosferica alza ancora di più il livello di un episodio ottimo anche sotto l’aspetto tecnico. A partire dalla sigla. (10/10)
17. Dopo due episodi bomba, ce ne stava uno di assestamento, con un caso che sembra correlato al passato e una situazione psicointellettuale da risolvere con Olivia. Non ho gradito il ritorno del boowlingaro, il resto non esalta. (7/10)
Misfits. Stagione 3. Episodio 0.
In dieci minuti, in pieno stile Misfits, l’addio di Nathan (Robert Sheehan) alla serie. Irriverente, in personaggio, sferzante e scritto bene l’episodio autoironizza con sé stesso e saluta un attore bravissimo in un ruolo fantastico nel migliore dei modi. “Save me Barry“!
It’s Always Sunny In Philadelphia. Stagione 2. Episodio 4, 5.
4. ahahah, l’epiodio migliore fin’ora senza ombra di dubbio. Un rigiro geniale con lo sfruttamento PERFETTO delle caratteristiche di TUTTO il cast, con il personaggio di Charlie sopra le righe. (9/10)
5. Dee e Charlie rullano e rendono l’episodio davvero gradevole. Finale un po’ incerto, ma ho paura che sia colpa di una mia lacuna cinematografica. (7/10)

Reality
Survivor
. Stagione 18 (Tocantins). Episodi 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14.
1. Non mi è dispiaciuto. Intanto il 16:9 fa un effetto stranissimo (le prime stagioni erano in 4:3 con risoluzione 10×12 px), superato lo scoglio mi è piaciuto il twist iniziale. A parte che il mio odio per le vecchie resta a prescindere dalle stagioni, il resto mi sembra un cast ben variegato. Ovvio che il mio tifo va per la bionda malata (che gira senza mutande). Bella prova, scontata ma neanche tanto l’eliminazione. (7/10)
2. Non succede nulla di eclatante se non la conferma della regola che “se hai le tette grosse non puoi vincere”. Puntata interessante perché introduce ancora i personaggi, ma tra exile, immunity idol e robe così non ci capisco tanto. Belle le varie blindsideate e le sparate raccontate in giro, carina anche la porno-prova. (7/10)
3. Episodio convincente. Mi piace sempre più la modella e mi piacciono sia i rossi che vivono un momento fortunato sia i neri che tramano tra di loro facendo sol del casino. Coach non viene fregato e giustamente è eliminato il più lofi. Interessante la scoperta dell’immunity idol e carine le prove. (7/10)
4. Carina l’alleanza segreta, anche se dubito che possa andare in porto. Per il resto, prove carine e tribe simpatiche con i neri che vincono l’immunity e costringono i Jalapao ad eliminare la vecchia pazza. (6/10)
5. Niente di esaltante. L’unica cosa di rilievo resta l’alleanza segreta fra i membri delle due tribù, anche se non sono convinto che possa andare in porto con quei numeri. L’episodio regge bene, come il culo di Sierra. (6/10)
6. Ottimo episodio. In effetti la storia degli immunity idol ravviva il gioco, soprattutto per la lucidità di Taj di metterne uno falso. Belle prove. In vista del merge si prevedono interessanti risvolti: in nove stagioni che ho visto, una volta c’è stato un flipping. Vediamo come andrà questa volta. (8/10)
7. Cacchiarola, dopo il merge ecco che le strategie scoppiano in blocco. Sarebbe stato entusiasmante vedere il tribalcouncil, se il piano del super idolo Tyson fosse andato in porto sarebbe stata la blindesideata migliore della storia. (9/10)
8. No va beh, hanno blindesideato anche me. Ero convintissimo che sarebbe stato il turno di Coach e invece tutto si stravolge e il piano di Tyson e Coach viene messo in pratica in maniera OTTIMA. Per la prima volta ci sono rimasto male, ma questo è un bene. (10/10)
9. Ennesimo blindside! Millemila alleanze e alla fine i tre Jalapao dominano in sottofondo saltando di palo in frasca portando la situazione dal 6-3 al 4-3. Peccato per Tyson, uno dei personaggi migliori di sempre, cattivo, spietato, forte e con la ragione dalla sua parte. Ora la strada è segnata, ma tutto è possibile con la mente dell’occhialuto e il braccio di accento strano e Taj. (9/10)
10. Eliminato il bel culo, purtroppo Stephen si becca un voto da non si sa chi (e io tifo per lui). Occhio a Taj che continua ad andare avanti senza essere considerata e con l’immunità in tasca… Rischia di vincere. Coach idolo, ha un personalità che invidio moltissimo: è convinto di essere un idolo, ma è sfigatissimo. (7/10)
11. Coach resiste ancora una volta con uno stile tutto suo ma non con la sua strategia (tra l’altro giusta). Taj è un pericolo enorme, ma i fantastici tre sembrano indirizzati a continuare uniti per la loro strada. Lacrime a go-go per il parentame, ma oramai non mi stupisco più di questo. (7/10)
12. Arrivederci Coach, hai dato prova di tutto il tuo valore da combattente con un urlo che vale il prezzo del biglietto. Ti hanno segato in malomodo, dovevi vincere tu battendo tutti i combattenti per poi andare a cercare nuove avventure al di là del sole. La tua buffonaggine mi mancherà, sei il migliore pagliaccio di Survivor EVER. E io TVB per questo. (7/10)
13. Finale thriller. JT vince tutto il vincibile e dopo aver sacrificato Taj porta in finale Stephen, col quale si scanna durante le domande finali. Vince meritando con un netto 7-0, sono soddisfatto. (7/10)
14. Reunion divertente dove Coach, ovviamente, regala emozioni. Tante risate grazie ad un buon cast e un Jeff in formissima. (8/10)
Survivor. Stagione 23 (South Pacific). Episodio 1.
1. Due returning (fantastici), redemption island, belle prove e una lingerie soccer player insieme ad un nerd fotonico rendono la puntata estremamente interessante. Non so cosa aspettarmi per via delle millemila novità, ma sono pienamente soddisfatto, soprattutto dopo aver visto Jeff gasatissimo durante l’immunity challenge. (7/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 65: 05/09 – 11/09

Serie TV
Breaking Bad
. Stagione 4. Episodio 8.
8. Los Pollos Hermanos. Il ritmo sta salendo, si sente, si percepisce e per una delle prime volte si vede. Fa effetto il provare ansia per una scena totalmente ambientata nel passato che erge anche Esposito al ruolo di attore-mostro. Il resto mette fiducia perché la lentezza della prima parte della stagione è servita a mettere ogni pezzo al proprio posto, ora probabilmente questi pezzi verranno scombinati. E diciamolo: non vediamo l’ora. (9/10)
Fringe. Stagione 2. Episodi 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13.
5. L’episodio fillerone sa di già visto e non è niente di esaltante mentre esaltano le piccole cose. I dieci secondi finali col sogno di Peter mettono un’angoscia incredibile: il docile e gracile Walter ha rapito l’altro suo figlio nel sonno e l’ha portato nella sua dimensione dopo aver sepolto il vero figlio. ANGOSCIA. (6/10)
6. Episodio slegato dal pattern, la di cui unica cosa decente è lo straccio di passato di Broyles. Il resto noia fritta, anche se il caso è interessante… Siamo al livello dei primi episodi della prima stagione, dove niente sembra tornare. (5/10)
7. Bello il caso del giorno e bello il come l’episodio si può incastrare nel disegno generale. La sete di risposte è tanta, ma oramai sono abituato a conviverci. (6/10)
8. Ecco l’episodio bomba che mi era stato suggerito. La parte dei misteri e delle domande prende il sopravvento, in un concentrato di situazioni in cui The Observers la fanno da padrone. Del disegno generale non c’ho capito molto, nello stretto la puntata è stata gradevole e precisa, con un dialogo finale da “uff, di questo ne facevo a meno“. (8/10)
9. Uff, episodio SENZA novità e senza il minimo dettaglio legato alla trama orizzontale. Noioso e senza grinta, un filler bello e buono che potrebbe collocarsi prima e dopo qualsiasi altra cosa. L’unica speranza è che risulti utile in futuro, ma è troppo poco. (5/10)
10. OTTIMO episodio che, per alcune piccole cose, potrebbe definirsi chiave. Restano sospette molte soluzioni delle scene d’azione, ma è decisamente solido l’impianto base. Evito di aggiungere altri complimenti a Noble. (8/10)
11. Chemmerda è? Dopo un WTF che speravo portasse a qualcosa (il ritorno del morto), scopro che l’episodio oltre a fare schifo era pure riciclato da qualche scarto. Completamente senza senso. Per il resto è di una banalità sconcertante, non so come ho fatto a non abbioccarmi. (3/10)
12. Mboh, altro episodio autoconclusivo slegato dal resto. Il caso è interessante, lo svolgimento anche ma alcuni dettagli banali fanno calare il livello di gradimento (buoni con mira cattivi senza, trovate casuali). C’è di buono il cast che rende interessanti trame banali. (6/10)
13. Questo mi sembra il classico episodio rampa di lancio. Tutto è discretamente normale e prevedibile, con le solite spruzzate di banalità narrativa, ma a differenza dei precedenti lascia con uno stato d’animo positivo ed incoraggiante. Speriamo che esploda la stagione, nettamente inferiore alla prima. Maestoso Noble sul finale. (7/10)
It’s Always Sunny In Philadelphia. Stagione 1. Episodi 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7. Stagione 2. Episodi 1, 2, 3.
1. Comedy iniziata a scatola chiusa. Un fratello, una sorella e due soci gestiscono un pub irlandese a Philadelphia e in quattro e quattr’otto si trovano a parlare di nigga e gay. Risatine, dissacrato. (7/10)
2. Aborto. Puntata geniale. Inutile dire che il tipo che ama la cameriera e non è corrisposto è il mio idolo. Inizio ad inquadrare i personaggi. (7/10)
3. Giovani e alcool. Inutile dire che Charlie è un mito, io sono uguale (un po’ meno acido). Figata la questione del ballo. (7/10)
4. Argomento di cui mi piace poco parlare. Risolto in maniera ottima, evolve anche la trama di piccoli passi. La migliore delle quattro. (8/10)
5. Compare Rosenbaum e l’episodio tratta di una pistola. Molto gradevole, in linea con i precedenti. (7/10)
6. Anziani e nazisti. Combo forte, qualche grassa risata mi è scappata. L’unica che non mi convince è Dee, ma fa poi anche lo stesso. (8/10)
7. Molestie sessuali. Puntata solida, le caratterizzazioni dei personaggi ora sono ben delineate. Si ridacchia di gusto. (8/10)
1. Ecco che arriva il padre pazzo a completare il quadro. Puntata sugli handicappati che vanno a figa, non male: il registro non è cambiato. (7/10)
2. Carino e dispendioso, tante location e tanti personaggi si incastrano tra loro (arriva la madre che è il TOP). Buona la trama, risate diffuse (7/10)
3. Bello e smaliziato come pochi, i due pieni di soldi sono quasi meglio dei due strafatti di crack (complimenti al trucco-parrucco). Storia che prosegue anche con uno straccio di trama orizzontale (7/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Settimana 64: 29/08 – 04/09

Serie TV
Breaking Bad
. Stagione 4. Episodio 7.
7. Episodio solido. Un po’ di tensione, strada segnata, dialogo finale di Hank straordinario. Io ho paura che questo diventi un finale di stagione EPICO. Nel frattempo continuo a sentire l’assenza di “roba forte”: i complimenti per questi episodi sono i soliti, ho una voglia matta di esagerare. (8/10)
Fringe. Stagione 2. Episodio 3, 4.
3. Era da un po’ che non guardavo Fringe (leggere sotto, capitolo Reality) e mi sono un attimo perso. Episodio dell’uomo bomba che segue i canoni classici, ma lancia una frecciata a cosa siano questi cavolo di osservatori: da buoni potrebbero essere i cattivi? Il Walter di là è incazzato con quello di qua? Mah. (7/10)
4. Dopo soli quattro episodi, a discapito delle aspettative, vengono rivelati alcuni dettagli dell’incontro tra Olivia e Belly. Ora il piano generale è pressoché definito, con qualche plot hole che non fa storcere il naso ma che lascia perplesso. Ottimo lo sviluppo caratteriale dei personaggi. (7/10)

Reality
Survivor
. Stagione 6 (The Amazon). Episodi 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14.
2. Bello, prove carine (anche se già mezze viste). I personaggi mi appassionano, soprattutto le donne che, dopo aver vinto la reward, perdono l’immunity ed eliminano una brutta scarsa. Restano la sorda (idola) e le bbone, la nigga la odio incredibilmente. (8/10)
3. Puntata di assestamento. Ammetto che nella trubù delle donne ci sono delle discrete passere, però è incredibile come gli uomini pensino solo a guzzarsele. Negli altri casi non capita, si vede che la mascolinità viene fuori da queste cose. Prove carine (soprattutto la reward, con la braga provolona e la gonna attizzatrice) e immunity persa ancora una vola dai maschi. Avanti così. (8/10)
4. Finalmente i maschi vincono due prove e si candidano ad essere imbattibili: l’unica cosa che può turbarli è l’avvento della gnocca. Le prove erano carine ma niente di esaltante, comunque la stagione non annoia. (7/10)
5. Eccoci al twist: dopo puntate che funzionano la produzione decide di mischiare le carte. La modella spiffera tutto all’avversario  si fa distruggere l’alleanza sotto gli occhi. Nelle nuove tribù la situazione è felice, ma la sconfitta del blu porta al primo tradimento: Heidi passa con i maschi e si mette in difficoltà puntando solo sulle tette. (7/10)
6. Tifo ufficialmente per i blu che si vogliono bbene e vincono tutto. Nei gialli l’unico che mi ispira è il tipo che trama alle spalle e porta all’eliminazione di Shawna (detta anche la figa di legno). Prove carine ed originali, la serie regge bene e i personaggi restano interessanti. (7/10)
7. La puntata meriterebbe un voto stellare solo per i nudi integrali delle due fighe. Il resto è un gran bell’episodio dove la fanno da padrone il merge e le strategie. Vecchie alleanze saltate e nuove prospettive per un finale di stagione che si prospetta davvero interessante. È la prima stagione in cui tifo un sacco di gente. (9/10)
8. Puntata non esaltante, di transizione. Prove carine ma noiose portano ad un finale altamente prevedibile. C’è il tipo che trama sempre che devo capire come si chiama perché è il mio idolo ufficiale, mentre la sorda zitta zitta va avanti. (7/10)
9. Reward carina e immunity disgustosa. L’idolo dell’episodio è Mattew, un pazzo omicida scellerato: se prendesse il machete e ammazzasse tutti diventerebbe un idolo incredibile. Al tribal blindsideata per Deena, troppo macchinosa e troppo esposta. Avanti così. (8/10)
10. Al primo cambio di condizione, ecco un’altra blindsideata! Rob è un grande giocatore, vedremo se gli verrà riconosciuto. Le prove non erano esaltanti ma mi hanno fatto davvero innamorare di quel pazzo di Mattew. Ora l’aria è cambiata e sono in ansia per il finale. (8/10)
11. WOW un altro tradimento! Rob sei un idolo, non vincerai mai ma almeno tu sai giocare. Prove ok, con i parenti solita lacrimata. Ora siamo in un tre contro due, se tutto va come deve andare restano solo i miei favoriti. (8/10)
12. Ennesimo voto shock in una puntata dominata dall’idolo Mattew. Rob ci sta saltando fuori ma ho paura che possa prenderlo in quel posto da gente che è si è spesso nascosta dietro ad un dito. Addio, tette enormi di plastica. (7/10)
13. Il mio tifo per Rob e Mattew è stato disilluso, ma sono comunque soddisfatto per come è finita la stagione. Il premio finale non è meritato e lascia a desiderare ma la conclusione è degna di una stagione ad altissimo livello che si rivela essere la migliore delle prime sette. (8/10)
14. Reunion divertente con un Jeff carichissimo e bravissimo. Solite risate per una conclusione ideale. (7/10)
Survivor. Stagione 8 (All-Star). Episodi 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17.
1. Un’emozione incredibile rivedere le facce di tutti i concorrenti che conosco già. Tifo per tutti. Commozione per l’alleanza Rudy-Rupert e per l’eliminazione di Tina. Amber è ancora più figa, Richard, Sue, Ethan, Rob C. la modella di costumi… Una gioia per gli occhi. Bella la prova e OTTIMO il non dare il fuoco. (10/10)
2. Fanculo Jerry cazzo piangi se voti Rudy. Rudy mi mancherai. Prove molto belle, finalmente dell’acqua e gente che nuota, Rupert torna a pescare e tribù gialla già underdogs. L’ho già detto che mi mancherà Rudy? (7/10)
3. Mah, cosa c’è poi andata a fare sull’isola? Secondo me qualcuno le ha detto qualcosa, fatto sta che il figone se va per problemi familiari. Niente prova, niente tribal council. Boston Rob che ci prova con Amber: come cacchio è possibile che lei ci stia… Solo perché sa costruire una casetta di legno? Lo so fare anche io! (9/10)
4. Fanculo, eliminato un altro mio idolo. Da bomba ‘sta stagione sta diventando una merda colossale. Il resto è il top di quello che si possa desiderare, belle prove e belle blindesideate. Rob C., rimani il mio mito personale. (8/10)
5. PUNTATONE. Incredibile la potenza del personaggio Richard, capace di incutere timore a tutti e di rendere divertente la sua dipartita. Prove carine e primo merge fatto probabilmente per salvare la vita a Rupert e soci. Jenna L. e Jerri dovete bruciare vive. Boston Rob inizia a starmi simpatico. (10/10)
6. Ennesimo twist. Sue sbarella e abbandona, gli altri vivacchiano e alcuni la prendono anche per il culo. Boston Rob è veramente di un viscidume incredibile, ma prende il posto di Rob C. nel mio cuore. Grande Kathy che svela il motivo del voto a Rich, best player assieme a Lex che impara a pescare in due secondi. (9/10)
7. GRANDE LEX. Cambia strategie e si allea con due personaggi di cacca per eliminare quello che secondo me avrebbe vinto (Colby). Prove carine e Kathy mi piace sempre più. (8/10)
8. Lex che elimina il suo amico Ethan è incredibile, però la scelta può essere azzeccata. L’immunity ha fatto cagare e la reward pffff, già vista. Niente di esaltante, è calato il livello. Top Boston Rob che sbatte in faccia a Rupert di saper pescare, NON TOP IL LIMONE CON AMBER. Amber, io ti amavo… Come hai osato… (7/10)
9. Sì va beh, Boston Rob e Lex la fanno incredibilmente da padrone. Non so perché ma simpatizzo per Kathy che comunque sta mettendo lo zampino un po’ ovunque. Discorso delle chiacchere senza tanto senso, nuovo twist che non entusiasma ma che rende interessante l’immunity, carina solo perché mi son visto le sette stagioni precedenti e sapevo tutte le risposte. (9/10)
10. Come non detto: Boston Rob pugnala Lex e appoggiato da quella merda di Big Tom. Ci ho dovuto dormire sopra, altrimenti avrei dato uno. Quando Kathy propone di dargli l’immunità ho creduto per un attimo alla presenza di un’entità superiore, poi ho creduto solo al DIAVOLO. (10/10)
11. Per un attimo ci avevo anche creduto ma la logica di Survivor non cambia mai. La prova per la reward-immunity non era male e Boston Rob se la gioca abbastanza bene con le lettere. C’ha un bel po’ da piangere, l’ha fatto solo per leccare qualche culo. Se ripenso all’eliminata: come cacchio può esserci ancora Jenna? (8/10)
12. Quanto godo! Alicia ti brucia il culo per il fatto che Shii Ann abbia vinto l’immunity sbattendotela in faccia? Ti rode il culo per esser stata eliminata? Cazzi tuoi, mi fai cagare fin dall’Australian Outback e sì, davvero, non meriti di essere una All-Star. Certo che la strategia di Rob è fantastica: su tre eliminati, tre ce l’hanno con lui. (9/10)
13. Episodio già visto e rivisto. L’underdog cerca di riscattarsi e diventare uno swing vote, gli altri e ne infischiano e votano alla cieca seguendo l’alleanza. Quello di Shii Ann è uno dei migliori discorsi fatti ad un tribal council, speriamo che seguano il consiglio dato al suo sacrificio. (9/10)
14. Ennesima immunity vinta da Rob, ennesimo eliminato tradito… Che strategia di merda, sarebbe da premiare? Qui potevano fare quello che volevano, hanno scelto malissimo. Puntata sottotono con prove lofi, finale di stagione che strategicamente mi lascia molto perplesso. (7/10)
15. Non ci credo. Rob vince altre due immunity e domina completamente su tutti i fronti. Ora dovrebbe vincere lui, Amber non ha fatto nulla per meritarsi il premio. Tribal council finale pessimo, con Lex e Kathy sugli scudi seguiti da un incazzatissimo ed incomprensibile Big Tom. (8/10)
16. Ecco appunto, vince Amber ma io sono choccato per la proposta di Rob. Reunion che rivela che tutti trombano con tutti e Cesternino NON parla. GRAVE, mentre Jerri fa una scena PESSIMA. (6/10)
17. Torna a parlare Cesternino ed infatti regala. Vince Rupert ed il cerchio si chiude, c’è giustizia nel mondo. (7/10)

Alla prossima settimana,
Boss


Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite