Settimana 44: 11/04 – 17/04

Serie TV
The Killing
. Stagione 1. Episodio 3.
3. Tecnicamente non si può discutere. Buon cast, buone ambientazioni, buona scrittura, buona fotografia (meglio dei precedenti due episodi) ma sceneggiatura leggermente traballante. La sensazione che ho è quella di un prodotto potente, con buone possibilità di esplodere nel corso della stagione ma che ancora non ingrana. Tralasciando gli oramai evidenti richiami a Twin Peaks (per quanto riguarda l’omicidio), il dolore familiare funziona bene e raggiunge l’apice nella scena del bagno, durante la quale mi sono sentito tirato dentro l’episodio. La campagna politica per ora sembra un filler ma è proprio da questa che nasce la sensazione di esplosione futura. Storco il naso solo per alcune trovate investigative. Se funziona la questione del custode spione, perché inserire anche quella del video sul cellulare?! Al di là del discorso del sequestro (se mi sequestrano il cellulare, a fine lezione ME LO RIPRENDO, non è mica il mazzo di carte da briscola che non ho più riavuto dalla quinta superiore), lo squillo, il prof che guarda il video e e la conseguente soffiata alla polizia non mi hanno convinto. Troppo facile anche considerando l’omertà giovanile del “ho un mezzo video zozzo, chissene anche se riguarda una ragazza morta ammazzata la sera in cui è stato girato”… Ulteriore storcimento di naso per le due domande fatte al ragazzo punk-barbone (Leo? Bobby?): hai un testimone che l’ha visto con la ragazza morte la sera del delitto e non lo porti in centrale a torchiarlo? Gli dai un mezzo cazzotto e via? (7/10)
Community. Stagione 1. Episodi 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19.
1. L’hype per questa serie era al massimo livello. Ovunque se ne sente parlare come miglior comedy degli ultimi anni come si sente dire che l’inizio è lofi e che non prende da subito. Posso confermare. I personaggi sono introdotti in maniera prima centellinata poi a valanga, creando un po’ di scompiglio e senso di impotenza. La trama è interessante anche se non sembra a lungo raggio d’azione e, a dir la verità, non è che abbia proprio riso tanto. (5/10)
2. Mhh. Le risate ancora mancano ma si inizia ad intravedere un senso di benessere interiore durante alcune scene (la presentazione di spagnolo è carina ma un tantino forzata). Mi garba il rapporto tra Jeff e Britta, il resto non mi fa impazzire. (5/10)
3. Ecco questo è il più carino dei tre. Tante piccole cose che fanno sorridere infilate in una decente trama verticale. Viva il “preside di Glee” padre di Abed e il “pusher amico di Jesse” lattaio (?)! (6/10)
4. Sulla scia del precedente, si nota l’ingranamento della serie. I finali dopo la chiusura dell’episodio si fanno sempre più divertenti mentre la trama, toccando elementi precisi, assume più senso e caratterizza i personaggi. (6/10)
5. ahahah, episodio demenziale con i dettagli comici in sottofondo che la fanno da padrone. Molti dei personaggi già li amo, preside, prof. di spagnolo e Troy su tutti. Resta un senso di allegria alla fine. (6/10)
6. Devo dire che il velo di buonismo e finale correct con colpetto di scena finale non fanno neanche schifo, anzi. Speriamo si smuova un po’ altrimenti Community resterà un’eterna incompiuta (6/10)
7. Ecco l’episodio migliore fino ad ora. Facilitato dall’espediente costumi (comunque la vestita della da Scrat HA VINTO), l’episodio regge una solida trama e porta a casa il risultato con battute divertenti. (7/10)
8. Virata leggermente sentimentale ben gestita e quasi gradita da parte di Troy mentre Jeff non mi ha convinto pienamente anche se la versione nerd non era malaccio. (6/10)
9. Un po’ troppo sentimentalismo trattato, però, al giusto modo. Qualche piccola chicca di comicità banale se potevano evitare, ma nel contesto non sfigurano. L’episodio è gradevole, oramai m sono affezionato ai personaggi. Ho pure trovato il mio idolo indiscusso: LA MASCOTTE. (7/10)
10. Ok, questo branco di sfigati mi ha ufficialmente preso. Probabilmente l’episodio è in linea con i precedenti, ma questa volta il sorrisino ebete stampato in faccia l’ho avuto dall’inizio alla fine. Bella trama principale e buone sotto trame. (7/10)
11. Puntata a sfondo sessuale gradevole. La verginità di Annie mi sembra un po’ banale, ma il resto è godibile e con la buona dose di perbenismo che non stona. In linea con il resto della stagione. (7/10)
12. Ohh, ecco il primo vero e proprio episodio che mi ha fatto ridere a gargarozzo, in particolare il finale post-scazzottata e quello con i titoli di coda (che è sempre una delle parti migliori). Poi se in sottofondo mi mettono pure Florence + The Machine, non può essere altro che amore. (8/10)
13. Non mi ha tanto convinto. La presenza di Jack Black è un punto a favore dell’episodio ma manca qualche momento importante di ilarità. Nella media regge bene, in sostanza c’è un leggero calo rispetto al precedente. (6/10)
14. Riescono ad ottenere alti livelli di divertimento con scene di una banalità sconcertante. E questo è un GRANDISSIMO pregio. Il balletto con i commenti è una delle cose più belle che abbia mai visto. Carina anche la piega sentimentale. Poi a ‘sto giro mi chiudono l’episodio con Kate Nash. WOW. (8/10)
15. Aww, puntata dolce con qualche buona battuta (I’m not Juno!) e una trama decisamente carina. Spero però che l’aspetto sentimentale non la faccia sempre da padrone! (7/10)
16. Non mi ha entusiasmato per nulla. L’unica parte divertente è il professore di spagnolo che balla da solo, il resto è un insieme di scelte buoniste e di Britta con un rossetto maestoso. Piccola caduta di stile, ho visto dei S. Valentino migliori. (6/10)
17. ahahaha, l’imitazione di Don Draper varrebbe da sola il grido al capolavoro. Carina la questione di Abed e carina la partita a biliardo (sicuramente citante qualche film che non ho visto): il bello di questa serie è come riescano a far ridere anche con scene assurde e dalla banalità spicciola. Oramai l’affetto per i personaggi è solido. (8/10)
18. L’episodio non è pieno di scene divertenti, ma la trama è carina e ben fatta (ma io devo guardare solo serie in cui il protagonista guzza come un mandrillo?). La battuta su Glee è epica, il resto funziona sfruttando il solito buonismo che lascia addosso un sorriso da pirla. (8/10)
19. ahahah il discorso di Ghost è fantastico, per il resto episodio carino che funziona sui soliti schemi. (7/10)
20. Puntata sul pesce d’aprile non pienamente convincente. Il buonismo dilaga e non aggiunge nulla alla vicenda principale. Un po’ deluso, puzza di episodio di transizione (7/10)
How I Met Your Mother. Stagione 6. Episodio 20.
20. Episodio decisamente strano. Sarà stata la lunga pausa, ma mi sembrava tutto un “già visto”. A parte il discorso risate, riderei anche per venti minuti di silenzio profondo, la trama si è snocciolata in maniera lineare e prevedibile. Il lavoro lasciato e poi ripreso da Marshall pffff già visto, Lily che fa i musi e le facce pffff già vista, Ted pfff già visto, la scena finale di Barney pfffff prevedibile e Robin pffff come sempre sotto-utilizzata. Il giudizio è positivo, no negativo, no positivo. (7/10)
The Chicago Code. Stagione 1. Episodio 8.
8. Il punto a favore della serie è sicuramente la compattezza. Episodio che qualitativamente non si discosta dai precedenti: la trama e il singolo caso sono ben inseriti nel contesto di descrizione dei personaggi. Unica pecca la scena della doccia (pffffff) e il rapporto Gibbons-infiltrato. Ottima, come sempre, una Chicago sempre più protagonista. (7/10)

Alla prossima settimana,
Boss.

Annunci

0 Responses to “Settimana 44: 11/04 – 17/04”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rubriche

Comandamenti
Mai più senza:
- Armadio
Opere d'Arte:
- Scultura alle Selz Soda

TV

Classificone Televisivo 2012/2013
Classificone Televisivo 2013/2014
Classificone Televisivo 2014/2015
Classificone Televisivo 2015/2016

Al momento seguo:
Better Call Saul, Stagione 3
Fargo, Stagione 3
Girls, Stagione 6
Ink Master: Redemption, Stagione 3
Last Week Tonight With John Oliver, Stagione 4
Seinfeld, Stagione 5
Son Of Zorn, Stagione 1
Survivor, Stagione 34 (Game Changers)
The Handsmaid Tale, Stagione 1
The Last Man On Earth, Stagione 3
The Middle, Stagione 8
Z Nation, Stagione 3

Sul Kindle


Douglas Adams - Mostly Harmless


David Simon - Homicide: A Year On The Killing Streets

Musica

Ora sono in fissa con:

Frank Ocean - Blonde (2016)

Best of 2009
Best of 2010
Best of 2011

Visite


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: